Funzionalità avanzate

In qualità di utente tecnico, oltre a proprietà generali, puoi sfruttare le funzionalità avanzate per configurare i rapporti, ad esempio:

Utilizzo degli script

Riferimento a script esterni

È possibile fare riferimento ai codici JavaScript che verranno eseguiti sul lato client e/o server quando viene richiamata la pagina del rapporto.

Per eseguire questa operazione:

  1. Modifica le proprietà del report e fai clic su Scripts.

  2. Fare clic su Add e selezionare lo script a cui fare riferimento.

  3. Quindi seleziona la modalità di esecuzione.

    Se si aggiungono diversi script, utilizzare le frecce della barra degli strumenti per definirne la sequenza di esecuzione.

Per una normale esecuzione sul lato client, gli script a cui si fa riferimento devono essere scritti in JavaScript e devono essere compatibili con i browser più comuni. Per ulteriori informazioni al riguardo, consulta questa sezione.

Aggiunta di un’attività script

Durante la progettazione del report, utilizza l'attività Script per elaborare i dati e creare facilmente query complesse che non abilitano SQL Language. È possibile immettere direttamente la query nella finestra dello script.

La scheda Texts consente di definire stringhe di testo. Possono quindi essere utilizzati con la seguente sintassi: $(Identifier). Per ulteriori informazioni sull'utilizzo dei testi, vedere Aggiunta di un'intestazione e di un piè di pagina.

ATTENZIONE

NON è consigliabile utilizzare il codice JavaScript per creare aggregati.

Per creare una cronologia del rapporto, aggiungi la seguente riga alla query JavaScript per salvare i dati archiviati:

if( ctx.@_historyId.toString().length == 0 )

In caso contrario, verranno visualizzati solo i dati correnti.

Aggiunta di un parametro URL

La scheda Parameters delle proprietà del report consente di definire impostazioni aggiuntive per il report: queste impostazioni verranno passate nell’URL durante la chiamata .

ATTENZIONE

Per motivi di sicurezza, questi parametri devono essere utilizzati con grande cautela.

Per creare una nuova impostazione:

  1. Fai clic sul pulsante Add e immetti il nome dell’impostazione.

  2. Se necessario, specifica se l’impostazione sarà obbligatoria o meno.

  3. Seleziona il tipo di impostazione da creare: Filter o Variable.

    L’opzione Filter entities ti consente di utilizzare un campo del database come parametro.

    I dati vengono recuperati direttamente a livello di entità: ctx/recipient/@account.

    L’opzione Variable ti consente di creare o selezionare una variabile che verrà passata come parametro dell’URL e può essere utilizzata nei filtri.

Il Response HTTP headers consente di evitare il clickjacking quando si include la pagina del rapporto in una pagina HTML utilizzando iframe. Per evitare il clickjacking, puoi scegliere il comportamento X-Frame-options header:

  • None: Il rapporto non avrà X-Frame-options header.
  • Same as origin: Impostato per impostazione predefinita per nuovi rapporti e rapporti ripubblicati. Il nome host sarà lo stesso dell’URL del rapporto.
  • Deny: Il rapporto non può essere incluso in una pagina HTML utilizzando iframe.

Aggiunta di variabili

La scheda Variables contiene l’elenco delle variabili configurate nel rapporto. Queste variabili sono esposte nel contesto del rapporto e possono essere utilizzate nei calcoli.

Fai clic sul pulsante Add per creare una nuova variabile.

Per visualizzare la definizione di una variabile, selezionala e fai clic sul pulsante Detail… .

Caso d’uso: utilizzare variabili e parametri in un rapporto

Nell’esempio video seguente, imparerai come aggiungere un parametro "_type" per creare visualizzazioni diverse di un rapporto, in base al valore di questo attributo.

Scopri questa funzione nel video

Chiamata di un altro report

Un'attività Jump è simile a una transizione senza una freccia: ti consente di passare da un’attività all’altra o di accedere a un altro rapporto.

In questa pagina