Must-Read

Requisiti tecnici

  • Le API di Adobe Campaign devono essere utilizzate solo da Server a Server.
  • Controlla sempre con il tuo contatto tecnico Adobe se il caso d’uso che desideri implementare è allineato con la scala consentita dalle API Adobe Campaign.
  • L'impostazione di un accesso AdobeIO richiede autorizzazioni specifiche. Per qualsiasi problema, contatta il supporto Adobe.

Diritti e accesso

  • Per impostazione predefinita, le API di Adobe Campaign utilizzano il contesto amministratore, pertanto le unità e i ruoli dell’organizzazione non sono applicabili.
  • Le API di Adobe Campaign sono escluse dal contesto del ruolo.
  • Se desideri configurare le API con un’unità o ruoli dell’organizzazione, contatta prima il contatto tecnico per Adobe.

Rappresentanza delle risorse

Tutte le risorse API sono disponibili in JSON con estensione URL o all'interno di un'intestazione HTTP Accept:

GET /profileAndServices/<resourceName>.json

NOTA

Senza estensione nell'URL, il formato json è quello predefinito per il tipo di contenuto.


esempio di richiesta

-X GET https://mc.adobe.io/<ORGANIZATION>/campaign/profileAndServices/profile.json \
-H 'Content-Type: application/json' \
-H 'Authorization: Bearer <ACCESS_TOKEN>' \
-H 'Cache-Control: no-cache' \
-H 'X-Api-Key: <API_KEY>'

Chiave principale e URL

  • Non cercare di generare un URL da solo. Tutti gli URL vengono restituiti dall’API. Tuttavia, è possibile creare un URL basato sul nome della risorsa di livello principale.

  • I valori della chiave primaria automatica (PKey) che illustrano gli esempi non sono destinati a funzionare in un'altra implementazione specifica. Sono prodotti dall’API Adobe Campaign.

  • I valori della chiave primaria automatica generati da Adobe Campaign non devono mai essere memorizzati in un database o un sito Web esterno. È necessario generare campi chiave specifici nella definizione del database e utilizzarli durante gli sviluppi.

Tasti personalizzati

Se la risorsa profilo è stata estesa con un campo chiave personalizzato, puoi utilizzare questo campo come chiave invece della chiave primaria automatica generata da Adobe Campaign:

GET /.../profileAndServicesExt/profile/<customKey>

Non è possibile modificare le chiavi personalizzate utilizzando un’operazione PATCH se il valore della chiave è diverso dalla chiave di origine o se si utilizza la chiave business personalizzata come URI invece di quella fornita dall’Adobe.

Utilizza una chiave personalizzata solo per risorse di profilo di primo livello . Gli URL vengono restituiti dall’API e non devono mai essere generati da te stesso.


Richiesta di esempio

Per recuperare le sottoscrizioni per un profilo utilizzando una chiave personalizzata, esegui un’operazione di GET sulla chiave personalizzata.

-X GET https://mc.adobe.io/<ORGANIZATION>/campaign/profileAndServicesExt/profile/<customKey> \
-H 'Content-Type: application/json' \
-H 'Authorization: Bearer <ACCESS_TOKEN>' \
-H 'Cache-Control: no-cache' \
-H 'X-Api-Key: <API_KEY>'

Esegui una richiesta di GET sull'URL degli abbonamenti restituito.

-X GET <SUBSCRIPTION_URL> \
-H 'Content-Type: application/json' \
-H 'Authorization: Bearer <ACCESS_TOKEN>' \
-H 'Cache-Control: no-cache' \
-H 'X-Api-Key: <API_KEY>'

Restituisce l’elenco delle sottoscrizioni per il profilo.

"service": {
"PKey": "<PKEY>",
"href": "https://mc.adobe.io/<ORGANIZATION>/campaign/profileAndServices/service/<PKEY>",
"label": "Sport Newsletter",
"name": "SVC1",
"title": "Sport Newsletter (SVC1)"
}

In questa pagina