Modifica delle query

Informazioni sull’editor delle query

L’editor delle query è una procedura guidata che ti consente di filtrare i dati contenuti nel database di Adobe Campaign.

Questa funzione ti consente di generare una popolazione con obiettivi migliori per i destinatari grazie ai filtri e alle regole preimpostati.

Diverse funzionalità dell’applicazione la utilizzano per:

  • Creare tipi di pubblico di tipo Query
  • Definire i target delle e-mail
  • Definire le popolazioni nelle attività del flusso di lavoro

Interfaccia dell’editor delle query

L’editor delle query è composto da una palette e da un’area di lavoro.

Palette

La palette, situata a sinistra dell’editor, è divisa in due schede, che contengono elementi suddivisi in blocchi tematici. Queste schede sono:

  • Le Shortcuts, disponibili per impostazione predefinita o create dall’amministratore dell’istanza. Qui trovi campi, nodi, raggruppamenti, collegamenti 1-1, collegamenti 1-N e altri filtri preimpostati.
  • L’Explorer, che ti consente di accedere a tutti i campi disponibili nella risorsa target: nodi, elementi di raggruppamento, collegamenti (1-1 e 1-N).

È necessario spostare nell’area di lavoro gli elementi contenuti nelle schede per configurarli e prenderli in considerazione per la query. A seconda della dimensione di targeting selezionata (consulta Dimensioni di targeting e risorse), puoi:

  • Selezionare tipi di pubblico o profili uno per uno;
  • Usare filtri preimpostati
  • Definire regole semplici per i campi selezionati
  • Definire regole avanzate che ti consentono di applicare funzioni a determinati campi

Area di lavoro

L’area di lavoro è l’area centrale dove puoi configurare e combinare regole, tipi di pubblico e filtri preimpostati aggiunti dalla palette.

Quando si sposta un elemento dalla palette nell’area di lavoro, viene visualizzata una nuova finestra e puoi iniziare la Creazione delle query.

Creazione delle query

Puoi utilizzare l’editor delle query per definire un pubblico o un profilo di test in un messaggio, una popolazione in un flusso di lavoro e per creare un pubblico di tipo query.

È possibile definire le query nella finestra Audience durante la creazione di una consegna o in un’attività Query durante la creazione di un flusso di lavoro.

  1. Sposta un elemento dalla palette nell’area di lavoro. Viene visualizzata la finestra per modificare la regola.

    • Per una stringa o un campo numerico, specifica l’operatore di confronto e il valore.

    • Per un campo data o data e ora, puoi scegliere di definire una data specifica, un intervallo tra due date o un periodo relativo alla data di esecuzione della query.

    • Per un campo booleano, seleziona le caselle collegate ai possibili valori del campo.

    • Per un campo di raggruppamento, seleziona il campo di raggruppamento desiderato per creare la regola, quindi definisci la condizione nello stesso modo degli altri campi.

    • Per un collegamento 1-1 con un’altra risorsa di database, seleziona un valore direttamente dalla tabella di destinazione.

    • Per un collegamento 1-N con un’altra risorsa del database, puoi definire una sottoquery sui campi di questa seconda risorsa.

      Non devi specificare una sottocondizione.

      Ad esempio, puoi selezionare l’operatore Exists solo nei log di tracciamento del profilo e approvare la regola. La regola restituisce tutti i profili per i quali esistono dei log di tracciamento.

    • Per un filtro predefinito, inserisci o seleziona gli elementi desiderati in base ai criteri offerti.

      Gli amministratori possono creare filtri per facilitare query complesse e ripetitive. Vengono visualizzate nell’editor delle query sotto forma di regole preconfigurate e limitano il numero di passaggi necessari per l’utente.

  2. Puoi specificare un nome per la regola. Viene quindi visualizzato come nome della regola nell’area di lavoro. Se alla regola non viene assegnato un nome, viene visualizzata una descrizione automatica delle condizioni.

  3. Per combinare gli elementi dell’area di lavoro, puoi unirli per creare diversi gruppi e/o livelli di gruppo. Puoi quindi selezionare un operatore logico per combinare elementi sullo stesso livello:

    • AND: un’intersezione di due criteri. Vengono considerati solo gli elementi che corrispondono a ciascun criterio.
    • OR: un’unione di due criteri. Vengono considerati gli elementi che corrispondono ad almeno uno dei due criteri.
    • EXCEPT: criteri di esclusione. Vengono considerati gli elementi che corrispondono al primo criterio a meno che non corrispondano anche al secondo criterio.
  4. Puoi ora calcolare e visualizzare in anteprima il numero di elementi interessati dalla query utilizzando i pulsanti e nella barra delle azioni.

Se desideri modificare un elemento della query, fai clic sull’icona di modifica. La regola viene aperta così come era stata configurata in precedenza e puoi quindi eseguire tutte le regolazioni necessarie.

Le query vengono ora create e definite, in modo da generare una popolazione in grado di personalizzare meglio le consegne.

Argomenti correlati:

In questa pagina