Informazioni sulla gestione della quarantena

Informazioni sulla quarantena

Adobe Campaign gestisce un elenco di indirizzi in quarantena. I destinatari il cui indirizzo è stato messo in quarantena sono esclusi per impostazione predefinita durante l’analisi della consegna e non saranno oggetto di targeting. Un indirizzo e-mail può essere posto in quarantena, ad esempio, quando la casella di posta è piena o se l’indirizzo non esiste. In ogni caso, la procedura di quarantena è conforme alle norme specifiche descritte di seguito.

NOTA

Questa sezione si applica ai canali online: e-mail, SMS, notifica push.

Ottimizzazione della consegna tramite quarantena

I profili con indirizzi e-mail o numeri di telefono in quarantena vengono automaticamente esclusi durante la preparazione dei messaggi (vedi Identificazione degli indirizzi messi in quarantena per una consegna). In questo modo le consegne sono più rapide, poiché il tasso di errore ha un effetto significativo sulla velocità di consegna.

Alcuni provider di accesso a Internet considerano automaticamente le e-mail come spam se il tasso di indirizzi non validi è troppo alto. La quarantena ti consente quindi di evitare di essere aggiunta al elenco Bloccati da questi provider.

Inoltre, le quarantene contribuiscono a ridurre i costi di invio degli SMS escludendo numeri di telefono errati dalle consegne. Per ulteriori informazioni sulle best practice per proteggere e ottimizzare le consegne, consulta questa pagina .

Quarantena rispetto elenco Bloccati

La quarantena si applica solo a un indirizzo, non a tutto il profilo. Ciò significa che se due profili hanno lo stesso indirizzo e-mail, vengono entrambi coinvolti se l’indirizzo viene messo in quarantena.

Allo stesso modo, un profilo con un indirizzo e-mail messo in quarantena potrebbe aggiornare il profilo e immettere un nuovo indirizzo e potrebbe quindi essere nuovamente indirizzato mediante azioni di consegna.

Il fatto di essere sul elenco Bloccati, d'altra parte, fa sì che il profilo non sia più oggetto di targeting da parte di alcuna consegna, ad esempio dopo un annullamento dell'abbonamento (opt-out).

NOTA

Quando un utente risponde a un messaggio SMS con una parola chiave come "STOP" per rifiutare le consegne SMS, il suo profilo non viene aggiunto al elenco Bloccati come nel processo di rinuncia alle e-mail. Il numero di telefono del profilo viene messo in quarantena in modo che l’utente continui a ricevere messaggi e-mail.

Identificazione degli indirizzi messi in quarantena

È possibile elencare gli indirizzi messi in quarantena per una consegna specifica o per l’intera piattaforma.

Identificazione di indirizzi messi in quarantena per una consegna

Gli indirizzi messi in quarantena per una consegna specifica sono elencati durante la fase di preparazione della consegna, nei registri di consegna del dashboard di consegna (consulta Log di consegna e cronologia).

Identificazione degli indirizzi messi in quarantena per l’intera piattaforma

Gli amministratori possono elencare gli indirizzi messi in quarantena per l’intera piattaforma dal nodo Administration > Campaign Management > Non deliverables Management > Non deliverables and addresses .

NOTA

Questo menu elenca gli elementi messi in quarantena per i canali e-mail, SMS e di notifiche push.

Per ciascun indirizzo sono disponibili le seguenti informazioni:

NOTA

L’aumento del numero delle quarantene è un effetto normale, legato all’"usura" del database. Ad esempio, se la durata di un indirizzo e-mail è considerata di tre anni e la tabella dei destinatari aumenta del 50% ogni anno, l’aumento delle quarantene può essere calcolato come segue:

Fine anno 1: (10.33)/(1+0.5)=22%.
Fine anno 2: ((1.22
0.33)+0.33)/(1.5+0.75)=32,5%.

Identificazione degli indirizzi messi in quarantena nei rapporti di consegna

I seguenti rapporti forniscono informazioni sugli indirizzi messi in quarantena:

  • Per ogni consegna, il rapporto Delivery summary mostra il numero di indirizzi messi in quarantena nella destinazione di consegna. Viene visualizzato:

    • il numero di indirizzi messi in quarantena durante l’analisi della consegna,

    • Il numero di indirizzi messi in quarantena dopo l’azione di consegna.

  • Il rapporto Non-deliverables and bounces visualizza informazioni sugli indirizzi messi in quarantena, sui tipi di errore rilevato, ecc., e un’interruzione non riuscita per dominio.

Puoi cercare queste informazioni per tutte le consegne della piattaforma (Home page > Reports) o per una consegna specifica. È inoltre possibile creare rapporti personalizzati e selezionare le informazioni da visualizzare.

Identificazione degli indirizzi messi in quarantena per un destinatario

Puoi cercare lo stato dell’indirizzo e-mail di qualsiasi destinatario. A questo scopo, seleziona il profilo del destinatario e fai clic sulla scheda Deliveries . Per tutte le consegne a quel destinatario, puoi scoprire se l’indirizzo non è riuscito, se è stato messo in quarantena durante l’analisi, ecc. Per ogni cartella, puoi visualizzare solo i destinatari il cui indirizzo e-mail è in quarantena. A questo scopo, utilizza il filtro dell'applicazione Quarantined email address.

Rimozione di un indirizzo messo in quarantena

Se necessario, è possibile rimuovere manualmente un indirizzo dall’elenco di quarantena. Inoltre, gli indirizzi che corrispondono a condizioni specifiche vengono eliminati automaticamente dall’elenco di quarantena dal flusso di lavoro Database cleanup .

Per rimuovere manualmente un indirizzo dall’elenco di quarantena:

  • Puoi modificarne lo stato in Valid dal nodo Administration > Campaign Management > Non deliverables Management > Non deliverables and addresses.

  • Puoi anche modificarne lo stato in Allowlisted. In questo caso, l’indirizzo rimane nell’elenco di quarantena, ma sarà oggetto di targeting sistematico, anche in caso di errore.

Gli indirizzi vengono rimossi automaticamente dall’elenco di quarantena nei seguenti casi:

  • Gli indirizzi in uno stato With errors verranno rimossi dall’elenco di quarantena dopo una consegna riuscita.
  • Gli indirizzi in uno stato With errors verranno rimossi dall’elenco di quarantena se l’ultimo messaggio non recapitato è stato visualizzato più di 10 giorni fa. Per ulteriori informazioni sulla gestione degli errori software, consulta questa sezione.
  • Gli indirizzi in uno stato With errors che rimbalzano con l'errore Mailbox full verranno rimossi dall'elenco di quarantena dopo 30 giorni.

Il loro stato cambia in Valid.

IMPORTANTE

I destinatari con un indirizzo in uno stato Quarantine o On denylist non verranno mai rimossi, anche se ricevono un’e-mail.

È possibile modificare il numero di errori e il periodo tra due errori. A questo scopo, modifica le impostazioni corrispondenti nella procedura guidata di distribuzione (Email channel > Advanced parameters). Per ulteriori informazioni sulla procedura guidata di distribuzione, consulta questa sezione.

Condizioni per la messa in quarantena di un indirizzo

Adobe Campaign gestisce la quarantena in base al tipo di consegna non riuscita e al motivo assegnato durante la qualifica dei messaggi di errore (consulta Qualificazione di mail non recapitate) e Tipi e motivi di consegna non riuscita.

  • Errore ignorato: gli errori ignorati non mettono un indirizzo in quarantena.
  • Errore rigido: l’indirizzo e-mail corrispondente viene messo immediatamente in quarantena.
  • Errore morbido: gli errori morbidi non mettono immediatamente un indirizzo in quarantena, ma incrementano un contatore di errori. Per ulteriori informazioni, consulta Gestione degli errori software.

Se un utente qualifica un'e-mail come spam (loop di feedback), il messaggio viene automaticamente reindirizzato verso una casella di posta tecnica gestita da Adobe. L’indirizzo e-mail dell’utente viene quindi messo automaticamente in quarantena.

Nell’elenco degli indirizzi messi in quarantena, il campo Error reason indica perché l’indirizzo selezionato è stato messo in quarantena. In Adobe Campaign la quarantena distingue tra maiuscole e minuscole. Accertati di importare gli indirizzi e-mail in lettere minuscole, in modo che non vengano reindirizzate in un secondo momento.

Gestione degli errori software

Al contrario degli errori rigidi, gli errori morbidi non mettono immediatamente un indirizzo in quarantena, ma incrementano un contatore di errori.

  • Quando il contatore degli errori raggiunge la soglia limite, l’indirizzo viene messo in quarantena.
  • Nella configurazione predefinita, la soglia è impostata a cinque errori, dove due errori sono significativi se si verificano almeno a 24 ore di distanza. L’indirizzo viene messo in quarantena al quinto errore.
  • È possibile modificare la soglia del contatore di errori. Per ulteriori informazioni, consulta Tentativi dopo un errore temporaneo di consegna.

Il contatore degli errori viene reinizializzato se l’ultimo errore significativo si è verificato più di 10 giorni fa. Lo stato dell'indirizzo cambia in Valido e viene eliminato dall'elenco delle quarantene dal flusso di lavoro Database cleanup.

quarantene di notifiche push

Il meccanismo di quarantena per le notifiche push è globalmente lo stesso del processo generale. Consulta Informazioni sulla quarantena. Tuttavia alcuni errori vengono gestiti in modo diverso per le notifiche push. Ad esempio, per alcuni errori soft, non vengono eseguiti nuovi tentativi all’interno della stessa consegna. Le specificità della notifica push sono elencate di seguito. Il meccanismo di esecuzione di nuovi tentativi (numero di tentativi, frequenza) è lo stesso utilizzato per le e-mail.

Gli elementi messi in quarantena sono token dispositivo.

quarantena iOS

Il protocollo HTTP/V2 consente un feedback e uno stato diretti per ogni consegna push. Se si utilizza il connettore del protocollo HTTP/V2, il servizio di feedback non viene più chiamato dal flusso di lavoro mobileAppOptOutMgt . Un token viene considerato non registrato quando un’app mobile viene disinstallata o reinstallata.

In modo sincrono, se le APN restituiscono uno stato "non registrato" per un messaggio, il token di destinazione viene messo immediatamente in quarantena.

Scenario
Stato
Messaggio di errore
Tipo di errore
Motivo dell'errore
Riprova
Dispositivo di destinazione alimentato su
OK
Dispositivo di destinazione spento
OK
L'utente disabilita le notifiche per l'applicazione
OK
Fase di creazione/analisi del messaggio - payload troppo grande
Errore
Payload troppo lungo
Soft
Rifiutato
No
Fase di creazione/analisi dei messaggi - problema di formato di contenuto imprevisto
Errore
Vari messaggi di errore in base all'errore
Soft
Non definito
No
Problema del certificato (password, corruzione, ecc.) e verifica la connessione al problema APN
Errore
Vari messaggi di errore in base all'errore
Soft
Rifiutato
No
Connessione di rete persa durante l'invio
Errore
Errore di connessione
Non definito
Non raggiungibile

Rifiuto del messaggio APN: Annullamento della registrazione
: l'utente ha rimosso l'applicazione o il token è scaduto
Errore
Non registrato
Rigido
Utente sconosciuto
No
Rifiuto del messaggio APN: tutti gli altri errori
Errore
La causa del rifiuto dell'errore sarà presente nel messaggio di errore
Soft
Rifiutato
No

quarantena Android

Per Android V1

Per ogni notifica, Adobe Campaign riceve gli errori sincroni direttamente dal server FCM. Adobe campagna li gestisce al volo e genera errori rigidi o morbidi in base alla gravità dell'errore e possono essere eseguiti nuovi tentativi:

  • Lunghezza del payload superata, problema di connessione, problema di disponibilità del servizio: esecuzione di un nuovo tentativo, errore soft, motivo dell'errore Refused.
  • Quota del dispositivo superata: nessun nuovo tentativo, errore soft, motivo di errore Refused.
  • Token non valido o non registrato, errore imprevisto, problema dell'account del mittente: nessun nuovo tentativo, errore rigido, motivo errore Refused.

Il flusso di lavoro mobileAppOptOutMgt viene eseguito ogni 6 ore per aggiornare la tabella AppSubscriptionRcp. Per i token dichiarati non registrati o non più validi, il campo Disabilitato è impostato su True e la sottoscrizione collegata a tale token dispositivo verrà automaticamente esclusa dalle consegne future.

Durante l’analisi della consegna, tutti i dispositivi esclusi dalla destinazione vengono aggiunti automaticamente alla tabella excludeLogAppSubRcp .

NOTA

Per i clienti che utilizzano il connettore Baidu, di seguito sono riportati i diversi tipi di errori:

  • Problema di connessione all’inizio della consegna: tipo di errore Undefined, motivo errore Unreachable, esecuzione di un nuovo tentativo.
  • Connessione persa durante una consegna: errore soft, motivo di errore Refused, esecuzione di un nuovo tentativo.
  • Errore sincrono restituito da Baidu durante l'invio: errore rigido, motivo errore Refused, non viene eseguito alcun nuovo tentativo.
    Adobe Campaign contatta il server Baidu ogni 10 minuti per recuperare lo stato del messaggio inviato e aggiorna i registri di trasmissione. Se un messaggio viene dichiarato come inviato, lo stato del messaggio nei registri di trasmissione è impostato su Received. Se Baidu dichiara un errore, lo stato è impostato su Failed.

Per Android V2

Il meccanismo di quarantena Android V2 utilizza lo stesso processo di Android V1, lo stesso vale per l’aggiornamento degli abbonamenti e delle esclusioni. Per ulteriori informazioni, consulta la sezione Android V1 .

Scenario
Stato
Messaggio di errore
Tipo di errore
Motivo dell'errore
Riprova
Fase di creazione/analisi dei messaggi: parole chiave non valide utilizzate nei campi personalizzati
Errore
Non è possibile utilizzare le seguenti parole chiave: {1}
Soft
No
Fase di creazione/analisi dei messaggi: payload troppo grande
Errore
La notifica è troppo pesante: {1} bit, mentre solo {2} sono autorizzati
Soft
Rifiutato
No
Connessione di rete persa durante l'invio
Errore
Nessuna risposta dal servizio Firebase Cloud Messaging sull'indirizzo: {1}
Soft
Non raggiungibile

Rifiuto del messaggio FCM: Il server FCM non è temporaneamente disponibile (ad esempio con timeout).
Errore
Il servizio Firebase Cloud Messaging non è temporaneamente disponibile
Soft
Non raggiungibile

Rifiuto del messaggio FCM: Errore durante l'autenticazione dell'account del mittente
Errore
Impossibile identificare l'account sviluppatore. Controllare l'ID e la password
Soft
Rifiutato
No
Rifiuto del messaggio FCM: Quota del dispositivo superata
Errore
Soft
Rifiutato

Rifiuto del messaggio FCM: Registrazione non valida / non registrata
Errore
Rigido
Utente sconosciuto
No
Rifiuto del messaggio FCM: Tutti gli altri errori
Errore
Il server Firebase Cloud Messaging ha restituito un codice di errore imprevisto: {1} Rifiutato
No
Rifiuto del messaggio FCM: Argomento non valido
Errore
INVALID_ARGUMENT Ignorato Non definito
No
Rifiuto del messaggio FCM: Errore di autenticazione di terze parti
Errore
THIRD_PARTY_AUTH_ERROR Ignorato Rifiutato

Rifiuto del messaggio FCM: ID mittente non corrispondente
Errore
SENDER_ID_MISMATCH Morbido Utente sconosciuto
No
Rifiuto del messaggio FCM: Non registrato
Errore
NON REGISTRATO Duro Utente sconosciuto
No
Rifiuto del messaggio FCM: Interno
Errore
INTERNO Ignorato Rifiutato

Rifiuto del messaggio FCM: Non disponibile
Errore
NON DISPONIBILE Ignorato Rifiutato

Rifiuto del messaggio FCM: codice di errore imprevisto
Errore
codice di errore imprevisto Ignorato Rifiutato
No
Autenticazione: Problema di connessione
Errore
Impossibile connettersi al server di autenticazione Ignorato Rifiutato

Autenticazione: Client o ambito non autorizzati nella richiesta.
Errore
unauthorized_client Ignorato Rifiutato
No
Autenticazione: Client non autorizzato a recuperare token di accesso utilizzando questo metodo o client non autorizzato per uno degli ambiti richiesti.
Errore
unauthorized_client Ignorato Rifiutato
No
Autenticazione: Accesso negato
Errore
access_negato Ignorato Rifiutato
No
Autenticazione: E-mail non valida
Errore
valid_Grant Ignorato Rifiutato
No
Autenticazione: JWT
non valido
Errore
valid_Grant Ignorato Rifiutato
No
Autenticazione: Firma JWT
non valida
Errore
valid_Grant Ignorato Rifiutato
No
Autenticazione: Pubblico del token ID o dell'ambito OAuth non valido fornito
Errore
unauthorized_client Ignorato Rifiutato
No
Autenticazione: Client OAuth disabilitato
Errore
disabled_client Ignorato Rifiutato
No

quarantena SMS

Per connettori standard

Il meccanismo di quarantena per i messaggi SMS è globalmente lo stesso del processo generale. Consulta Informazioni sulla quarantena. Le specificità per gli SMS sono elencate di seguito.

NOTA

La tabella Delivery log qualification non si applica al connettore SMPP generico esteso.

Scenario
Stato
Messaggio di errore
Tipo di errore
Motivo dell'errore
Inviato al provider
Inviato
Ricevuto sul cellulare
Ricevuto
Errore restituito dal provider
Errore
Errore durante la ricezione dei dati (SR o MO)
Soft
Non raggiungibile
MT: conferma
non valida
Errore
Errore '{1}' durante l'elaborazione del frame di conferma per la query di invio
Soft
Non raggiungibile
Errore durante l'invio del MT
Errore
Errore durante l'invio dei messaggi
Soft
Non raggiungibile

Per il connettore SMPP generico esteso

Quando si utilizza il protocollo SMPP per inviare messaggi SMS, la gestione degli errori viene gestita in modo diverso. Per ulteriori informazioni sul connettore SMPP generico esteso, consulta questa pagina.

Il connettore SMPP recupera i dati dal messaggio SR (Status Report) restituito utilizzando espressioni regolari (regexes) per filtrare il contenuto. Questi dati vengono quindi confrontati con le informazioni presenti nella tabella Delivery log qualification (disponibile tramite il menu Administration > Campaign Management > Non deliverables Management ).

Prima che un nuovo tipo di errore sia qualificato, il motivo dell’errore è sempre impostato su Rifiutato per impostazione predefinita.

NOTA

I tipi di errore e i motivi dell’errore sono gli stessi utilizzati per le e-mail. Consulta Tipi e motivi di errori di consegna.
Chiedi al tuo provider di un elenco di stati e codici di errore per impostare i tipi di errori e i motivi corretti per un errore nella tabella di qualificazione del registro di consegna.

Esempio di messaggio generato:

SR Generic DELIVRD 000|#MESSAGE#
  • Tutti i messaggi di errore iniziano con SR per distinguere i codici di errore SMS dai codici di errore e-mail.

  • La seconda parte (Generico in questo esempio) del messaggio di errore fa riferimento al nome dell’implementazione SMSC, come definito nel campo SMSC implementation name dell’account esterno SMS. Consulta questa pagina.

    Poiché lo stesso codice di errore può avere un significato diverso per ogni provider, questo campo ti consente di sapere quale provider ha generato il codice di errore. Puoi quindi trovare l’errore nella documentazione del provider pertinente.

  • La terza parte (DELIVRD in questo esempio) del messaggio di errore corrisponde al codice di stato recuperato dall’SR utilizzando il regex di estrazione dello stato definito nell’account esterno SMS.

    Questo regex è specificato nella scheda SMSC specificities dell’account esterno. Consulta questa pagina.

    Per impostazione predefinita, il regex estrae il campo stat: come definito dalla sezione Appendice B della specifica SMPP 3.4.

  • La quarta parte (000 in questo esempio) del messaggio di errore corrisponde al codice di errore estratto dall’SR utilizzando il regex di estrazione del codice di errore definito nell’account esterno SMS.

    Questo regex è specificato nella scheda SMSC specificities dell’account esterno. Consulta questa pagina.

    Per impostazione predefinita, il regex estrae il campo err: come definito dalla sezione Appendice B della specifica SMPP 3.4.

  • Tutto ciò che viene dopo il simbolo di tubo (|) viene visualizzato solo nella colonna First text della tabella Delivery log qualification. Questo contenuto viene sempre sostituito da #MESSAGE# dopo la normalizzazione del messaggio. Questo processo evita di avere più voci per errori simili ed è lo stesso delle e-mail. Per ulteriori informazioni, consulta Qualificazione di mail non recapitate.

Il connettore SMPP generico esteso applica un euristico per trovare valori predefiniti ragionevoli: se lo stato inizia con DELIV, viene considerato un successo perché corrisponde agli stati comuni DELIVRD o DELIVERED utilizzati dalla maggior parte dei provider. Qualsiasi altro stato causa un errore grave.

In questa pagina