Introduzione al tracciamento dei collegamenti personalizzati

I collegamenti nel contenuto delle e-mail che contengono personalizzazioni devono essere tracciati con una sintassi specifica.

L’utilizzo di JavaScript nel contenuto delle e-mail (HTML o testo) consente di generare e inviare contenuto dinamico ai destinatari, con due limitazioni:

  • Lo script non può accedere direttamente al database (funzioni SQL e funzioni API non disponibili),
  • Adobe Campaign deve essere in grado di rilevare gli URL in modo che i collegamenti possano essere tracciati. Ulteriori informazioni

Puoi aggiungere istruzioni specifiche di pre-elaborazione per creare uno script dell’URL e tenerne traccia. Ulteriori informazioni

Per il rilevamento del tracciamento, Adobe Campaign incorpora Tidy per analizzare l'origine HTML e rilevare il pattern. Elenca tutti gli URL del contenuto in modo che possano essere tracciati singolarmente. Adobe Campaign utilizza di nuovo Tidy per sostituire l'URL (http://myurl.com) con un URL che punta al server di reindirizzamento di Adobe Campaign.

Ad esempio, nel contenuto iniziale: http://myurl.com/a.php?name=<%=escapeUrl(recipient.lastName)%> è sostituito per un particolare destinatario con: http://emailing.customer.com/r/?id=h617791,71ffa3,71ffa8&p1=CustomerName

Dove:

  • "h" significa il contenuto HTML (o "t" per il contenuto di testo).
  • 617791 è l'ID del messaggio / wideLog ID (esadecimale).
  • 71ffa3 è l'ID NmsDelivery (esadecimale).
  • 71ffa8 è l'ID NmsTrackingUrl (esadecimale).
  • p1, p2 e così via sono tutti i parametri da sostituire nell’URL.

In questa pagina