Tracciamento della risoluzione dei problemi

In questa sezione troverai le domande più frequenti sul tracciamento della configurazione e dell’implementazione in Adobe Campaign Classic.

Il flusso di lavoro di tracciamento non riesce

Il mio flusso di lavoro di tracciamento non riesce. Come posso rilevare le righe danneggiate nel file di tracciamento?

NOTA

Disponibile solo per Windows

Il file di registro di tracciamento danneggiato …/nl6/var/<nome_istanza>/redir/log/0x0000 log può arrestare il flusso di lavoro di tracciamento. Per rilevare facilmente le linee danneggiate e rimuoverle per riprendere il flusso di lavoro di tracciamento, potete utilizzare i comandi riportati di seguito.

So in quale file la linea danneggiata è

In tal caso, le righe danneggiate possono essere trovate nel file 0x000000000A0000.log, ma lo stesso processo può essere applicato a un set di file, uno per uno.

$ cd {install directory}/var/{instance name}/redir/log
$ cat 0x00000000000A0000.log | sed -nE '/^[[:alnum:]]{2}x[[:alnum:]]*\t[0-9T:\.-]*\t[0-9a-fA-F]*\t[0-9a-fA-F]*\t[0-9a-fA-F]*\t[[:alnum:]]*\t[[:alnum:]-]*\t[[:print:]]*\t[[:print:]]*\t[[:print:]]*\t([0-9a-fA-F\.:]*|[0-9a-fA-F\.:]*\t[[:print:]]*|[0-9a-fA-F\.:]*,[[:print:]]*)$/!p'

Potete quindi interrompere il flusso di lavoro di tracciamento, eliminare le righe danneggiate e riavviare il flusso di lavoro.

Non ora in quale file la linea danneggiata è

  1. utilizzate la seguente riga di comando per archiviare tutti i file di tracciamento.

    $ cd {install directory}/var/{instance name}/redir/log
    $ cat *.log | sed -nE '/^[[:alnum:]]{2}x[[:alnum:]]*\t[0-9T:\.-]*\t[0-9a-fA-F]*\t[0-9a-fA-F]*\t[0-9a-fA-F]*\t[[:alnum:]]*\t[[:alnum:]-]*\t[[:print:]]*\t[[:print:]]*\t[[:print:]]*\t([0-9a-fA-F\.:]*|[0-9a-fA-F\.:]*\t[[:print:]]*|[0-9a-fA-F\.:]*,[[:print:]]*)$/!p'
    
  2. Il comando elenca tutte le righe danneggiate. Ad esempio:

    50x000000000FD7EC86 2017-06-24T21:00:50.96 1f506d71 1aeab4b6 1af77020 0 e5155671-4ab7-4ce4-a763-3b82dda6d881 h
    Mozilla/5.0 (Macintosh; Intel Mac OS X 10_12_4) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/55.0.2883.95 Safari/537.36 52.46.20.64
    
    NOTA

    Il ritorno a capo è stato aggiunto prima dell'agente utente per consentire una migliore lettura e non riflette il rendering efficace.

  3. Eseguite un comando grep per trovare il file corrispondente.

$ grep -Rn <Log Id>
# for example:
$ grep -Rn 50x000000000FD7EC86
  1. Individuare il registro difettoso con il nome del file e il numero di riga. Ad esempio:

    ./0x000000000FD7E000.log:3207:50x000000000FD7EC86 2017-06-24T21:00:50.96 1f506d71 1aeab4b6 1af77020 0 e5155671-4ab7-4ce4-a763-3b82dda6d881 h
    Mozilla/5.0 (Macintosh; Intel Mac OS X 10_12_4) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/55.0.2883.95 Safari/537.36 52.46.20.64
    
    NOTA

    È stato aggiunto un ritorno a capo prima dell'agente utente per consentire una lettura migliore e non riflette il rendering efficace.

Potete quindi interrompere il flusso di lavoro di tracciamento, eliminare le righe danneggiate e riavviare il flusso di lavoro.

Quando si tenta di accedere ai collegamenti di tracciamento, viene visualizzato il messaggio seguente:

Requested URL '/r/ id=h787bc0,281a4d8,281a4da&amp;p1=1' cannot be found

  1. Accedete a <redirection_server>/r/test URL e verificate che il numero di build e localhost siano stati restituiti dalla richiesta.

  2. Controlla la configurazione di spareServer nel file serverConf.xml per il server di tracciamento. Questa configurazione deve essere in modalità di reindirizzamento.

    <redirection>
       <spareServer _operation="update" enabledIf="$(hostname)!='test-rt1'" id="1"
       url="http://test-rt1:8080"/>
       <spareServer _operation="insert" enabledIf="$(hostname)!='test-rt4'" id="4"
       url="http://test-rt4:8080"/>
       <spareServer _operation="insert" enabledIf="$(hostname)!='test-rt3'" id="3"
       url="http://test-rt3:8080"/>
       <spareServer _operation="insert" enabledIf="$(hostname)!=test-rt2'" id="2"
       url="http://test-rt2:8080"/>
    </redirection>
    
  3. Verificare manualmente se il file <deliveryID>.xml esiste nel computer in …directory /nl6/var/<nome_istanza>/redir/url/<AAAA> (AAAA rappresenta l'anno di consegna).

  4. Controllate manualmente se è possibile trovare <trackingUrlId> nel file <deliveryID>.xml.

  5. Verifica manualmente l’esistenza di broadlogID nella relativa consegna dell’ID di distribuzione.

  6. Controlla le autorizzazioni per i file <deliveryID>.xml in …/nl6/var/<nome_istanza>/redir/url/anno.

    Devono disporre di almeno 644 autorizzazioni in modo che Apache possa leggere gli URL di tracciamento per reindirizzare il collegamento richiesto.

Aggiornare l'opzione NmsTracking_Pointer?

Per aggiornare l’opzione NmsTracking_Pointer, effettuate le seguenti operazioni:

  1. Arrestate il flusso di lavoro di tracciamento.

  2. Arrestate il servizio trackinglogd.

  3. Aggiornare l'opzione NmsTracking_Pointer al valore desiderato.

  4. Riavviate il servizio trackinglogd.

  5. Riavviate il flusso di lavoro di tracciamento.

Il monitoraggio non sembra funzionare con WebMail

Potete personalizzare la formula di tracciamento dei clic e specificare una formula di tracciamento Adobe Analytics personalizzata.

Questo tipo di personalizzazione deve essere effettuato con cautela per evitare di aggiungere caratteri di avanzamento riga aggiuntivi. Tutti i caratteri linefeed presenti al di fuori dell'espressione javascript saranno presenti nella formula finale.

Questo tipo di carattere di avanzamento riga aggiuntivo nell'URL di tracciamento causerà un problema in alcuni WebMail (AOL, GMail, ecc.).

Primo esempio:

  • Sintassi errata

    <%@ include option='NmsTracking_ClickFormula' %><% // Parameters expected by Adobe-Genesis
    var pattern = new RegExp("(nl611\.test15|google\.com)", 'i')
    if( $(urlstring).match(pattern) && delivery.FCP == false )
    {
    %>
    &cid=<%= message.delivery.internalName %>&bid=<%= message.id.toString().toLowerCase() %><% } %>
    
  • Sintassi corretta

    <%@ include option='NmsTracking_ClickFormula' %><% // Parameters expected by Adobe-Genesis
    var pattern = new RegExp("(nl611\.test15|google\.com)", 'i')
    if( $(urlstring).match(pattern) && delivery.FCP == false )
    {
    %>&cid=<%= message.delivery.internalName %>&bid=<%= message.id.toString().toLowerCase() %><% } %>
    

Per capire dove si trova il feed di linea aggiuntivo, è possibile sostituire l'espressione javascript con una stringa fissa STRING.

// Incorrect
STRING1
&cid=STRING2&bid=STRING3

// Correct
STRING1&cid=STRING2&bid=STRING3

Secondo esempio

  • Sintassi errata

    <%@ include option='NmsTracking_ClickFormula' %>
    <% // Parameters expected by Adobe-Genesis
    var pattern = new RegExp("(vistaprint|entryUrl)", 'i')
    if( $(urlstring).match(pattern) && delivery.FCP == false )
    {%>&cid=<%= message.delivery.internalName%>&bid=<%= message.id.toString().toLowerCase()%>&SHPID=<%= message.recipient.factShopper.shopper_id %><% }
    
    %>
    
  • Sintassi corretta

    <%@ include option='NmsTracking_ClickFormula' %><% // Parameters expected by Adobe-Genesis
    var pattern = new RegExp("(vistaprint|entryUrl)", 'i')
    if( $(urlstring).match(pattern) && delivery.FCP == false )
    {%>&cid=<%= message.delivery.internalName%>&bid=<%= message.id.toString().toLowerCase()%>&SHPID=<%= message.recipient.factShopper.shopper_id %><% }
    
    %>
    

Per capire dove si trova il feed di linea aggiuntivo, è possibile sostituire l'espressione javascript con una stringa fissa STRING.

// Incorrect
STRING1&cid=STRING2&bid=STRING3&SHPID=STRING4

// Correct
STRING1&cid=STRING2&bid=STRING3&SHPID=STRING4

Il recupero dei log di monitoraggio è troppo lento

Quando l’istanza non recupera direttamente i registri di tracciamento ma da un server Adobe Campaign Classic remoto, i registri vengono recuperati tramite la chiamata SOAP GetTrackingLogs definita nello schema remoteTracking.

Un'opzione nel file serverConf.xml consente di impostare il numero di file di registro recuperati contemporaneamente tramite questo metodo: logCountPerRequest.

Il valore predefinito di logCountPerRequest è 1000. In alcuni casi potrebbe risultare troppo piccolo. I valori accettati devono essere compresi tra 0 e 10.000.

In Adobe Campaign Classic, una mappatura di destinazione dovrebbe essere univoca in termini di schema destinatario rispetto agli schemi di trasmissione/tracciamento.

Non è possibile utilizzare più schemi di targeting con lo stesso schema di trackinglog, poiché il flusso di lavoro di tracciamento non sarà in grado di riconciliare i dati con l'ID di targeting.

Se non desiderate utilizzare la mappatura di destinazione out-of-the-box con nms:Recipients, consigliamo i seguenti approcci:

  • Se desiderate utilizzare la dimensione di targeting personalizzata, dovete creare uno schema wideLog/trackingLog personalizzato utilizzando nms:broadcast come modello (ad esempio, nms:wideLogRcp, nms:wideLogSvc, ecc.).

  • Se si desidera utilizzare OOB trackingLogRcp/broadLogRcp, la dimensione di targeting deve essere nms:destinatario e la dimensione di filtro potrebbe essere uno schema personalizzato.

In questa pagina

Adobe Summit Banner

A virtual event April 27-28.

Expand your skills and get inspired.

Register for free
Adobe Summit Banner

A virtual event April 27-28.

Expand your skills and get inspired.

Register for free
Adobe Maker Awards Banner

Time to shine!

Apply now for the 2021 Adobe Experience Maker Awards.

Apply now
Adobe Maker Awards Banner

Time to shine!

Apply now for the 2021 Adobe Experience Maker Awards.

Apply now