Risoluzione dei problemi

In questa sezione puoi trovare domande comuni relative al reporting dinamico.

Per aperture univoche e clic univoci, il conteggio nella riga di aggregazione non corrisponde a quelli nelle singole righe

Questo è un comportamento previsto.
Possiamo prendere l'esempio seguente per spiegare questo comportamento.

Viene inviata un’e-mail ai profili P1 e P2.

P1 apre l’e-mail due volte il primo giorno e quindi tre volte il secondo giorno.

Al contrario, P2 apre l’e-mail una volta il primo giorno e non la riapre nei giorni successivi.
Ecco una rappresentazione visiva dell’interazione dei profili con l’e-mail inviata:

Day
Messaggi aperti
Aperture univoche
Giorno 1
2 + 1 = 3
1 + 1 = 2
Giorno 2
3 + 0 = 3
1 + 0 = 1

Per comprendere il numero complessivo di aperture univoche, è necessario sommare il numero di righe di Unique Opens che ci dà il valore 3. Ma poiché l’e-mail è stata destinata a soli 2 profili, il tasso di apertura dovrebbe mostrare il 150%.

Per non ottenere una percentuale superiore a 100, la definizione di Unique Opens viene mantenuto come il numero di log di trasmissione univoci aperti. In questo caso, anche se P1 ha aperto l’e-mail il Giorno 1 e il Giorno 2, l’apertura univoca sarà ancora 1.

Questo si tradurrà nella seguente tabella:


Messaggi aperti
Aperture univoche
Day
6
2
Giorno 1
3
2
Giorno 2
3
1
NOTA

I conteggi univoci si basano su uno schizzo basato su HLL, il che può causare lievi inesattezze nei conteggi più grandi.

I conteggi aperti non corrispondono al conteggio del database

Questo può essere dovuto al fatto che, nel reporting dinamico, le euristiche vengono utilizzate per tracciare l’apertura anche quando non è possibile tenere traccia delle Open azione.

Ad esempio, se un utente ha disabilitato le immagini sul proprio client e fa clic su un collegamento nell’e-mail, l’ Open potrebbero non essere monitorati dal database, ma Click .

Pertanto, Open i conteggi dei registri di tracciamento potrebbero non avere lo stesso conteggio nel database.

Tali occorrenze vengono aggiunte come "un clic e-mail implica l’apertura di un’e-mail".

NOTA

Poiché i conteggi univoci si basano su uno schizzo basato su HLL, è possibile riscontrare incongruenze minori tra i conteggi.

Come vengono calcolati i conteggi per consegne ricorrenti/transazionali?

Quando si lavora con consegne ricorrenti e transazionali, i conteggi vengono attribuiti alle consegne principali e secondarie.
È possibile prendere l’esempio di una consegna ricorrente denominata R1 impostato per funzionare ogni giorno il giorno 1 (RC1), il giorno 2 (RC2) e il giorno 3 (RC3).
Supponiamo che solo una singola persona abbia aperto tutte le consegne figlio più volte. In questo caso, le singole consegne figlie ricorrenti visualizzeranno la variabile Open conteggia 1 per ogni .
Tuttavia, poiché la stessa persona ha fatto clic su tutte le consegne, anche la consegna ricorrente padre avrà Unique open 1.

I rapporti devono avere un aspetto simile al seguente:

Consegna
Inviato
Consegnato
Messaggi aperti
Aperture univoche
R1
100
90
10
3
RC1
20
20
6
1
RC2
40
30
2
1
RC3
40
40
2
1

Qual è il significato dei colori nella tabella dei miei rapporti?

I colori visualizzati nei rapporti vengono randomizzati e non possono essere personalizzati. Rappresentano una barra di avanzamento e vengono visualizzati per evidenziare meglio il valore massimo raggiunto nei rapporti.

Nell’esempio seguente, la cella è dello stesso colore in quanto il suo valore è 100%.

Se si modifica la Conditional formatting su personalizzato, quando il valore raggiunge il limite superiore, la cella diventa più verde. Mentre, se raggiunge il limite inferiore, diventa più rosso.

Ad esempio, in questo caso, impostiamo il Upper limit a 500 e Lower limit a 0.

Perché il valore N/D viene visualizzato nei miei rapporti?

Il valore N/D può talvolta essere visualizzato nei rapporti dinamici. Questo può essere visualizzato per tre motivi:

  • La consegna è stata eliminata e viene visualizzata qui come N/D non causare discrepanze nei risultati.

  • Quando si trascina e si rilascia la variabile Transactional Delivery dimensione nei rapporti, valore N/D potrebbe apparire come risultato. Questo accade perché il rapporto dinamico recupera ogni consegna anche se non è transazionale. Questo può accadere anche quando si trascina Delivery la dimensione del report, ma in questo caso il N/D rappresenta le consegne transazionali.

  • Quando una dimensione viene utilizzata con una metrica non correlata alla dimensione. Nell’esempio seguente, viene aggiunta una suddivisione con Tracking URL anche se Click il conteggio è impostato su 0 in questa consegna.

In questa pagina