Configurazione del canale e-mail

In qualità di amministratore di Campaign, puoi effettuare la configurazione delle impostazioni del canale e-mail. Tali impostazioni avanzate includono i parametri generali del canale e-mail, account di indirizzamento e-mail, regole di elaborazione e-mail e proprietà e-mail. In questa pagina imparerai a modificare i valori predefiniti per l’e-mail generale e i parametri di invio.

Tieni presente che alcune impostazioni e-mail adesso sono gestite dall’MTA avanzato di Adobe Campaign. Pertanto:

  • Alcune configurazioni nell’interfaccia utente di Campaign non si applicano più:

  • Altri parametri adesso sono gestiti parzialmente da MTA avanzato, mentre alcune configurazioni possono ancora essere eseguite all’interno di Campaign. Le impostazioni interessate sono le seguenti:

    • Il parametro Message delivery duration nel menu Configuration. Per ulteriori informazioni, consulta questa sezione.
    • Il parametro Delivery duration o Validity limit for sending messages nella sezione Validity period. Per ulteriori informazioni, consulta questa sezione.
    • Le regole Bounce mails nelle Email processing rules. Per ulteriori informazioni, consulta questa sezione.

Parametri del canale e-mail

La schermata di configurazione e-mail consente di definire i parametri per il canale e-mail. Gli amministratori possono accedere a queste configurazioni nel menu Administration> Channels > Email >Configuration.

  • Campi delle maschere autorizzate

    La sezione Header parameters of sent emails elenca gli indirizzi e-mail autorizzati che puoi utilizzare per spedire e-mail ai destinatari (indirizzo del mittente) e per consentir loro di inviare risposte automatizzate, quali messaggi non recapitati asincroni, risposte fuori sede e così via (indirizzo di errore). Durante la fase di preparazione dei messaggi, Adobe Campaign verifica che gli indirizzi immessi siano validi. Questa modalità operativa assicura che non vengano utilizzati indirizzi che possono causare problemi di consegna.

    • Sia l’indirizzo del mittente che l’indirizzo di errore sono impostati da Adobe. Questi campi non possono essere vuoti.
    • Non è possibile modificarli. Per aggiornare un indirizzo, contatta il team di Assistenza cliente Adobe.
    • Per aggiungere un altro indirizzo, puoi utilizzare il Pannello di controllo Campaign per impostare un nuovo sottodominio o contattare il team di Assistenza cliente di Adobe. Se vengono utilizzate più maschere, saranno separate da virgole.
    • È buona norma impostare gli indirizzi utilizzando un asterisco, ad esempio *@tuodominio.com: ti consente di usare qualsiasi indirizzo che termina con il nome del sottodominio.
  • Consegna

    L’Delivery reports ID è fornito dal team di Assistenza cliente Adobe. Identifica ogni istanza con un ID di consegna che viene utilizzato nei report tecnici di consegna.

  • Parametri di consegna

    Adobe Campaign invia i messaggi a partire dalla data di inizio. Il campo Message delivery duration consente di specificare l’intervallo di tempo entro il quale verrà ritentato qualsiasi messaggio della consegna che riscontri un errore temporaneo o un messaggio non recapitato.

    IMPORTANTE

    Questo parametro adesso viene utilizzato in Campaign solo se è impostato su 3,5 giorni o meno. Se definisci un valore superiore a 3,5 giorni, non verrà preso in considerazione in quanto ora è gestito dall’MTA avanzato di Adobe Campaign.

    Il campo Online resources validity duration viene utilizzato per le risorse caricate, principalmente per la pagina speculare e per le immagini. Le risorse presenti in questa pagina sono valide per un periodo di tempo limitato (per risparmiare spazio su disco).

  • Nuovi tentativi

    I messaggi temporaneamente non consegnati sono soggetti a un nuovo tentativo automatico. Per ulteriori informazioni, consulta Tentativi dopo un errore temporaneo di consegna.

    Nota

    Il numero massimo di nuovi tentativi da eseguire e il ritardo minimo tra di essi sono ora gestiti dall’MTA avanzato di Adobe Campaign, in base alle prestazioni sia cronologiche che attuali di un IP all’interno di un determinato dominio. Le impostazioni di Nuovi tentativi in Campaign verranno ignorate.

  • Parametri di quarantena e-mail

    Nel campo Time between two significant errors, immetti un valore per definire il tempo che l’applicazione attende prima di incrementare il contatore degli errori in caso di errore di messaggio non recapitato. Il valore predefinito è "1d", che corrisponde a 1 giorno.

    Una volta raggiunto il valore Maximum number of errors before quarantine, l’indirizzo e-mail viene quindi messo in quarantena. Il valore predefinito è "5": l’indirizzo sarà messo in quarantena al quinto errore. Ciò significa che il contatto sarà automaticamente escluso dalle consegne successive.

    Per ulteriori informazioni sulle quarantena, consulta Informazioni sulla gestione della quarantena.

Account di indirizzamento e-mail

L’account esterno Integrated email routing è fornito per impostazione predefinita. Contiene i parametri tecnici che consentono all’applicazione di effettuare l’invio di e-mail.

Il tipo di account deve essere sempre impostato su Routing, il canale su Email e la modalità di consegna su Bulk delivery.

Argomento correlato:

Account esterni

Regole di elaborazione e-mail

È possibile accedere alle Email processing rules tramite il menu Administration > Channels > Email.

Tieni presente che i domini e-mail e le regole MX adesso sono gestiti dall’MTA avanzato di Adobe Campaign:

  • La firma di autenticazione dell’e-mail DKIM (DomainKeys Identified Mail) viene eseguita dall’MTA avanzato per tutti i messaggi di tutti i domini. La firma non viene eseguita con ID mittente, DomainKeys o S/MIME, a meno che non venga specificato diversamente a livello di MTA avanzato.
  • L’MTA avanzato utilizza le proprie regole MX, che gli consentono di personalizzare la velocità effettiva secondo il dominio in base alla reputazione cronologica dell’e-mail e al feedback in tempo reale proveniente dai domini da cui invii le e-mail.

Messaggi non recapitati

I messaggi non recapitati asincroni sono ancora qualificati dal processo Campaign inMail attraverso le regole Bounce mails.

Tali regole contengono l’elenco di stringhe di caratteri che possono essere restituite dai server remoti e che ti consentono di qualificare l’errore (Rigido, Morbido o Ignorato).

Nota

Per i messaggi di errore di mancata consegna sincroni, l’MTA avanzato di Adobe Campaign determina il tipo di messaggio non recapitato e la relativa qualifica, quindi invia nuovamente tali informazioni a Campaign.

Per ulteriori informazioni sulla qualifica della posta non recapitata, consulta questa sezione.

Elenco delle proprietà delle e-mail

In questa sezione viene illustrato l’elenco dei parametri disponibili nella schermata delle proprietà di un e-mail o di un modello e-mail.

Nota

Alcuni parametri sono disponibili solo nei modelli. I parametri a cui puoi accedere dipendono dalle tue autorizzazioni.

Per modificare le proprietà di un e-mail o di un modello e-mail, utilizza il pulsante Edit properties.

Parametri generali

Nella parte superiore della schermata dei parametri e-mail, identifica il messaggio e-mail utilizzando i campi Label e ID. Queste informazioni vengono visualizzate nell’interfaccia ma non sono visibili ai destinatari del messaggio.

IMPORTANTE

L’ID deve essere univoco.

Il campo Brand ti consente di selezionare il brand collegato alla consegna. Per ulteriori informazioni sull’utilizzo e sulla configurazione dei brand, consulta la sezione Branding.

Il campo Campaign consente di inserire la campagna collegata all’e-mail.

Puoi anche aggiungere una Description nel campo corrispondente e modificare l’immagine visualizzata nella miniatura dell’e-mail negli elenchi.

Parametri di invio

La sezione Send è disponibile solo per i modelli e-mail. Contiene i seguenti parametri:

Parametri dei nuovi tentativi

I messaggi temporaneamente non consegnati sono soggetti a un nuovo tentativo automatico. Per ulteriori informazioni, consulta Tentativi dopo un errore temporaneo di consegna.

Nota

Il ritardo minimo tra i nuovi tentativi e il numero massimo di nuovi tentativi da eseguire sono ora gestiti dall’MTA avanzato di Adobe Campaign, in base alle prestazioni sia cronologiche che attuali di un IP all’interno di un determinato dominio. Le impostazioni di Nuovi tentativi di Campaign verranno ignorate.

L’impostazione della durata di consegna (definita nella sezione Parametri del periodo di validità) configurata in Campaign continuerà a essere rispettata, ma solo fino a 3,5 giorni. A questo punto, tutti i messaggi nella coda dei nuovi tentativi verranno rimossi e reinviati come messaggi non recapitati. Per ulteriori informazioni sugli errori di consegna, consulta questa sezione.

Parametri del formato e-mail

Puoi configurare il formato delle e-mail da inviare. Sono disponibili tre opzioni:

  • Use recipient preferences (modalità predefinita): il formato del messaggio viene definito in base ai dati memorizzati nel profilo del destinatario e poi memorizzato per impostazione predefinita nel campo Email format (@emailFormat). Se un destinatario desidera ricevere i messaggi in un determinato formato, questo sarà il formato inviato. Se il campo non è completato, viene inviato un messaggio multipart-alternative (vedi sotto).

  • Let recipient mail client choose the most appropriate format (multipart-alternative): il messaggio contiene entrambi i formati: testo e HTML. Il formato visualizzato in base alla ricezione dipende dalla configurazione del software di posta del destinatario (multipart-alternative).

    IMPORTANTE

    Questa opzione include entrambe le versioni del messaggio. Di conseguenza, influisce sulla velocità effettiva di consegna, poiché la dimensione del messaggio è maggiore.

  • Send all messages in text format: il messaggio viene inviato in formato testo. Il formato HTML non verrà inviato, ma sarà utilizzato per la pagina speculare solo quando il destinatario farà clic sul collegamento nel messaggio.

Modalità di prova SMTP

L’opzione Enable SMTP test mode consente di verificare l’invio di e-mail tramite una connessione SMTP, senza inviare effettivamente i messaggi.
I messaggi vengono elaborati fino a che non si stabilisce la connessione con il server SMTP, ma non ne viene eseguito l’invio.

Questa opzione è disponibile per le e-mail e per i modelli e-mail.

Se abiliti l’opzione della modalità di prova SMTP per un modello e-mail, questa opzione sarà attivata per tutti i messaggi e-mail creati da questo modello.

IMPORTANTE

Quando questa opzione è abilitata per un’e-mail, nessun messaggio verrà inviato finché non viene deselezionato.
Nell’e-mail o nel dashboard del modello e-mail verrà visualizzato un avviso.

Per ulteriori informazioni sulla configurazione di SMTP, consulta la sezione Elenco dei parametri SMTP dell’e-mail.

Parametri del periodo di validità

La sezione Validity period contiene i seguenti parametri:

  • Explicitly set validity dates: quando questa casella è deselezionata, è necessario inserire una durata nei campi Delivery duration e Resource validity limit.

    Se desideri date e ore specifiche, seleziona questa casella.

  • Delivery duration/Validity limit for sending messages: Adobe Campaign invia i messaggi a partire dalla data di inizio. Questo campo consente di specificare la durata nel corso della quale è possibile inviare i messaggi.

    IMPORTANTE

    Questo parametro ora è gestito dall’MTA avanzato di Adobe Campaign. È necessario definire un valore fino a 3,5 giorni. Se definisci un valore superiore a 3,5 giorni, questo non verrà preso in considerazione.

  • Resource validity duration/Validity limit date for resources: questo campo viene utilizzato per le risorse caricate, principalmente per la pagina speculare e per le immagini. Le risorse presenti in questa pagina sono valide per un periodo di tempo limitato (per risparmiare spazio su disco).

  • Mirror page management: la pagina speculare è una pagina HTML accessibile online tramite un browser web. Il contenuto è identico a quello dell’e-mail. Per impostazione predefinita, la pagina speculare viene generata se il collegamento viene inserito nel contenuto della posta. Questo campo ti consente di modificare la modalità di generazione della pagina:

    IMPORTANTE

    Per poter creare la pagina speculare, il contenuto HTML deve essere stato definito per l’e-mail.

    • Generate the mirror page if a mirror link appears in the email content (modalità predefinita): la pagina speculare viene generata se il collegamento viene inserito nel contenuto della posta.
    • Force the generation of the mirror page: anche se nei messaggi non viene inserito alcun collegamento alla pagina speculare, la pagina verrà creata ugualmente.
    • Do not generate the mirror page: non viene creata alcuna pagina speculare, anche se il collegamento è presente nei messaggi.
    • Generate a mirror page accessible using only the message ID: questa opzione consente di accedere al contenuto della pagina speculare, con le informazioni sulla personalizzazione riportate nella finestra del registro di consegna.
Nota

Il parametro Delivery duration non si applica ai messaggi sulle transazioni. Per ulteriori informazioni sulla messaggistica transazionale, consulta questa sezione.

Parametri di tracciamento

La sezione Tracking contiene i seguenti parametri:

  • Activate tracking: consente di attivare/disattivare il tracciamento URL del messaggio. Per gestire il tracciamento di ciascun URL del messaggio, utilizza l’icona Links nella barra delle azioni di E-mail Designer. Consulta la sezione Informazioni sugli URL tracciati.
  • Tracking validity limit: consente di definire la durata per la quale verrà attivato il tracciamento sugli URL.
  • Substitution URL for expired URLs: puoi immettere un URL per una pagina web che verrà visualizzata alla scadenza del tracciamento.

Parametri avanzati

La sezione Advanced parameters contiene più parametri.

I primi campi consentono di inserire le informazioni necessarie per l’elaborazione delle intestazioni dei messaggi e-mail. Qui puoi gestire l’indirizzo e il testo della risposta, nonché l’indirizzo del mittente, che riempie il campo "Da:". Queste informazioni possono essere personalizzate.

Fai clic sul pulsante a destra del campo da modificare, quindi aggiungi il campo di personalizzazione, il blocco di contenuto o il testo dinamico.

L’inserimento e l’utilizzo del contenuto di personalizzazione sono descritti in modo dettagliato nella documentazione Personalizzazione del contenuto dell’e-mail.

Contesto del target

Il contesto di targeting ti permette di definire un set di tabelle da utilizzare per il targeting delle e-mail (nella schermata di definizione del pubblico) e per la personalizzazione (impostazione dei campi di personalizzazione nell’editor di contenuti HTML).

Indirizzamento

Questo campo indica la modalità di indirizzamento utilizzata. Fa riferimento a un account esterno. Ad esempio, può essere utilizzato se desideri ricorrere a un account esterno contenente configurazioni di branding specifiche.

Nota

Gli account esterni sono accessibili tramite il menu Administration > Application settings > External accounts.

Preparazione

La preparazione dei messaggi è spiegata nel dettaglio nella sezione Approvazione dei messaggi.

  • Typology: prima di qualsiasi invio, i messaggi devono essere preparati al fine di convalidarne il contenuto e la configurazione. Le regole di verifica applicate durante la fase di preparazione sono definite in una tipologia. Ad esempio, per le e-mail, la preparazione prevede il controllo dell’oggetto, degli URL e delle immagini e così via. Seleziona la tipologia da applicare in questo campo.

    Nota

    Le tipologie, accessibili tramite il menu Administration > Channels > Typologies, sono presentate in questa sezione.

  • Compute the label during delivery preparation: consente di calcolare il valore dell’etichetta dell’e-mail durante la fase di preparazione dei messaggi tramite campi di personalizzazione, blocchi di contenuto e testo dinamico.

    È inoltre possibile personalizzare l’etichetta di consegna con le variabili evento dichiarate nell’attività del segnale esterno del flusso di lavoro. Per ulteriori informazioni, consulta questa sezione.

  • Save SQL queries in the log: questa opzione consente di aggiungere i registri di query SQL nel giornale di registrazione durante la fase di preparazione.

Impostazioni di bozza

Questa sezione consente di configurare il prefisso predefinito da utilizzare nella riga dell’oggetto della bozza. Per ulteriori informazioni, consulta questa sezione.

Elenco dei parametri SMTP dell’e-mail

La sezione SMTP contiene i seguenti parametri:

  • Character encoding: seleziona la casella Force encoding per forzare la codifica dei messaggi, quindi scegli la codifica da utilizzare.

  • Bounce mails: per impostazione predefinita, i messaggi non recapitati vengono ricevuti nella casella in entrata degli errori della piattaforma (definita nella schermata Administration > Channels > Email > Configuration). Per impostare un indirizzo di errore specifico per un’e-mail, inseriscilo nel campo Error address.

  • Additional SMTP headers: questa opzione ti consente di aggiungere ai messaggi le intestazioni SMTP aggiuntive. Lo script immesso nel campo Headers deve fare riferimento a un’intestazione per riga, nella forma di nome:valore. Se necessario, i valori vengono codificati automaticamente.

    IMPORTANTE

    L’aggiunta di uno script per l’inserimento di intestazioni SMTP aggiuntive è un’operazione riservata agli utenti avanzati. La sintassi di questo script deve essere conforme ai requisiti di questo tipo di contenuto: nessuno spazio inutilizzato, nessuna linea vuota e così via.

Elenco dei parametri di autorizzazione di accesso

La sezione Access authorization contiene i seguenti parametri:

  • Il campo Organizational unit consente di limitare l’accesso a questo messaggio e-mail a determinati utenti. Gli utenti associati all’unità o alle unità principali specificate avranno accesso in lettura e scrittura a questa e-mail. Gli utenti associati alle unità secondarie avranno accesso in sola lettura a questa e-mail.

    Nota

    Puoi configurare le unità organizzative dal menu Administration > Users & Security.

  • I campi Created by, Created, Modified by e Last modified vengono completati automaticamente.

In questa pagina