Test della migrazione

Procedura generale

A seconda della configurazione, esistono diversi modi per eseguire i test di migrazione.

È necessario disporre di un ambiente di test/sviluppo per eseguire i test di migrazione. Gli ambienti di sviluppo sono soggetti a licenza: controllare il contratto di licenza o contattare servizio vendite Adobe Campaign.

  1. Arrestare tutti gli sviluppi in corso e trasmetterli nell'ambiente di produzione.

  2. Eseguire un backup del database dell'ambiente di sviluppo.

  3. Arrestate tutti processi Adobe Campaign nell'istanza di sviluppo.

  4. Eseguire un backup del database dell'ambiente di produzione e ripristinarlo come ambiente di sviluppo.

  5. Prima di avviare i servizi Adobe Campaign , eseguire lo script di cauterizzazione congelamentoInstance.js che consente di cancellare il database degli oggetti in esecuzione all'avvio del backup.

    nlserver javascript nms:freezeInstance.js -instance:<instance> -arg:<run|dry>
    
    NOTA

    Il comando viene avviato per impostazione predefinita in modalità dry ed elenca tutte le richieste eseguite da tale comando, senza avviarle. Per eseguire richieste di cautela, utilizzare run nel comando.

  6. Verificare che i backup siano corretti cercando di ripristinarli. Assicuratevi di poter accedere al database, alle tabelle, ai dati e così via.

  7. Verificare la procedura di migrazione nell'ambiente di sviluppo.

    Le procedure complete sono descritte nella sezione Prerequisiti per la migrazione a Adobe Campaign 7.

  8. Se la migrazione dell'ambiente di sviluppo ha esito positivo, è possibile migrare l'ambiente di produzione.

IMPORTANTE

A causa delle modifiche apportate alla struttura dei dati, non è possibile importare ed esportare pacchetti di dati tra una piattaforma v5 e una piattaforma v7.

NOTA

Il comando aggiornamento Adobe Campaign (postupgrade) consente di sincronizzare le risorse e gli schemi di aggiornamento e il database. Questa operazione può essere eseguita solo una volta sul server dell'applicazione. Dopo la sincronizzazione delle risorse, il comando postupgrade consente di rilevare se la sincronizzazione genera errori o avvisi.

Strumenti di migrazione

Le varie opzioni consentono di misurare l’impatto di una migrazione e identificare i potenziali problemi. Devono essere eseguite le seguenti opzioni:

  • nel comando config:

    nlserver.exe config <option> -instance:<instanceName>
    
  • o in seguito all'aggiornamento:

    nlserver.exe config -postupgrade <option> -instance:<instanceName>
    
NOTA

È necessario utilizzare l'opzione -instance:<instanceame>. Non è consigliabile utilizzare l'opzione -allinstance.

-showCustomEntities e -showDeletedEntities opzioni

  • L'opzione -showCustomEntities visualizza l'elenco di tutti gli oggetti non standard:

    nlserver.exe config -showCustomEntities -instance:<instanceName>
    

    Esempio di messaggio inviato:

    xtk_migration:opsecurity2 xtk:entity
    
  • L'opzione -showDeletedEntities visualizza l'elenco di tutti gli oggetti standard mancanti nel database o nel file system. Per ogni oggetto mancante, il percorso è specificato.

    nlserver.exe config -showDeletedEntities -instance:<instanceName>
    

    Esempio di messaggio inviato:

    Out of the box object 'nms:deliveryCustomizationMdl' belonging to the 'xtk:srcSchema' schema has not been found in the file system.
    

Processo di verifica

Integrato come standard nel comando post-aggiornamento, questo processo consente di visualizzare avvisi ed errori che potrebbero causare il fallimento della migrazione. Se vengono visualizzati degli errori, la migrazione non è stata eseguita. In questo caso, correggete tutti gli errori e riavviate il postaggiornamento.

È possibile avviare il processo di verifica autonomamente (senza migrazione) utilizzando il comando:

nlserver.exe config -postupgrade -check -instance:<instanceName>
NOTA

Ignorare tutti gli avvisi e gli errori con codice JST-310040.

Vengono cercate le seguenti espressioni (con distinzione tra maiuscole e minuscole):

Expression
Codice errore
Tipo di registro
Commenti
.@
PU-0001
Avviso
Questo tipo di sintassi non è più supportato nella personalizzazione della distribuzione. Fare riferimento a JavaScript. In caso contrario, verificare che il tipo di valore sia corretto.
common.js
PU-0002
Avviso
Questa libreria non deve essere utilizzata.
access(
PU-0003
Avviso
Questo metodo di connessione non deve più essere utilizzato. Fare riferimento a Applicazioni Web identificate.
new SoapMethodCall(
PU-0004
Avviso
Questa funzione è supportata solo quando viene utilizzata nel codice JavaScript eseguito da una zona di sicurezza in modalità sessionTokenOnly.
sql=
PU-0005
Errore
Questo tipo di errore genera un errore di migrazione. Fare riferimento a SQLData.
SQLDATA
PU-0006
Errore
Questo tipo di errore genera un errore di migrazione. Fare riferimento a SQLData. Se si ottengono i registri di errore dell'applicazione Web di tipo panoramica (migrazione dalla versione 6.02), fare riferimento a Applicazioni Web.

Viene inoltre eseguita una verifica della coerenza del database e dello schema.

Opzione di ripristino

Questa opzione consente di ripristinare gli oggetti out-of-the-box se sono stati modificati. Per ciascun oggetto ripristinato, un backup delle modifiche viene memorizzato nella cartella selezionata:

nlserver.exe config -postupgrade -restoreFactory:<backupfolder> -instance:<instanceName>
NOTA

È consigliabile utilizzare percorsi di cartella assoluti e mantenere la struttura ad albero delle cartelle. Ad esempio: backupFolder\nms\srcSchema\billing.xml.

Ripresa della migrazione

Se si riavvia il post-aggiornamento dopo un errore di migrazione, questo riprende dalla stessa posizione in cui è stato interrotto.

In questa pagina

Adobe Maker Awards Banner

Time to shine!

Apply now for the 2021 Adobe Experience Maker Awards.

Apply now
Adobe Maker Awards Banner

Time to shine!

Apply now for the 2021 Adobe Experience Maker Awards.

Apply now