Versione 20.2

Versione 20.2.5 - Build 9188

15 aprile 2021

  • È stata corretta una regressione della console client che causava messaggi di errore persistenti nella schermata di connessione IMS. (NEO-34821)

È obbligatorio solo l’aggiornamento della console. Non è richiesto alcun aggiornamento del server.

NOTA

Per scaricare la nuova versione, accedi ad Adobe Software Distribution. Per informazioni su come proporre l’aggiornamento della console a tutti gli utenti finali, visita questa pagina.

31 marzo 2021

Miglioramenti

  • È stato migliorato il modo per evitare arresti anomali in caso di chiamate di sapone non valide. Questo potrebbe causare l’interruzione del funzionamento dell’istanza quando si tenta di eseguire query complesse specifiche. (NEO-28796, NEO-30553)
  • È stato risolto un problema di regressione che impediva l’invio di consegne SMS con TLS a causa della verifica del nome host. (NEO-29581)
  • È stato risolto un problema che impediva il funzionamento dei collegamenti di tracciamento firmati su alcuni client e-mail. (NEO-28414, NEO-29615)
  • È stata corretta una sequenza di ID di tracciamento quando si utilizzano i tag di tracciamento webApp che poteva causare conflitti con ID duplicati. (NEO-27931)
  • È stato risolto un problema che causava l’arresto dei flussi di lavoro in esecuzione a causa del riavvio giornaliero del server wfserver. (NEO-30047)
  • È stato risolto un problema di sicurezza relativo all’utilizzo delle chiamate API effettuate da utenti non amministratori che tentavano di sincronizzare i modelli Adobe Experience Manager. (NEO-32389, NEO-23487)
  • È stato risolto un problema che causava l’arresto anomalo della console durante la chiusura di una finestra di dialogo di consegna su una consegna creata con da un modello. (NEO-31547)
  • È stato risolto un problema che si verificava durante la creazione e il salvataggio di una consegna nella scheda Targeting & Workflow di una campagna: l'anteprima avrebbe esito negativo con il seguente errore. (NEO-29440)
  • È stato risolto un problema con l’invio di risposte non valide da parte di Tomcat 8.5 che causava errori nei registri di messaggistica transazionale. (NEO-30858)
  • È stato risolto un problema di regressione che causava il danneggiamento della memoria nella gestione dei thread esterni e un impatto sulle prestazioni.
  • È stato risolto un problema che poteva causare un errore del flusso di lavoro Fatturazione quando si utilizzava una mappatura di destinazione personalizzata. La chiave primaria dello schema personalizzato viene memorizzata nella colonna "sourceId", che consentiva solo valori interi. Ora consente sia valori interi che valori stringa. (NEO-25914, NEO-28146)
  • È stata corretta una regressione che impediva l’utilizzo di alcuni componenti della console, come il selettore data e la gestione delle immagini nelle consegne. (NEO-31453)

Versione 20.2.4 - Build 9187

15 aprile 2021

  • È stata corretta una regressione della console client che causava messaggi di errore persistenti nella schermata di connessione IMS. (NEO-34821)
  • È stata corretta una regressione che impediva l’utilizzo di alcuni componenti della console, come il selettore data e la gestione delle immagini nelle consegne. (NEO-31453, NEO-31454)

È obbligatorio solo l’aggiornamento della console. Non è richiesto alcun aggiornamento del server.

NOTA

Per scaricare la nuova versione, accedi ad Adobe Software Distribution. Per informazioni su come proporre l’aggiornamento della console a tutti gli utenti finali, visita questa pagina.

22 dicembre 2020

ATTENZIONE
  • Questa versione include un nuovo protocollo di connessione: se ti connetti a Campaign tramite Adobe Identity Service (IMS), è necessario eseguire l’aggiornamento affinché sia il server di Campaign che la console client possano connettersi a Campaign dopo il 30 giugno 2021. Ulteriori informazioni
  • Questa versione include una correzione di sicurezza: l’aggiornamento è obbligatorio per rafforzare la sicurezza dell’ambiente.
  • Se utilizzi l’integrazione Experience Cloud Triggers tramite autenticazione oAuth, devi passare ad Adobe I/O come descritto in questa pagina. La modalità di autenticazione oAuth legacy con Campaign verrà ritirata il 30 novembre 2021.

Miglioramenti

  • Il protocollo di connessione è stato aggiornato per adeguarlo al nuovo meccanismo di autenticazione IMS.
  • L'autenticazione dell'integrazione dei trigger originariamente basata su oAUTH per accedere alla pipeline è stata modificata e spostata nell'Adobe I/O. Ulteriori informazioni
  • Con la fine del supporto del protocollo binario legacy del servizio APNs per iOS, tutte le istanze che lo utilizzano vengono aggiornate al protocollo HTTP/2 nella fase di post-aggiornamento.
  • È stato risolto un problema di sicurezza per rafforzare la protezione contro gli attacchi SSRF (Server Side Request Forgery). (NEO-27777)
  • È stato risolto un problema che causava la disattivazione del connettore SMPP dopo un errore di connessione, impedendo l’invio di altre consegne SMS e causando problemi di prestazioni. (NEO-28609)
  • È stato risolto un problema di arresto anomalo del server impedendo il danneggiamento della memoria durante la pulizia del parser di espressione. (NEO-26856)
  • È stato risolto un problema che causava l’arresto anomalo del server durante la visualizzazione dei dati di destinazione del resto di un’attività Split in un flusso di lavoro.
  • È stato risolto un problema che poteva mostrare un messaggio di errore durante il tentativo di visualizzare l’anteprima dei messaggi SMS dopo una query su uno schema diverso da Destinatario (nms:recipient). (NEO-27517)
  • È stato risolto un problema che si verificava quando si effettuava una richiesta di connessione HTTPS con il numero di porta esplicitamente definito nel nome host, a causa del quale la chiamata non riusciva e si verificava un errore di certificato. (NEO-29146)
  • È stato risolto un problema nella gestione del thread POSIX che generava file di dump di grandi dimensioni sull'istanza di marketing. (NEO-28117, NEO-29281)
  • Sono stati risolti dei problemi che potevano causare l’arresto anomalo del processo web durante la preparazione delle consegne o con un’anteprima ricorrente della consegna. (NEO-27790, NEO-27517)
  • È stato risolto un problema che causava un errore nell’invio di consegne o prove se attivato da un operatore non amministratore. (NEO-28597)

Rilascio di ottobre del nuovo Pannello di controllo Campaign con configurazione dei domini tramite CNAME e nuove funzionalità di monitoraggio del database. Ulteriori informazioni.

Versione 20.2.3 - Build 9182

11 settembre 2020

  • È stato risolto un problema di regressione dovuto una singola funzione errata sulla parte di consegna, che generava un sovraccarico di memoria causando il blocco della preparazione della consegna. (NEO-27346)
  • È stato risolto un problema di post-aggiornamento che disattivava Apache e il server web prima della ripubblicazione dell’applicazione web. (NEO-27155)
  • È stata corretta una regressione nella gestione dei modelli HTML che, a causa di un’interpretazione errata delle schede, rendeva visibili gli URL di tracking. (NEO-25909)
  • È stato risolto un problema relativo al flusso di lavoro di pulizia del database che poteva non riuscire a causa di un'origine dati non gestita. (NEO-23160, NEO-23364)
  • Il flusso di lavoro di pulizia ora svuota gli elenchi scaduti per batch di 100 invece che singolarmente.
  • È stata corretta una regressione che impediva di modificare il nome interno di un account esterno. (NEO-27323)
  • È stata corretta una regressione che causava un avvio errato del modulo nlserver (log degli errori) durante il post-aggiornamento.
  • È stata migliorata la gestione degli aggiornamenti per la memoria condivisa. I passaggi aggiuntivi richiesti nella 20.2 non sono più necessari.

Versione 20.2.2 - Build 9180

22 luglio 2020

  • È stato risolto un problema che impediva il funzionamento del tracking quando la funzione di firma era disabilitata. (NEO-26411)
  • È stato risolto un problema che causava il blocco dei collegamenti non firmati da domini personalizzati in casi in cui dovevano essere consentiti. (NEO-25210)
  • È stato risolto un problema che poteva impedire di aprire/fare clic sugli URL di tracking quando si utilizzavano alcune versioni precedenti di Outlook. (NEO-25688)
  • È stato corretto un problema a causa del quale gli URL delle pagine speculari venivano definiti in modo non corretto nelle comunicazioni e-mail (a causa di un controllo errato dei caratteri ASCII). (NEO-26084)
  • È stato risolto un problema relativo alla gestione degli URL di codifica nel servizio di anti-phishing. (NEO-25283)
  • È stato risolto un problema che impediva il funzionamento del tracking degli URL tramite frammenti nei parametri di personalizzazione (tag di ancoraggio con cancelletto). (NEO-25774)
  • È stato risolto un problema di tracking che si verificava con l’utilizzo di alcune formule personalizzate. (NEO-25277)
  • È stato risolto un problema che impediva il tracking dei “clic di notifica” (notifiche push iOS e Android). (NEO-25965)
  • È stato corretto un problema di regressione che interessava i campi calcolati in un flusso di lavoro causandone un’interruzione anomala. (NEO-25194)
  • È stata corretta una regressione che impediva il funzionamento della creazione immediata di URL di tracking web. (NEO-20999)
  • È stato risolto un problema di regressione relativo ai rapporti di consegna forniti, la cui visualizzazione risultava troncata dopo l’esportazione in PDF. (NEO-25757)
  • È stato risolto un problema di arresto anomalo nella procedura guidata di distribuzione.
  • È stato risolto un problema che poteva impedire il corretto funzionamento del flusso di lavoro di notifica dell’offerta dopo un post-aggiornamento.
  • Il connettore iOS HTTP2 è stato migliorato (aggiornamenti di terze parti e gestione degli errori). (NEO-25904, NEO-25903)
  • È stato aggiornato l’elenco jarsToSkip in catalina.properties, con la rimozione del riferimento a un file jar non più utilizzato (notifiche iOS).
  • È stato risolto un problema che impediva la preparazione della consegna dopo un post-aggiornamento.
  • Dopo il passaggio al nuovo meccanismo di sequenza ID, tutte le applicazioni web che aggiornano la tabella dei destinatari vengono ripubblicate durante il post-aggiornamento.
  • È stato risolto un problema di potenziale vulnerabilità XSS nel contenuto di consegna. (NEO-17987, NEO-26073)

Nuova versione del Pannello di controllo Campaign di giugno con monitoraggio dei profili attivi, audit del recapito messaggi del sottodominio e gestione delle chiavi GPG. Ulteriori informazioni.

Versione 20.2.1 - Build 9178

8 giugno 2020

Novità?

Supporto delle emoticon

Durante la progettazione di un messaggio in Campaign, puoi ora inserire facilmente gli emoticon nel corpo del messaggio, utilizzando un pulsante apposito. Gli emoticon possono essere aggiunti anche nella riga dell’oggetto dell’e-mail. Puoi personalizzare l’elenco degli emoticon disponibili nell’interfaccia.

Per ulteriori informazioni sull’aggiunta degli emoticon, consulta la documentazione dettagliata. Scopri come personalizzare l’elenco degli emoticon in questa sezione.

Connettore FDA per Azure Synapse

Puoi ora collegare la tua istanza di Campaign al database esterno di Azure Synapse. Questa connessione viene gestita tramite un nuovo account esterno.

Azure Synapse è disponibile solo per gli ambienti Hybrid e On-Premise. Per ulteriori informazioni, consulta la documentazione dettagliata.

Leggi sulla privacy in Thailandia e Brasile

La Legge sulla Protezione dei Dati Personali (Personal Data Protection Act, PDPA) thailandese è la nuova legge sulla privacy che armonizza e modernizza i requisiti di protezione dei dati in Thailandia.

La Legge Generale sulla Protezione dei Dati (Lei Geral de Proteção de Dados - LGPD) brasiliana entrerà in vigore all’inizio del 2021 per tutte le aziende che raccolgono o elaborano dati personali in Brasile.

Queste normative si applicano ai clienti di Adobe Campaign che conservano dati per soggetti residenti in questi paesi. Oltre alle funzionalità relative alla privacy già disponibili in Campaign (compresa la gestione del consenso, le impostazioni di conservazione dei dati e i ruoli degli utenti), stiamo sfruttando questa opportunità per includere funzionalità aggiuntive, al fine di aiutarti ad essere pronto per l’entrata in vigore di PDPA e LGPD:

  • Diritto di accesso e Diritto di eliminazione: stiamo sfruttando le funzionalità aggiunte per il GDPR e il CCPA. Leggi tutto

  • Durante la creazione di una richiesta di privacy tramite l’interfaccia o l’API di Campaign, ora selezioni il tipo di normativa: PDPA, LGPD, GDPR, CCPA. Ulteriori informazioni.

Miglioramenti della sicurezza

  • Per impostazione predefinita, per tutti i clienti è attivata la protezione migliorata per il tracking dei collegamenti nelle e-mail. In aggiunta, è disponibile una funzione di sicurezza avanzata che può essere abilitata contattando l’Assistenza clienti. Ulteriori dettagli sulla funzione e sui passaggi che i clienti non in hosting devono seguire per abilitarla sono disponibili nella Lista di controllo protezione e privacy. (NEO-24232)

  • Per ottimizzare la protezione, l’algoritmo di hash MD5 utilizzato per generare i nomi dei file è stato rafforzato con l’algoritmo sha256 per il caricamento di file pubblici. (NEO-17044)

  • Per rafforzare la protezione contro gli attacchi XSS, gli script lato client vengono disabilitati durante l’esecuzione di una pagina mirror. (NEO-17987)

  • È stato risolto un problema che impediva al flusso di lavoro tecnico Pulizia richieste privacy di eliminare i dati di riconciliazione. (NEO-25168, NEO-21004)

  • È stato risolto un problema con l’attività File Transfer che impediva il funzionamento dell’autenticazione basata su chiave SFTP su Debian 9. (NEO-23183)

Miglioramenti della compatibilità

Campaign supporta ora i seguenti sistemi:

  • Sistemi operativi: Debian 10
  • RDBMS: Oracle 18c e Oracle 19c
  • FDA: Azure Synapse Analytics

Ulteriori informazioni nella matrice di compatibilità di Campaign.

Miglioramenti

  • La messaggistica transazionale è stata migliorata per offrire una migliore user experience. Ora puoi annullare la pubblicazione di un modello di messaggio transazionale, eliminandolo dalle istanze di esecuzione. Ulteriori informazioni.

  • Sono disponibili nuove opzioni per impostare limitazioni durante l’invio di e-mail che includono immagini o allegati. Tali protezioni possono evitare problemi di prestazioni, il che è particolarmente utile con la messaggistica transazionale. Leggi tutto

  • La nuova opzione Prepare the delivery parts in the database consente di eseguire la preparazione della consegna direttamente all’interno del database, il che può accelerare notevolmente l’analisi. Questa opzione è disponibile solo per configurazioni specifiche. Ulteriori informazioni. (NEO-23886)

  • Sono state migliorate le prestazioni dell’attività del connettore della gestione delle relazioni con i clienti per Microsoft Dynamics. (NEO-13303, NEO-12710)

  • La versione della memoria condivisa è stata aumentata.

    AVVERTENZA

    Questo miglioramento richiede un ulteriore passaggio al termine dell’aggiornamento. Consulta la sezione Evoluzioni tecniche di seguito.

  • Il flusso di lavoro di pulizia è stato migliorato. Anche le tabelle di lavoro isolate di tutti i flussi di lavoro eliminati vengono ora eliminate automaticamente dal flusso di lavoro di pulizia. Ulteriori informazioni.

  • I certificati per le app mobili iOS con il connettore iOS HTTP2 vengono ora convalidati prima dell’invio di notifiche push, impedendo in tal modo la mancata riuscita delle consegne a causa di certificati scaduti.

  • La gestione delle connessioni proxy HTTP è stata migliorata. Ulteriori informazioni.

  • Nuova opzione nelle attività dei flussi di lavoro Javascript Code e Advanced Javascript Code per interrompere l’esecuzione dopo un limite. Il valore predefinito è 1 ora. Ulteriori informazioni.

Altre modifiche

  • I connettori SMS legacy sono ora obsoleti. Consulta la pagina Funzioni obsolete.

  • Non puoi più utilizzare il tuo account Litmus per predisporre e utilizzare il rendering della casella in entrata in Adobe Campaign. Ulteriori informazioni.

  • Per distinguere meglio le viste dalle cartelle, il colore dei nomi delle viste è stato modificato da blu scuro a ciano scuro. Leggi tutto

  • Campaign Classic può ora essere collegato agli account per la gestione delle relazioni con i clienti di Microsoft Dynamics in hosting nelle aree geografiche di Regno Unito, India e Canada. Ciò vale per i tipi di distribuzione Office 365 e On-Premise (Dynamics 2015).

  • Campaign esegue ora una verifica TLS per verificare che il nome host del server corrisponda al nome host nel certificato fornito.

  • La tabella delle statistiche di consegna e tracking visualizza ora una voce per ogni consegna per il canale SMS, invece di una voce per destinatario della consegna.

  • È stato aggiunto un messaggio di errore nel file di log per avvisare gli utenti quando il file scaricato ha dimensioni maggiori dello spazio su disco.

  • Sono ora disponibili le seguenti funzioni per il connettore Snowflake: MonthsAgo, DaysAgoInt, ToDateTime, YearsAgo.

Evoluzioni tecniche

Questa nuova build aggiorna la memoria condivisa e richiede passaggi aggiuntivi per eseguire l’aggiornamento. In qualità di amministratore di Campaign, devi rimuovere i segmenti di memoria. Questi passaggi sono obbligatori, poiché i vecchi segmenti impediranno l’avvio di nlserver/nlsrvmod.

Su Windows, è necessario riavviare il sistema.

Su Debian/CentOs, è necessaria l’eliminazione della memoria condivisa. Di seguito sono riportati i passaggi da seguire:

Prima di eseguire l’aggiornamento, è necessario seguire questi passaggi:

  1. Arrestare il servizio apache2 (http2 su CentOS) se è in esecuzione.
  2. Arrestate il servizio nlserver (nlserver6 per build precedenti) se è in esecuzione.

Dopo l’aggiornamento:

  1. Se la versione è precedente alla versione corrente, rimuovere la memoria condivisa utilizzando il comando ipcrm.
  2. Avviare il servizio nlserver se era in esecuzione.
  3. Avviare il servizio apache2 se era in esecuzione.

Di seguito sono riportate le righe di comando per Debian:

/etc/init.d/nlserver* stop
/etc/init.d/apache2 stop

for i in `ipcs -s | awk '/www-data/
{print $2}'`; do (ipcrm -s $i); done

for i in `ipcs -m | awk '/www-data/ {print $2}
'`; do (ipcrm shm $i); done

for i in `ipcs -m | awk '/neolane/
{print $2}'`; do (ipcrm shm $i); done

for i in `ipcs -s | awk '/neolane/ {print $2}
'`; do (ipcrm -s $i); done

/etc/init.d/apache2 restart
/etc/init.d/nlserver* start

Un esempio per Linux è disponibile in questa pagina.

Patch

  • È stato risolto un problema di regressione minore nei log del flusso di lavoro di pulizia.
  • È stato risolto un problema nell’attività Loading (SOAP) del flusso di lavoro durante l’analisi dei file WSDL.
  • È stato risolto un problema che causava un errore durante l’aggiornamento di numerosi flussi di lavoro tramite un’attività Survey per elaborare in modo efficiente un elevato numero di flussi di lavoro.
  • È stato risolto un problema di connettività intermittente durante l’elaborazione di messaggi inMail dall’MTA avanzato. (NEO-20380)
  • È stato risolto un problema che impediva la corretta visualizzazione delle percentuali di hot click quando le immagini venivano visualizzate con una larghezza del 100% nell’HTML. (NEO-23203)
  • È stato risolto un problema che impediva la visualizzazione completa del contenuto condizionale della consegna nel report sugli hot click. (NEO-18729)
  • È stato risolto un problema che saltava il passaggio di approvazione del target quando si riprendeva un flusso di lavoro per inviare una consegna ricorrente. (NEO-18166)
  • È stato risolto un problema che impediva al pulsante Restart message preparation di riprendere la consegna dopo la risoluzione di un errore nel flusso di lavoro. (NEO-13488)
  • È stato risolto un problema che poteva causare un errore nelle consegne in modalità mid-sourcing durante la fase di aumento, in cui il target includeva destinatari con formati e-mail giapponesi. (NEO-23846)
  • È stato risolto un problema di conversione del fuso orario con il connettore Snowflake (NEO-20105)
  • È stato risolto un problema con gli account esterni che utilizzavano FTP su SSL. (NEO-20498)
  • È stato risolto un problema che poteva impedire la visualizzazione delle immagini nelle consegne Line. (NEO-23207)
  • È stato risolto un problema che causava un errore durante la pubblicazione di un’offerta. (NEO-23312)
  • È stato risolto un problema con le notifiche push che consentiva il funzionamento delle connessioni di prova nelle app mobili, anche quando il certificato era scaduto. (NEO-22991)
  • È stato risolto un problema che poteva interessare le notifiche push quando inviate con un’elevata frequenza. (NEO-20516)
  • È stato risolto un problema che causava l’inclusione di duplicati nei dati di tracking anche se i log di tracking non ne includevano. (NEO-20040)
  • È stato risolto un problema che causava l’invio di e-mail transazionali duplicate dopo la risoluzione di un errore di comunicazione del server di tracking. (NEO-23640)
  • È stato risolto un problema che eliminava il valore del parametro di codifica durante il reindirizzamento da un URL di tracking (riguarda i caratteri giapponesi). (NEO-25637)
  • È stato risolto un problema che poteva impedire il funzionamento di una query durante il confronto di numeri in virgola mobile. (NEO-23243)
  • È stato risolto un problema che poteva impedire la visualizzazione del contenuto della colonna Modified by dopo il riavvio di un flusso di lavoro. (NEO-23035)
  • È stato risolto un problema che causava un errore nel flusso di lavoro tecnico di tracking durante il download dei log da un secondo contenitore. (NEO-23159)
  • È stato risolto un problema che poteva causare un errore dei flussi di lavoro durante l’esecuzione di un’attività Enrichment. (NEO-17338)
  • È stato aggiunto un controllo al campo Doubles to keep nell’attività del flusso di lavoro Deduplicazione per impedire l’inserimento di valori nulli o negativi.
  • La procedura guidata di pianificazione è stata rimossa dalle campagne ricorrenti per evitare di citare ore e minuti. Vengono prese in considerazione solo le date.
  • È stato risolto un problema relativo ai campi di archiviazione aggiuntivi durante la creazione di consegne tramite l’opzione Computed by a script nell’attività del flusso di lavoro Script. (NEO-20609)
  • È stato risolto un problema che impediva l’eliminazione dei flussi di lavoro fantasma nelle attività di pulizia del database.
  • È stato risolto un problema che causava un errore del flusso di lavoro tecnico di fatturazione (profili attivi). (NEO-19777)
  • È stato risolto un problema di regressione che, nell’utilizzo della funzione del connettore ACS, impediva la connessione a un’istanza Campaign Standard (gestione errata della connessione FOH/FOH2). (NEO-23433)
  • È stato risolto un problema che impediva la creazione di un’estensione dello schema su una chiave primaria con più colonne con una tabella Hadoop. (NEO-17390)
  • È stato risolto un problema nell’attività Loading (SOAP) che poteva impedire il caricamento di file WSDL da un URL. (NEO-16924)
  • È stato risolto un problema che impediva l’esecuzione di un arresto incondizionato tramite la console in caso di bilanciamento del carico di più server del flusso di lavoro attivi. (NEO-19556)
  • È stato risolto un problema di regressione che causava l’arresto anomalo del flusso di lavoro di pulizia.
  • È stato risolto un problema che poteva verificarsi durante la pubblicazione di un modello in un’istanza di esecuzione.
  • È stato risolto un problema che poteva impedire l’esecuzione del flusso di lavoro tecnico collectPrivacyRequests. (NEO-20513, NEO-25169)
  • Sono stati risolti dei problemi che potevano verificarsi quando si tentava di collegarsi a Audience Manager dopo l’aggiornamento alla build 9080. (NEO-20511, NEO-25167)
  • Sono stati risolti dei problemi che potevano verificarsi durante l’esportazione di report in formato PDF o XLS. (NEO-20982, NEO-23493, NEO-23348)
  • È stato risolto un problema che poteva far sì che una consegna fosse visualizzata due volte nell’elenco di consegna dopo l’invio.
  • È stato risolto un problema relativo alla preparazione delle consegne che poteva verificarsi quando la configurazione dell’indirizzamento era impostata per inviare la consegna tramite mid-sourcing.
  • È stato risolto un problema che poteva visualizzare un messaggio di errore quando si faceva clic su un collegamento di un’applicazione web all’interno di un messaggio Line.
  • È stato risolto un problema che eliminava la cronologia dell’attività Incremental query dopo l’esecuzione del flusso di lavoro di pulizia.
  • È stato risolto un problema che si verificava durante la creazione di un account esterno di mid-sourcing a causa del quale l’opzione NmsMidSourcing_LastBroadLog_<InternalName> risultava mancante.
  • È stato risolto un problema di regressione della connessione al database che provocava il riavvio costante del server web a causa di un problema di codifica del database. Ciò poteva portare a un consumo eccessivo. (NEO-23264)

In questa pagina