Flusso di lavoro di pulizia del database

Introduzione

Il flusso di lavoro Database cleanup accessibile tramite il nodo Administration > Production > Technical workflows ti consente di eliminare i dati obsoleti per evitare la crescita esponenziale del database. Il flusso di lavoro viene attivato automaticamente senza l’intervento dell’utente.

Configurazione

La pulizia del database è configurata su due livelli: nella pianificazione del flusso di lavoro e nella procedura guidata di distribuzione.

Utilità di pianificazione dei flussi di lavoro

NOTA

Per ulteriori informazioni sulla pianificazione, consulta questa sezione.

Per impostazione predefinita, il flusso di lavoro Database cleanup è configurato per l'avvio giornaliero alle 4 del mattino. La pianificazione consente di modificare la frequenza di attivazione del flusso di lavoro. Sono disponibili le seguenti frequenze:

  • Several times a day
  • Daily
  • Weekly
  • Once

IMPORTANTE

Affinché il flusso di lavoro Database cleanup possa iniziare alla data e all’ora definite nella pianificazione, è necessario avviare il motore del flusso di lavoro (wfserver). In caso contrario, la pulizia del database non verrà effettuata fino all’avvio successivo del motore del flusso di lavoro.

Procedura guidata di distribuzione

Il Deployment wizard, accessibile tramite il menu Tools > Advanced, consente di configurare per quanto tempo vengono salvati i dati. I valori sono espressi in giorni. Se tali valori non vengono modificati, il flusso di lavoro utilizza i valori predefiniti.

I campi della finestra Purge of data coincidono con le seguenti opzioni. Questi vengono utilizzati da alcune delle attività eseguite dal flusso di lavoro Database cleanup :

Tutte le attività eseguite dal flusso di lavoro Database cleanup sono descritte nella sezione seguente.

Attività eseguite dal flusso di lavoro di pulizia del database

Alla data e all'ora definite nella pianificazione del flusso di lavoro (consulta La pianificazione), il motore del flusso di lavoro avvia il processo di pulizia del database. La pulizia del database si connette al database ed esegue le attività nella sequenza riportata di seguito.

IMPORTANTE

Se una di queste attività non riesce, non verranno eseguite le seguenti.
Le query SQL con un attributo LIMIT vengono eseguite ripetutamente fino a quando tutte le informazioni non vengono elaborate.

NOTA

Le sezioni seguenti che descrivono le attività eseguite dal flusso di lavoro Database cleanup sono riservate agli amministratori del database o agli utenti che hanno familiarità con SQL Language.

Elenchi da eliminare

La prima attività eseguita dal flusso di lavoro Database cleanup elimina tutti i gruppi con deleteStatus != 0 attributo dal NmsGroup. Vengono inoltre eliminati i record collegati a tali gruppi e presenti in altre tabelle.

  1. Gli elenchi da eliminare vengono recuperati utilizzando la seguente query SQL:

    SELECT iGroupId, sLabel, iType FROM NmsGroup WHERE iDeleteStatus <> 0 OR tsExpirationDate <= GetDate() 
    
  2. Ogni elenco include diversi collegamenti ad altre tabelle. Tutti questi collegamenti vengono eliminati in blocco utilizzando la seguente query:

    DELETE FROM $(relatedTable) WHERE iGroupId=$(l) IN (SELECT iGroupId FROM $(relatedTable) WHERE iGroupId=$(l) LIMIT 5000) 
    

    dove $(relatedTable) è una tabella relativa a NmsGroup e $(l) è l'identificatore elenco.

  3. Quando l’elenco è un elenco di tipo "Elenco", la tabella associata viene eliminata utilizzando la seguente query:

    DROP TABLE grp$(l)
    
  4. Ogni elenco di tipi Select recuperato dall'operazione viene eliminato utilizzando la seguente query:

    DELETE FROM NmsGroup WHERE iGroupId=$(l) 
    

    dove $(l) è l'identificatore dell'elenco

Pulizia delle consegne da eliminare o riciclare

Questa attività elimina tutte le consegne da eliminare o riciclare.

  1. Il flusso di lavoro Database cleanup seleziona tutte le consegne per le quali il campo deleteStatus ha il valore Yes o Recycled e la cui data di eliminazione è precedente al periodo definito nel campo Deleted deliveries (NmsCleanup_RecycledDeliveryPurgeDelay) della procedura guidata di distribuzione. Per ulteriori informazioni, consulta Procedura guidata di distribuzione. Questo periodo è calcolato in relazione alla data corrente del server.

  2. Per ogni server di mid-sourcing, l'attività seleziona l'elenco delle consegne da eliminare.

  3. Il flusso di lavoro Database cleanup elimina i registri di consegna, gli allegati, le informazioni della pagina speculare e tutti gli altri dati correlati.

  4. Prima di eliminare definitivamente la consegna, il flusso di lavoro elimina le informazioni collegate dalle tabelle seguenti:

    • Nella tabella di esclusione della consegna (NmsDlvExclusion) viene utilizzata la seguente query:

      DELETE FROM NmsDlvExclusion WHERE iDeliveryId=$(l)
      

      dove $(l) è l’identificatore della consegna.

    • Nella tabella coupon (NmsCouponValue) viene utilizzata la seguente query (con cancellazioni di massa):

      DELETE FROM NmsCouponValue WHERE iMessageId IN (SELECT iMessageId FROM NmsCouponValue WHERE EXISTS (SELECT B.iBroadLogId FROM $(BroadLogTableName) B WHERE B.iDeliveryId = $(l) AND B.iBroadLogId = iMessageId ) LIMIT 5000)
      

      dove $(l) è l’identificatore della consegna.

    • Nelle tabelle dei registri di consegna (NmsBroadlogXxx), le cancellazioni di massa vengono eseguite in batch di 20.000 record.

    • Nelle tabelle delle proposte di offerta (NmsPropositionXxx), le cancellazioni di massa vengono eseguite in batch di 20.000 record.

    • Nelle tabelle di registro di tracciamento (NmsTrackinglogXxx), le eliminazioni di massa vengono eseguite in batch di 20.000 record.

    • Nella tabella dei frammenti di consegna (NmsDeliveryPart), le eliminazioni di massa vengono eseguite in batch di 500.000 record. Questa tabella contiene informazioni di personalizzazione sui messaggi rimanenti da consegnare.

    • Nella tabella dei frammenti di dati della pagina speculare (NmsMirrorPageInfo), le eliminazioni di massa vengono eseguite in batch di 20.000 record per le parti di consegna scadute e per quelle completate o annullate. Questa tabella contiene informazioni di personalizzazione su tutti i messaggi utilizzati per generare pagine mirror.

    • Nella tabella di ricerca della pagina speculare (NmsMirrorPageSearch), le cancellazioni di massa vengono eseguite in batch di 20.000 record. Questa tabella è un indice di ricerca che fornisce accesso alle informazioni di personalizzazione memorizzate nella tabella NmsMirrorPageInfo.

    • Nella tabella del registro del processo batch (XtkJobLog), le eliminazioni di massa vengono eseguite in batch di 20.000 record. Questa tabella contiene il registro delle consegne da eliminare.

    • Nella tabella di tracciamento degli URL di consegna (NmsTrackingUrl) viene utilizzata la seguente query:

      DELETE FROM NmsTrackingUrl WHERE iDeliveryId=$(l)
      

      dove $(l) è l’identificatore della consegna.

      Questa tabella contiene gli URL trovati nelle consegne da eliminare per abilitarne il tracciamento.

  5. La consegna viene eliminata dalla tabella di consegna (NmsDelivery):

    DELETE FROM NmsDelivery WHERE iDeliveryId = $(l)
    

    dove $(l) è l’identificatore della consegna.

Consegne tramite mid-sourcing

Il flusso di lavoro Database cleanup elimina anche le consegne sui server di mid-sourcing.

  1. A questo scopo, il flusso di lavoro controlla che ogni consegna sia inattiva (in base al suo stato). Se una consegna è attiva, verrà interrotta prima di essere eliminata. Il controllo viene eseguito eseguendo la seguente query:

    SELECT iState FROM NmsDelivery WHERE iDeliveryId = $(l) AND iState <> 100;
    

    dove $(l) è l’identificatore della consegna.

  2. Se il valore dello stato è Start pending , In progress , Recovery pending , Recovery in progress , Pause requested , Pause in progress o Paused (valori 51, 55, 61, 62, 71, 72, 75), la consegna viene interrotta e l’attività elimina le informazioni collegate.

Pulizia delle consegne scadute

Questa attività interrompe le consegne il cui periodo di validità è scaduto.

  1. Il flusso di lavoro Database cleanup crea l’elenco delle consegne scadute. Questo elenco include tutte le consegne scadute con uno stato diverso da Finished , nonché quelle interrotte di recente con oltre 10.000 messaggi non elaborati. Viene utilizzata la seguente query:

    SELECT iDeliveryId, iState FROM NmsDelivery WHERE iDeleteStatus=0 AND iIsModel=0 AND iDeliveryMode=1 AND ( (iState >= 51 AND iState < 85 AND tsValidity IS NOT NULL AND tsValidity < $(currentDate) ) OR (iState = 85 AND DateMinusDays(15) < tsLastModified AND iToDeliver - iProcessed >= 10000 ))
    

    dove la modalità di consegna 1 corrisponde alla modalità Mass delivery, lo stato 51 corrisponde allo stato Start pending, lo stato 85 corrisponde allo stato Stopped e il numero più alto di log di consegna aggiornati in massa sul server di consegna è uguale a 10.000.

  2. Il flusso di lavoro include quindi l’elenco delle consegne scadute di recente che utilizzano il mid-sourcing. Sono escluse le consegne per le quali non sono ancora stati recuperati log di consegna tramite il server di mid-sourcing .

    Viene utilizzata la seguente query:

    SELECT iDeliveryId, tsValidity, iMidRemoteId, mData FROM NmsDelivery WHERE (iDeliveryMode = 4 AND (iState = 85 OR iState = 95) AND tsValidity IS NOT NULL AND (tsValidity < SubDays(GetDate() , 15) OR tsValidity < $(DateOfLastLogPullUp)) AND tsLastModified > SubDays(GetDate() , 15))
    
  3. La seguente query viene utilizzata per rilevare se l’account esterno è ancora attivo o meno, per filtrare le consegne per data:

    SELECT iExtAccountId FROM NmsExtAccount WHERE iActive<>0 AND sName=$(providerName)
    
  4. Nell’elenco delle consegne scadute, i registri di consegna il cui stato è Pending , passa a Delivery cancelled e tutte le consegne in questo elenco passano a Finished .

    Vengono utilizzate le seguenti query:

    UPDATE $(BroadLogTableName) SET tsLastModified=$(curdate), iStatus=7, iMsgId=$(bl) WHERE iDeliveryId=$(dl) AND iStatus=6
    

    dove $(curdate) è la data corrente del server di database, $(bl) è l'identificatore del messaggio dei registri di consegna, $(dl) è l'identificatore di consegna, lo stato di consegna 6 corrisponde allo stato Pending e stato di consegna 7<a a10/> corrisponde allo stato​Delivery cancelled.

    UPDATE NmsDelivery SET iState = 95, tsLastModified = $(curdate), tsBroadEnd = tsValidity WHERE iDeliveryId = $(dl)
    

    dove stato di consegna 95 corrisponde allo stato Finished e $(dl) è l’identificatore della consegna.

  5. Tutti i frammenti (deliveryParts) delle consegne obsolete vengono eliminati e tutti i frammenti obsoleti delle consegne di notifica in corso vengono eliminati. L'eliminazione di massa viene utilizzata per entrambe queste attività.

    Vengono utilizzate le seguenti query:

    DELETE FROM NmsDeliveryPart WHERE iDeliveryPartId IN (SELECT iDeliveryPartId FROM NmsDeliveryPart WHERE iDeliveryId IN (SELECT iDeliveryId FROM NmsDelivery WHERE iState=95 OR iState=85) LIMIT 5000)
    
    DELETE FROM NmsDeliveryPart WHERE iDeliveryPartId IN (SELECT iDeliveryPartId FROM NmsDeliveryPart WHERE tsValidity < $(curDate) LIMIT 500000)
    

    dove lo stato di consegna 95 corrisponde allo stato Finished, lo stato di consegna 85 corrisponde allo stato Stopped e $(curDate) corrisponde alla data corrente del server.

Pulizia delle pagine mirror

Questa attività elimina le risorse web (pagine mirror) utilizzate dalle consegne.

  1. Innanzitutto, l’elenco delle consegne da eliminare viene recuperato utilizzando la seguente query:

    SELECT iDeliveryId, iNeedMirrorPage FROM NmsDelivery WHERE iWebResPurged = 0 AND tsWebValidity IS NOT NULL AND tsWebValidity < $(curdate)"
    

    dove $(étDate) è la data corrente del server.

  2. La tabella NmsMirrorPageInfo viene quindi eliminata, se necessario utilizzando l'identificatore della consegna recuperata in precedenza. L’eliminazione di massa viene utilizzata per generare le query seguenti:

    DELETE FROM NmsMirrorPageInfo WHERE iMirrorPageInfoId IN (SELECT iMirrorPageInfoId FROM NmsMirrorPageInfo WHERE iDeliveryId = $(dl)) LIMIT 5000)
    
    DELETE FROM NmsMirrorPageSearch WHERE iMessageId IN (SELECT iMessageId FROM NmsMirrorPageSearch WHERE iDeliveryId = $(dl)) LIMIT 5000)
    

    dove $(dl) è l’identificatore della consegna.

  3. Viene quindi aggiunta una voce al registro di consegna.

  4. Vengono quindi individuate le consegne sollecitate, per evitare di doverle rielaborare in un secondo momento. Viene eseguita la seguente query:

    UPDATE NmsDelivery SET iWebResPurged = 1 WHERE iDeliveryId IN ($(strIn))
    

    dove $(strIn) è l’elenco degli identificatori di consegna.

Pulizia delle tabelle di lavoro

Questa attività elimina dal database tutte le tabelle di lavoro che corrispondono alle consegne il cui stato è Being edited , Stopped o Deleted .

  1. L'elenco delle tabelle con nomi che iniziano con wkDlv_ viene recuperato prima con la seguente query (postgresql):

    SELECT relname FROM pg_class WHERE relname LIKE Lower('wkDlv_') ESCAPE E'\\' AND relkind IN ('r','v') AND pg_get_userbyid(relowner)<>'postgres'
    
  2. Le tabelle utilizzate dai flussi di lavoro in corso vengono quindi escluse. A questo scopo, l’elenco delle consegne in corso viene recuperato utilizzando la seguente query:

    SELECT iDeliveryId FROM NmsDelivery WHERE iDeliveryId<>0 AND iDeleteStatus=0 AND iState NOT IN (0,85,100);
    

    dove 0 è il valore che corrisponde allo stato di consegna Being edited, 85 corrisponde allo stato Stopped e 100 corrisponde allo stato Deleted.

  3. Le tabelle non più utilizzate verranno eliminate utilizzando la seguente query:

    DROP TABLE wkDlv_15487_1;
    

Pulizia dei rifiuti prodotti dalle importazioni

Questo passaggio ti consente di eliminare i record per i quali non sono stati elaborati tutti i dati durante l’importazione.

  1. L'eliminazione di massa viene eseguita sulla tabella XtkReject con la seguente query:

    DELETE FROM XtkReject WHERE iRejectId IN (SELECT iRejectId FROM XtkReject WHERE tsLog < $(curDate)) LIMIT $(l))
    

    dove NmsCleanup_RejectsPurgeDelay è la data del server corrente dalla quale sottrarremo il periodo definito per l'opzione NmsCleanup_RejectsPurgeDelay (fare riferimento a Procedura guidata di distribuzione) e $(l) è il numero massimo di record da eliminare in massa .

  2. Tutti i rifiuti orfani vengono quindi eliminati utilizzando la seguente query:

    DELETE FROM XtkReject WHERE iJobId NOT IN (SELECT iJobId FROM XtkJob)
    

Pulizia delle istanze del flusso di lavoro

Questa attività elimina ogni istanza del flusso di lavoro utilizzando il relativo identificatore (lWorkflowId) e la cronologia (lHistory). Elimina le tabelle inattive eseguendo nuovamente l'attività di pulizia della tabella di lavoro. La pulizia elimina anche tutte le tabelle di lavoro orfane (wkf% e wkfhisto%) dei flussi di lavoro eliminati.

NOTA

La frequenza di eliminazione della cronologia viene specificata per ogni flusso di lavoro nel campo Cronologia in giorni (valore predefinito 30 giorni). Questo campo si trova nella scheda Execution delle proprietà del flusso di lavoro. Per ulteriori informazioni al riguardo, consulta questa sezione.

  1. Per recuperare l’elenco dei flussi di lavoro da eliminare, viene utilizzata la seguente query:

    SELECT iWorkflowId, iHistory FROM XtkWorkflow WHERE iWorkflowId<>0
    
  2. Questa query genera l’elenco dei flussi di lavoro che verranno utilizzati per eliminare tutti i registri collegati, le attività completate e gli eventi completati, utilizzando le query seguenti:

    DELETE FROM XtkWorkflowLog WHERE iWorkflowId=$(lworkflow) AND tsLog < DateMinusDays($(lhistory))
    
    DELETE FROM XtkWorkflowTask WHERE iWorkflowId=$(lworkflow) AND iStatus<>0 AND tsCompletion < DateMinusDays($(lhistory)) 
    
    DELETE FROM XtkWorkflowEvent WHERE iWorkflowId=$(l) AND iStatus>2 AND tsProcessing < DateMinusDays($(lHistory))
    

    dove $(workflow) è l'identificatore del flusso di lavoro e $(history) è l'identificatore della cronologia.

  3. Tutte le tabelle non utilizzate vengono eliminate. A questo scopo, tutte le tabelle vengono raccolte grazie a una maschera di tipo wkf% utilizzando la seguente query (postgresql):

    SELECT relname FROM pg_class WHERE relname LIKE Lower('wkf%') ESCAPE E'\\' AND relkind IN ('r','v') AND pg_get_userbyid(relowner)<>'postgres'
    
  4. Vengono quindi escluse tutte le tabelle utilizzate da un’istanza di flusso di lavoro in sospeso. L’elenco dei flussi di lavoro attivi viene recuperato utilizzando la seguente query:

    SELECT iWorkflowId FROM XtkWorkflow WHERE iWorkflowId<>0 AND iState<>20
    
  5. Ogni identificatore del flusso di lavoro viene quindi recuperato per trovare il nome delle tabelle utilizzate dai flussi di lavoro in corso. Questi nomi sono esclusi dall'elenco delle tabelle precedentemente recuperate.

  6. Le tabelle della cronologia delle attività di tipo "query incrementale" sono escluse utilizzando le seguenti query:

    SELECT relname FROM pg_class WHERE relname LIKE Lower('wkfhisto%') ESCAPE E'\\' AND relkind IN ('r','v') AND pg_get_userbyid(relowner)<>'postgres'
    
    SELECT iWorkflowId FROM XtkWorkflow WHERE iWorkflowId IN ($(strCondition))
    

    dove $(strcondition) è l'elenco delle tabelle che corrispondono alla maschera wkfhisto%.

  7. Le tabelle rimanenti vengono eliminate utilizzando la seguente query:

    DROP TABLE wkf15487_12;
    

Pulizia degli accessi al flusso di lavoro

Questa attività elimina gli accessi al flusso di lavoro utilizzando la seguente query:

DELETE FROM XtkWorkflowLogin WHERE iWorkflowId NOT IN (SELECT iWorkflowId FROM XtkWorkflow)

Pulizia delle tabelle di lavoro orfane

Questa attività elimina le tabelle di lavoro orfane collegate ai gruppi. La tabella NmsGroup memorizza i gruppi da pulire (con un tipo diverso da 0). Il prefisso dei nomi delle tabelle è grp. Per identificare i gruppi da pulire, viene utilizzata la seguente query:

SELECT iGroupId FROM NmsGroup WHERE iType>0"

Pulizia dei visitatori

Questa attività elimina i record obsoleti dalla tabella dei visitatori utilizzando l’eliminazione di massa. I record obsoleti sono quelli per i quali l'ultima modifica è precedente al periodo di conservazione definito nella procedura guidata di distribuzione (fare riferimento a Procedura guidata di distribuzione). Viene utilizzata la seguente query:

DELETE FROM NmsVisitor WHERE iVisitorId IN (SELECT iVisitorId FROM NmsVisitor WHERE iRecipientId = 0 AND tsLastModified < AddDays(GetDate(), -30) AND iOrigin = 0 LIMIT 20000)

dove $(tsDate) è la data corrente del server, dalla quale sottrarremo il periodo definito per l'opzione NmsCleanup_VisitorPurgeDelay.

Pulizia di NPAI

Questa attività ti consente di eliminare dalla tabella NmsAddress i record corrispondenti agli indirizzi validi. La seguente query viene utilizzata per eseguire l'eliminazione di massa:

DELETE FROM NmsAddress WHERE iAddressId IN (SELECT iAddressId FROM NmsAddress WHERE iStatus=2 AND tsLastModified < $(tsDate1) AND tsLastModified >= $(tsDate2) LIMIT 5000)

dove lo stato 2 corrisponde allo stato Valid, $(tsDate1) è la data corrente del server e $(tsDate2) corrisponde all'opzione NmsCleanup_LastCleanup.

Pulizia degli abbonamenti

Questa attività elimina tutte le sottoscrizioni eliminate dall'utente dalla tabella NmsSubscription utilizzando l'eliminazione di massa. Viene utilizzata la seguente query:

DELETE FROM NmsSubscription WHERE iDeleteStatus <>0

Pulizia dei registri di tracciamento

Questa attività elimina i record obsoleti dalle tabelle di registro di tracking e di webtracking. I record obsoleti sono quelli precedenti al periodo di conservazione definito nella procedura guidata di distribuzione (fare riferimento a Procedura guidata di distribuzione).

  1. Innanzitutto, l'elenco delle tabelle di log di tracking viene recuperato utilizzando la seguente query:

    SELECT distinct(sTrackingLogSchema) FROM NmsDeliveryMapping WHERE sTrackingLogSchema IS NOT NULL;
    
  2. L'eliminazione di massa viene utilizzata per eliminare tutte le tabelle nell'elenco delle tabelle recuperate in precedenza. Viene utilizzata la seguente query:

    DELETE FROM NmsTrackingLogRcp WHERE iTrackingLogId IN (SELECT iTrackingLogId FROM NmsTrackingLogRcp WHERE tsLog < $(tsDate) LIMIT 5000) 
    

    dove $(tsDate) è la data del server corrente dalla quale sottraggiamo il periodo definito per l'opzione NmsCleanup_TrackingLogPurgeDelay.

  3. La tabella delle statistiche di tracciamento viene eliminata utilizzando l’eliminazione di massa. Viene utilizzata la seguente query:

    DELETE FROM NmsTrackingStats WHERE iTrackingStatsId IN (SELECT iTrackingStatsId FROM NmsTrackingStats WHERE tsStart < $(tsDate) LIMIT 5000) 
    

    dove $(tsDate) è la data del server corrente dalla quale sottrarremo il periodo definito per l'opzione NmsCleanup_TrackingStatePurgeDelay.

Pulizia dei registri di consegna

Questa attività ti consente di eliminare i registri di consegna memorizzati in varie tabelle.

  1. A questo scopo, l’elenco degli schemi di log di consegna viene recuperato utilizzando la seguente query:

    SELECT distinct(sBroadLogSchema) FROM NmsDeliveryMapping WHERE sBroadLogSchema IS NOT NULL UNION SELECT distinct(sBroadLogExclSchema) FROM NmsDeliveryMapping WHERE sBroadLogExclSchema IS NOT NULL
    
  2. Quando si utilizza l’mid-sourcing, nelle mappature di consegna non viene fatto riferimento alla tabella NmsBroadLogMid . Lo schema nms:wideLogMid viene aggiunto all'elenco recuperato dalla query precedente.

  3. Il flusso di lavoro Database cleanup elimina quindi i dati obsoleti dalle tabelle recuperate in precedenza. Viene utilizzata la seguente query:

    DELETE FROM $(tableName) WHERE iBroadLogId IN (SELECT iBroadLogId FROM $(tableName) WHERE tsLastModified < $(option) LIMIT 5000) 
    

    dove $(tableName) è il nome di ogni tabella nell’elenco degli schemi e $(option) è la data definita per l’opzione NmsCleanup_BroadLogPurgeDelay (consulta Procedura guidata di distribuzione).

  4. Infine, il flusso di lavoro controlla se la tabella NmsProviderMsgId esiste. In tal caso, tutti i dati obsoleti vengono eliminati utilizzando la seguente query:

    DELETE FROM NmsProviderMsgId WHERE iBroadLogId IN (SELECT iBroadLogId FROM NmsProviderMsgId WHERE tsCreated < $(option) LIMIT 5000)
    

    dove $(option) corrisponde alla data definita per l'opzione NmsCleanup_BroadLogPurgeDelay (consulta Procedura guidata di distribuzione).

Pulizia della tabella NmsEmailErrorStat

Questa attività elimina la tabella NmsEmailErrorStat . Il programma principale (coalesceErrors) definisce due date:

  • Data di inizio: data del processo successivo che corrisponde all’opzione ​NmsLastErrorStatCoalesceoption o alla data più recente nella tabella.
  • Data di fine: data corrente del server.

Se la data di inizio è maggiore o uguale alla data di fine, non verrà eseguita alcuna procedura. In questo caso, viene visualizzato il messaggio coalesceUpToDate .

Se la data di inizio è precedente alla data di fine, la tabella NmsEmailErrorStat viene pulita.

Il numero totale di errori nella tabella NmsEmailErrorStat, tra le date di inizio e di fine, viene recuperato utilizzando la seguente query:

"SELECT COUNT(*) FROM NmsEmailErrorStat WHERE tsDate>= $(start) AND tsDate< $(end)"

dove $end e $start sono le date di inizio e di fine definite in precedenza.

Se il totale è maggiore di 0:

  1. Viene eseguita la seguente query per mantenere solo gli errori oltre una determinata soglia (che è uguale a 20):

    "SELECT iMXIP, iPublicId, SUM(iTotalConnections), SUM(iTotalErrors), SUM(iMessageErrors), SUM(iAbortedConnections), SUM(iFailedConnections), SUM(iRefusedConnections), SUM(iTimeoutConnections) FROM NmsEmailErrorStat WHERE tsDate>=$(start ) AND tsDate<$(end ) GROUP BY iMXIP, iPublicId HAVING SUM(iTotalErrors) >= 20"
    
  2. Viene visualizzato il messaggio coalescingErrors .

  3. Viene creata una nuova connessione per eliminare tutti gli errori che si sono verificati tra le date di inizio e di fine. Viene utilizzata la seguente query:

    "DELETE FROM NmsEmailErrorStat WHERE tsDate>=$(start) AND tsDate<$(end)"
    
  4. Ogni errore viene salvato nella tabella NmsEmailErrorStat utilizzando la seguente query:

    "INSERT INTO NmsEmailErrorStat(iMXIP, iPublicId, tsDate, iTotalConnections, iTotalErrors, iTimeoutConnections, iRefusedConnections, iAbortedConnections, iFailedConnections, iMessageErrors) VALUES($(lmxip ), $(lpublicId ), $(tsstart ), $(lconnections ), $(lconnectionErrors ),$(ltimeoutConnections ), $(lrefusedConnections ), $(labortedConnections ), $(lfailedConnections ), $(lmessageErrors))"
    

    dove ogni variabile corrisponde a un valore recuperato dalla query precedente.

  5. La variabile start viene aggiornata con i valori del processo precedente per completare il ciclo.

Il ciclo e l'attività si fermano.

Le pulizie vengono eseguite sulle tabelle NmsEmailError e cleanupNmsMxDomain .

Pulizia della tabella NmsEmailError

Viene utilizzata la seguente query:

DELETE FROM NmsEmailError WHERE iMXIP NOT IN (SELECT DISTINCT iMXIP FROM NmsEmailErrorStat)

Questa query elimina tutte le righe senza record collegati nella tabella NmsEmailErrorStat dalla tabella NmsEmailError.

Pulizia della tabella NmsMxDomain

Viene utilizzata la seguente query:

DELETE FROM NmsMxDomain WHERE iMXIP NOT IN (SELECT DISTINCT iMXIP FROM NmsEmailErrorStat)

Questa query elimina tutte le righe senza un record collegato nella tabella NmsEmailErrorStat dalla tabella NmsMxDomain.

Pulizia delle proposte

Se è installato il modulo Interaction , questo task viene eseguito per eliminare le tabelle NmsPropositionXxx.

L'elenco delle tabelle delle proposte viene recuperato e l'eliminazione di massa viene eseguita su ognuna di esse, utilizzando la seguente query:

DELETE FROM NmsPropositionXxx WHERE iPropositionId IN (SELECT iPropositionId FROM NmsPropositionXxx WHERE tsLastModified < $(option) LIMIT 5000) 

dove $(option) è la data definita per l'opzione NmsCleanup_PropositionPurgeDelay (consulta Procedura guidata di distribuzione).

Pulizia delle tabelle di simulazione

Questa attività pulisce le tabelle di simulazione orfane (che non sono più collegate a una simulazione di offerta o a una simulazione di consegna).

  1. Per recuperare l’elenco delle simulazioni che richiedono la pulizia, viene utilizzata la seguente query:

    SELECT iSimulationId FROM NmsSimulation WHERE iSimulationId<>0
    
  2. Il nome delle tabelle da eliminare è costituito dal prefisso wkSimu_ seguito dall’identificatore della simulazione (ad esempio: wkSimu_456831_aggr):

    DROP TABLE wkSimu_456831_aggr
    

Pulizia della pista di controllo

Viene utilizzata la seguente query:

DELETE FROM XtkAudit WHERE tsChanged < $(tsDate)

dove $(tsDate) è la data del server corrente dalla quale viene sottratto il periodo definito per l'opzione XtkCleanup_AuditTrailPurgeDelay.

Pulizia di Nmsaddress

Viene utilizzata la seguente query:

DELETE FROM NmsAddress WHERE iAddressId IN (SELECT iAddressId FROM NmsAddress WHERE iStatus=STATUS_QUARANTINE AND tsLastModified < $(NmsCleanup_AppSubscriptionRcpPurgeDelay + 5d) AND iType IN (MESSAGETYPE_IOS, MESSAGETYPE_ANDROID ) LIMIT 5000)

Questa query elimina tutte le voci relative a iOS e Android.

Aggiornamento delle statistiche e ottimizzazione dello storage

L'opzione XtkCleanup_NoStats consente di controllare il comportamento del passaggio di ottimizzazione dello storage del flusso di lavoro di pulizia.

Se l’opzione XtkCleanup_NoStats non esiste o se il suo valore è 0, verrà eseguita l’ottimizzazione dello storage in modalità dettagliata (VACUUM VERBOSE ANALYZE) su PostgreSQL e verranno aggiornate le statistiche su tutti gli altri database. Per verificare che questo comando sia eseguito, controlla i log PostgreSQL. VACUUM genera linee nel formato: INFO: vacuuming "public.nmsactivecontact" e ANALYZE producono le linee nel formato seguente: INFO: analyzing "public.nmsactivecontact".

Se il valore dell’opzione è 1, l’aggiornamento delle statistiche non viene eseguito su alcun database. Nei registri del flusso di lavoro viene visualizzata la seguente riga di registro: Option 'XtkCleanup_NoStats' is set to '1'.

Se il valore dell’opzione è 2, questo eseguirà l’analisi dello storage in modalità dettagliata (ANALYZE VERBOSE) su PostgreSQL e aggiornerà le statistiche su tutti gli altri database. Per verificare che questo comando sia eseguito, controlla i log PostgreSQL. ANALYZE genera linee nel formato seguente: INFO: analyzing "public.nmsactivecontact".

Pulizia sottoscrizione (NMAC)

Questa attività elimina tutti gli abbonamenti relativi ai servizi eliminati o alle applicazioni mobili.

Per recuperare l’elenco degli schemi di registro di trasmissione, viene utilizzata la seguente query:

SELECT distinct(sBroadLogSchema) FROM NmsDeliveryMapping WHERE sBroadLogSchema IS NOT NULL

L'attività recupera quindi i nomi delle tabelle collegate al collegamento appSubscription ed elimina queste tabelle.

Questo flusso di lavoro di pulizia elimina anche tutte le voci in cui disabilitata = 1 che non sono state aggiornate dal momento in cui è stato impostato l'opzione NmsCleanup_AppSubscriptionRcpPurgeDelay.

Pulizia delle informazioni sulla sessione

Questa attività elimina le informazioni dalla tabella sessionInfo, viene utilizzata la seguente query:

 DELETE FROM XtkSessionInfo WHERE tsexpiration < $(curdate) 

Pulizia degli eventi scaduti

Questa attività pulisce gli eventi ricevuti e memorizzati nelle istanze di esecuzione e gli eventi archiviati in un'istanza di controllo.

Pulizia delle reazioni

Questa attività elimina le reazioni (tabella NmsRemaMatchRcp) in cui sono state eliminate le ipotesi.

In questa pagina