Caso d’uso

Il caso d’uso seguente mostra come chiamare il flusso di lavoro con i parametri all’interno dei flussi di lavoro.

L'obiettivo è attivare un flusso di lavoro da una chiamata API con parametri esterni. Questo flusso di lavoro caricherà i dati nel database da un file e creerà un'audience associata. Una volta creata l'audience, verrà attivato un secondo flusso di lavoro per inviare un messaggio personalizzato con i parametri esterni definiti nella chiamata API.

Per eseguire questo caso di utilizzo, è necessario eseguire le azioni seguenti:

  1. Effettuare una chiamata API per attivare Workflow 1 con parametri esterni. Vedere Passaggio 1: Configurazione della chiamata API.
  2. Crea flusso di lavoro 1: il flusso di lavoro trasferirà un file e lo caricherà nel database. Quindi, verrà verificato se i dati sono vuoti o meno e alla fine salverà i profili in un'audience. Infine, attiverà Workflow 2. Vedere Passaggio 2: Configurazione del flusso di lavoro 1.
  3. Crea flusso di lavoro 2: il flusso di lavoro leggerà l'audience creata nel Flusso di lavoro 1, quindi invierà un messaggio personalizzato ai profili, con un codice del segmento personalizzato con i parametri. Vedere Passaggio 3: Configurazione del flusso di lavoro 2.

Prerequisiti

Prima di configurare i flussi di lavoro, è necessario creare i flussi di lavoro 1 e 2 con un'attività External signal in ciascuno di essi. In questo modo, potrai eseguire il targeting di queste attività di segnale quando chiami i flussi di lavoro.

Passaggio 1: Configurazione della chiamata API

Effettuare una chiamata API per attivare Workflow 1 con i parametri. Per ulteriori informazioni sulla sintassi delle chiamate API, consulta la documentazione Campaign Standard REST APIs.

Nel nostro caso, vogliamo chiamare il flusso di lavoro con i parametri seguenti:

  • fileToTarget: il nome del file da importare nel database.
  • discountDesc: la descrizione che vogliamo visualizzare nella consegna per lo sconto.
-X POST https://mc.adobe.io/<ORGANIZATION>/campaign/<TRIGGER_URL>
-H 'Authorization: Bearer <ACCESS_TOKEN>' 
-H 'Cache-Control: no-cache' 
-H 'X-Api-Key: <API_KEY>' 
-H 'Content-Type: application/json;charset=utf-8' 
-H 'Content-Length:79' 
-i
-d {
-d "source:":"API",
-d "parameters":{
-d "fileToTarget":"profile.txt",
-d "discountDesc":"Running shoes"
-d } 

Passaggio 2: Configurazione del flusso di lavoro 1

Il flusso di lavoro 1 verrà creato come segue:

  • External signal activity: dove i parametri esterni devono essere dichiarati per essere utilizzati nel flusso di lavoro.
  • Transfer file activity: importa il file con il nome definito nei parametri.
  • Load file activity: carica i dati dal file importato nel database.
  • Update data activity: inserire o aggiornare il database con i dati del file importato.
  • Test activity: verifica se sono presenti dati importati.
  • Save audience activity: se il file contiene dei dati, salva i profili in un'audience.
  • End activity activity: chiama Workflow 2 con i parametri che si desidera utilizzare al suo interno.

Per configurare il flusso di lavoro, effettuate le seguenti operazioni:

  1. Dichiarare i parametri definiti nella chiamata API. A questo scopo, aprite l'attività External signal, quindi aggiungete i nomi e i tipi dei parametri.

  2. Aggiungete un'attività Transfer file per importare dati nel database. A tale scopo, trascinate e rilasciate l'attività, apritela, quindi selezionate la scheda Protocol.

  3. Selezionate l'opzione Use a dynamic file path, quindi utilizzate il parametro fileToTarget come file da trasferire:

    $(vars/@fileToTarget)
    

  4. Caricate i dati dal file nel database.

    A questo scopo, trascina e rilascia un'attività Load file nel flusso di lavoro, quindi configurala in base alle tue esigenze.

  5. Inserite e aggiornate il database con i dati del file importato.

    A questo scopo, trascinare un'attività Update data, quindi selezionare la scheda Identification per aggiungere un criterio di riconciliazione (nel nostro caso il campo email).

  6. Selezionate la scheda Fields to update, quindi specificate i campi da aggiornare nel database (nel nostro caso i campi firstname e email).

  7. Verificate se i dati vengono recuperati dal file. A tal fine, trascinate un'attività Test nel flusso di lavoro, quindi fate clic sul pulsante Add an element per aggiungere una condizione.

  8. Assegnare un nome e definire la condizione. Nel nostro caso, vogliamo verificare se la transizione in uscita contiene dati con la sintassi seguente:

    $long(vars/@recCount)>0
    

  9. Se i dati vengono recuperati, salvarli in un'audience. A questo scopo, aggiungete un'attività Save audience alla transizione Target non vuota, quindi apritela.

  10. Selezionate l'opzione Use a dynamic label, quindi utilizzate il parametro fileToTarget come etichetta dell'audience:

    $(vars/@fileToTarget)
    

  11. Trascina e rilascia un'attività End che chiamerà Flusso di lavoro 2 con i parametri, quindi aprila.

  12. Selezionate la scheda External signal, quindi specificate il flusso di lavoro da attivare e l'attività del segnale associata.

  13. Definite i parametri che desiderate utilizzare in Workflow 2 e i relativi valori associati.

    Nel nostro caso, vogliamo trasmettere i parametri originariamente definiti nella chiamata API (fileToTarget e scontoDesc), e un parametro aggiuntivo segmentCode con un valore costante ("20% di sconto").

Il flusso di lavoro 1 è configurato. È ora possibile generare il flusso di lavoro 2. Per ulteriori informazioni al riguardo, consulta questa sezione.

Passaggio 3: Configurazione del flusso di lavoro 2

Il flusso di lavoro 2 verrà creato come segue:

  • External signal activity: dove i parametri devono essere dichiarati per essere utilizzati nel flusso di lavoro.
  • Read audience activity: legge il pubblico salvato nel Flusso di lavoro 1.
  • Email delivery activity: invia un messaggio ricorrente all'audience di destinazione, personalizzato con parametri.

Per configurare il flusso di lavoro, effettuate le seguenti operazioni:

  1. Dichiarare i parametri definiti nel Flusso di lavoro 1.

    A tal fine, aprite l'attività External signal, quindi aggiungete il nome e il tipo di ciascun parametro definito nell'attività End del Flusso di lavoro 1.

  2. Utilizza l'audience salvata nel Flusso di lavoro 1. A questo scopo, trascinate un'attività Read audience nel flusso di lavoro, quindi apritela.

  3. Selezionate l'opzione Use a dynamic audience, quindi utilizzate il parametro fileToTarget come nome dell'audience da leggere:

    $(vars/@fileToTarget)
    

  4. Denominate la transizione in uscita in base al parametro segmentCode.

    A questo scopo, selezionare la scheda Transition, quindi l'opzione Use a dynamic segment code.

  5. Utilizzate il parametro segmentCode come nome della transizione in uscita:

    $(vars/@segmentCode)
    

  6. Trascinate e rilasciate un'attività Email delivery per inviare un messaggio al pubblico.

  7. Identificare i parametri da utilizzare nel messaggio per personalizzare con il parametro scontoDesc. A questo scopo, aprite le opzioni avanzate dell'attività, quindi aggiungete il nome e il valore del parametro.

  8. Ora puoi configurare il messaggio. Aprite l'attività, quindi selezionate Recurring email.

  9. Selezionate il modello da usare, quindi definite le proprietà dell’e-mail in base alle vostre esigenze.

  10. Utilizzate il parametro scontoDesc come campo di personalizzazione. A questo scopo, selezionatelo dall’elenco dei campi di personalizzazione.

  11. Ora puoi completare la configurazione del messaggio e inviarlo come di consueto.

Esecuzione dei flussi di lavoro

Una volta generati i flussi di lavoro, puoi eseguirli. Assicurati che i due flussi di lavoro siano avviati prima di eseguire la chiamata API.

In questa pagina