Definire le condizioni del filtro

Scegli l’operatore

All’interno delle condizioni di filtro, è necessario collegare due valori utilizzando un operatore .

Di seguito è riportato un elenco degli operatori disponibili:

Operatore
Finalità
Esempio
Uguale a
Restituisce un risultato identico ai dati immessi nella seconda colonna Valore.
Cognome (@lastName) uguale a "Jones", restituirà solo i destinatari il cui cognome è Jones.
Maggiore di
Restituisce un valore maggiore del valore inserito.
Età (@età) superiore a 50, restituirà tutti i valori maggiori di "50", ovvero "51", "52", ecc.
Minore di
Restituisce un valore inferiore al valore inserito.
Data di creazione (@created) prima di 'DaysAgo(100)', restituirà tutti i destinatari creati meno di 100 giorni fa.
Maggiore o uguale a
Restituisce tutti i valori uguali o maggiori del valore inserito.
Età (@età) maggiore o uguale a '30', restituirà tutti i destinatari di età pari o superiore a 30 anni.
Minore o uguale a
Restituisce tutti i valori uguali o inferiori al valore inserito.
Età (@età) inferiore o uguale a '60', restituirà tutti i destinatari di età non superiore a 60 anni.
Non uguale a
Restituisce tutti i valori non identici al valore inserito.
Lingua (@lingua) uguale a "Inglese".
Inizia con
Restituisce i risultati che iniziano con il valore inserito.
L'account # (@account) inizia con '32010'.
Non inizia con
Restituisce i risultati che non iniziano con il valore inserito
L'account # (@account) non inizia con '20'.
Contiene
Restituisce i risultati contenenti almeno il valore inserito.
Il dominio e-mail (@dominio) contiene 'mail', restituirà tutti i nomi di dominio contenenti "mail". Quindi verrà restituito anche il dominio "gmail.com".
Non contiene
Restituisce risultati che non contengono il valore inserito.
Il dominio e-mail (@dominio) non contiene 'vo'. In questo caso, i nomi di dominio contenenti "vo" non verranno restituiti. Il nome di dominio 'voila.fr' non verrà visualizzato nei risultati.
Simile
Simile è molto simile all’operatore Contains. Consente di inserire un % carattere jolly nel valore .
Cognome (@lastName) simile a 'Jon%s'. Qui, il carattere jolly è usato come un "jolly" per trovare il nome "Jones", se l'operatore ha dimenticato la lettera mancante tra il 'n' e il 's'.
Diverso
È simile a Simile . Consente di non recuperare il valore immesso. Anche in questo caso, il valore immesso deve contenere il carattere jolly %.
Cognome (@lastName) non simile a 'Smi%h'. In questo caso, i destinatari il cui cognome è "Smi%h" non verranno restituiti.
È vuoto
In questo caso, il risultato che stiamo cercando corrisponde a un valore vuoto nella seconda colonna Valore .
Mobile (@mobilePhone) è vuoto restituisce tutti i destinatari che non dispongono di un numero mobile.
Non è vuoto
Opere al contrario È vuoto operatore. Non è necessario inserire dati nella seconda colonna Valore.
E-mail (@email) non è vuota.
È incluso in
Restituisce i risultati inclusi nei valori indicati. Questi valori devono essere separati da una virgola.
La data di nascita (@datadinascita) è inclusa in '12/10/1979,12/10/1984', restituirà i destinatari nati tra queste date.
Non è incluso in
Funziona come È incluso in operatore. In questo caso, vogliamo escludere i destinatari in base ai valori inseriti.
La data di nascita (@datadinascita) non è inclusa in '12/10/1979,12/10/1984'. A differenza dell’esempio precedente, i destinatari nati entro queste date non verranno restituiti.

UTILIZZARE E, O, ECCETTO

Per le query che utilizzano diverse condizioni di filtro, è necessario definire collegamenti tra le condizioni. Esistono tre possibili collegamenti:

  • And consente di combinare due condizioni di filtro,
  • Or consente di offrire un’alternativa,
  • Except ti consente di definire un’eccezione.

Fai clic su And (offerta per impostazione predefinita) e scegli dall’elenco a discesa.

  • And: aggiunge una condizione e abilita il filtro eccessivo.

  • Or: aggiunge una condizione e abilita il filtro eccessivo.

    L’esempio seguente ti consente di trovare i destinatari il cui dominio e-mail contiene "orange.co.uk" O il cui codice postale inizia con "NW".

  • Except: se disponi di due filtri e il primo non restituisce un valore, questo tipo di collegamento crea un’eccezione.

    Nell’esempio seguente, vogliamo restituire i destinatari il cui dominio e-mail contiene "orange.co.uk" ECCETTO se il cognome del destinatario è "Smith".

Questo esempio mostra un filtro che consente di visualizzare: destinatari che parlano spagnolo, OPPURE sono donne con numeri di cellulare, OPPURE destinatari senza un numero di conto e il cui nome dell'azienda inizia con la lettera "N".

Dare priorità alle condizioni

Questa sezione spiega come assegnare priorità alle condizioni grazie alle frecce blu nella barra degli strumenti.

  • La freccia rivolta a destra consente di aggiungere al filtro un livello di parentesi.

  • La freccia rivolta a sinistra consente di eliminare un livello di parentesi selezionato dal filtro.

  • Le frecce verticali consentono di spostare una condizione, cambiandone la sequenza di esecuzione.

In questo esempio viene illustrato come utilizzare la freccia per eliminare un livello di parentesi. Inizia dalla seguente condizione di filtro: City equal to London OR gender equal to male and mobile not indicated OR account # starts with “95” and company name starts with “A”.

Posizionare il cursore sul Gender (@gender) equal to Male condizione di filtro e fai clic su Remove a parenthesis level freccia.

La Gender (@gender) equal to Male condizione estratta dalla sua parentesi. Si è spostata allo stesso livello della condizione "City equal to London". Tali condizioni sono collegate tra loro (And).

Selezionare i dati da estrarre

I campi disponibili variano da una tabella all’altra. Tutti i campi sono memorizzati in un nodo principale noto come Main element. Nell’esempio seguente, i campi disponibili si trovano nella tabella dei destinatari. I campi vengono sempre visualizzati in ordine alfabetico.

Il dettaglio del campo selezionato è visibile nella parte inferiore della finestra. Ad esempio, il Email domain è un campo Calculated SQL field e la sua estensione (@domain).

NOTA

Utilizza la Search strumento per trovare un campo disponibile.

Fare doppio clic su un campo disponibile per aggiungerlo alle colonne di output. Alla fine della query, ogni campo selezionato crea una colonna nel Data preview finestra.

I campi avanzati non vengono visualizzati per impostazione predefinita. Fai clic su Display advanced fields nell’angolo in basso a destra dei campi disponibili per visualizzare tutti gli elementi. Fai di nuovo clic su per tornare alla visualizzazione precedente.

Ad esempio, nella tabella dei destinatari, i campi avanzati sono Booleano 1, Boolean 2, Boolean 3, Foreign key of “Folder” link, ecc.

L’esempio seguente mostra i campi avanzati della tabella dei destinatari.

Le varie categorie di campi:

Icona
Descrizione
Esempi
Campo semplice
E-mail, genere, ecc.
Chiave primaria. Questo campo SQL è un modo per identificare un record in una tabella.
I destinatari degli identificatori sono chiavi primarie e gli identificatori sono univoci per definizione.
Chiave esterna. Utilizzato come collegamento a un’altra tabella.
Chiave esterna del destinatario, chiave esterna del servizio, ecc.
Campo calcolato. Questo tipo di campo viene calcolato su richiesta utilizzando i valori del database.
Età, dominio e-mail, ecc.
Campo contenente testi lunghi.
Commento, indirizzo completo, ecc.
Campo SQL indicizzato.
Nome completo, codice ISO, ecc.

Collegamento a una tabella e a un elemento di raccolta:

Icona
Descrizione
Esempio
Collegamenti a una tabella in particolare. Questi coincidono con associazioni di tipo 1-1. Una occorrenza della tabella sorgente può coincidere con una sola occorrenza della tabella di destinazione. Ad esempio, un solo destinatario può essere collegato a un paese.
Cartella, Stato, Paese, ecc.
Elemento di raccolta in una tabella specifica. Queste coincidono con le associazioni di tipo 1-N. Una occorrenza della tabella sorgente può coincidere con diverse occorrenze della tabella di destinazione, ma una occorrenza della tabella di destinazione può coincidere con una sola occorrenza della tabella sorgente. Ad esempio, un destinatario può abbonarsi alle lettere di abbonamento "n".
Abbonamenti, elenchi, registri di esclusione, ecc.
NOTA
  • Utilizza la Add pulsante (sopra la barra delle icone laterali) per aggiungere una colonna di output in cui modificare l’espressione. Per ulteriori informazioni sulla modifica di un’espressione, consulta questa sezione.
  • Elimina una colonna di output facendo clic sulla "x" rossa (Elimina).
  • Modificare l’ordine delle colonne di output utilizzando le frecce.
  • La Distribution of values consente di visualizzare la distribuzione dei valori del campo selezionato (ad esempio, le distribuzioni collegate alle città destinatarie, alle lingue dei destinatari, ecc.).

Creazione di campi calcolati

Se necessario, aggiungere una colonna durante la formattazione dei dati. Un campo calcolato aggiunge una colonna alla sezione di anteprima dati. Fai clic su Add a calculated field.

Esistono quattro tipi di campi calcolati:

  • Fixed string: consente di aggiungere una stringa di caratteri.

  • String with JavaScript tags: il valore del campo calcolato combina una stringa di caratteri e direttive JavaScript.

  • JavaScript expression: il valore del campo calcolato è il risultato di una valutazione della funzione JavaScript. Il valore restituito può essere digitato (numero, data, ecc.).

  • Enumerations: Questo tipo di campo consente di utilizzare/modificare il contenuto di una delle colonne di output in una nuova colonna.

    È possibile utilizzare il valore sorgente di una colonna e assegnargli un valore di destinazione. Questo valore di destinazione verrà visualizzato nella nuova colonna di output.

    Esempio di aggiunta del tipo di campo calcolato Enumerations è disponibile, fai riferimento a questa sezione.

    La Enumerations il campo calcolato di tipo può includere 4 condizioni:

    • Keep the source value ripristina il valore sorgente nel target senza modificarlo.
    • Use the following value consente di immettere un valore di destinazione predefinito per i valori di origine non definiti.
    • Generate a warning and continue avverte l'utente che il valore sorgente non può essere modificato.
    • Generate an error and reject the line impedisce il calcolo e l’importazione della riga.

Fai clic sul pulsante Detail of calculated field per visualizzare i dettagli del campo inserito.

Per rimuovere questo campo calcolato, fai clic sul pulsante Remove the calculated field croce.

Creare espressioni

Lo strumento di modifica delle espressioni consente di calcolare gli aggregati, generare una funzione o modificare una formula utilizzando un’espressione.

L'esempio seguente illustra come eseguire un conteggio su una chiave primaria.

Applica i seguenti passaggi:

  1. Fai clic su Add in Data to extract finestra. In Formula type selezionare un tipo di formula per immettere l'espressione.

    Sono disponibili diversi tipi di formule: Field only, Aggregate, Expression.

    Seleziona Process on an aggregate function e Count. Fai clic su Next.

  2. Viene calcolata la chiave primaria.

Di seguito è riportata una visualizzazione dettagliata delle scelte disponibili nel Formula types finestra:

  1. Field only consente di tornare alla sezione Field to select finestra.

  2. Aggregate (Process on an aggregate function). Di seguito sono riportati alcuni esempi di utilizzo aggregato:

    • Count consente di eseguire un conteggio delle chiavi primarie.

    • Sum consente di sommare tutti gli acquisti effettuati da un cliente su un anno.

    • Maximum value consente di trovare i clienti che hanno acquistato il maggior numero di prodotti "n".

    • Minimum value ti consente di ordinare in base ai clienti e individuare quelli che si sono abbonati a un’offerta più di recente.

    • Average. Questa funzione ti consente di calcolare l’età media dei destinatari.

      La Distinct consente di recuperare valori univoci e diversi da zero di una colonna. Ad esempio, puoi recuperare tutti i registri di tracciamento di un destinatario e questi vengono modificati nel valore 1 in quanto riguardano tutti lo stesso destinatario.

  3. Expression apre Edit the expression finestra. Questo consente di rilevare i numeri telefonici con troppe cifre, che potrebbero essere errori di inserimento.

    Per un elenco di tutte le funzioni disponibili, consulta Elenco delle funzioni.

Elenco delle funzioni

Se Expression viene scelta la formula del tipo, verrà visualizzata la finestra "modifica l'espressione". Ai campi disponibili possono essere associate diverse categorie di funzioni: Aggregates, String, Date, Numerical, Currency, Geomarketing, Windowing function e Others.

L’editor di espressioni si presenta così:

Consente di selezionare i campi nelle tabelle del database e di aggiungere funzioni avanzate. Sono disponibili le seguenti funzioni:

Aggregati

Nome
Descrizione
Sintassi
Avg
Restituisce la media di una colonna del tipo di numero
Avg(<valore>)
Conteggio
Conta i valori non nulli di una colonna
Count(<valore>)
CountAll
Conta i valori restituiti (tutti i campi)
CountAll()
Countdistinct
Conta i valori distinti non nulli di una colonna
Countdistinct(<valore>)
Max
Restituisce il valore massimo di una colonna numero, stringa o tipo di data
Max(<valore>)
Min
Restituisce il valore minimo di una colonna numero, stringa o tipo di data
Min(<valore>)
StdDev
Restituisce la deviazione standard di un numero, una stringa o una colonna di data
StdDev(<value>)
Somma
Restituisce la somma dei valori di una colonna numero, stringa o tipo di data
Sum(<valore>)

Stringa

Nome
Descrizione
Sintassi
AllNonNull2
Indica se tutti i parametri non sono nulli e non sono vuoti
AllNonNull2(<stringa>, <stringa>)
AllNonNull3
Indica se tutti i parametri non sono nulli e non sono vuoti
AllNonNull3(<stringa>, <stringa>, <stringa>)
Ascii
Restituisce il valore ASCII del primo carattere della stringa.
Ascii(<stringa>)
Char
Restituisce il carattere corrispondente al codice ASCII “n”
Char(<numero>)
Charindex
Restituisce la posizione della stringa 2 nella stringa 1.
Charindex(<stringa>, <stringa>)
GetLine
Restituisce l’ennesima riga (da 1 a n) della stringa
GetLine(<stringa>)
IfEquals
Restituisce il terzo parametro se i primi due parametri sono uguali. In caso contrario, restituisce l'ultimo parametro
IfEquals(<stringa>, <stringa>, <stringa>, <stringa>)
IsMemoNull
Indica se il promemoria passato come parametro è nullo
IsMemoNull(<memo>)
JuxtWords
Concatena le stringhe passate come parametri. Se necessario, aggiunge spazi tra le stringhe.
JuxtWords(<stringa>, <stringa>)
JuxtWords3
Concatena le stringhe passate come parametri. Se necessario, aggiunge spazi tra le stringhe
JuxtWords3(<stringa>, <stringa>, <stringa>)
LPad
Restituisce la stringa completata a sinistra
LPad(<string>, <number>, <character>)
Left
Restituisce i primi n caratteri della stringa
Left(<stringa>, <numero>)
Length
Restituisce la lunghezza della stringa
Length(<stringa>)
Lower
Restituisce la stringa in caratteri minuscoli
Lower(<stringa>)
Ltrim
Rimuove gli spazi a sinistra della stringa
Ltrim(<stringa>)
Md5Digest
Restituisce una rappresentazione esadecimale della chiave MD5 di una stringa
Md5Digest(<stringa>)
MemoContains
Specifica se il promemoria contiene la stringa passata come parametro
MemoContains(<promemoria>, <stringa>)
RPad
Restituisce la stringa completata a destra
RPad(<stringa>, <numero>, <carattere>)
Right
Restituisce gli ultimi n caratteri della stringa
Right(<stringa>)
Rtrim
Rimuove gli spazi a destra della stringa
Rtrim(<stringa>)
Smart
Restituisce la stringa con la prima lettera di ciascuna parola in maiuscolo
Smart(<stringa>)
Substring
Estrae la sottostringa a partire dal carattere n1 della stringa e di lunghezza n2
Substring(<stringa>, <offset>, <lunghezza>)
ToString
Converte il numero in una stringa
ToString(<number>, <number>)
Upper
Restituisce la stringa in caratteri maiuscoli
Upper(<stringa>)
VirtualLink
Restituisce la chiave esterna di un collegamento passato come parametro se gli altri due parametri sono uguali
VirtualLink(<numero>, <numero>, <numero>)
VirtualLinkStr
Restituisce la chiave esterna (testo) di un collegamento passato come parametro se gli altri due parametri sono uguali
VirtualLinkStr(<stringa>, <numero>, <numero>)
dataLength
Restituisce la dimensione della stringa
dataLength(<string>)

Data

Nome
Descrizione
Sintassi
AddDays
Aggiunge un numero di giorni a una data
AddDays(<data>, <numero>)
AddHours
Aggiunge un numero di ore a una data
AddHours(<data>, <numero>)
AddMinutes
Aggiunge un numero di minuti a una data
AddMinutes(<data>, <numero>)
AddMonths
Aggiunge un numero di mesi a una data
AddMonths(<data>, <numero>)
AddSeconds
Aggiunge un numero di secondi a una data
AddSeconds(<data>, <numero>)
AddYears
Aggiunge un numero di anni a una data
AddYears(<data>, <numero>)
DateOnly
Restituisce solo la data (con l’ora su 00.00)*
DateOnly(<data>)
Day
Restituisce il numero che rappresenta il giorno della data
Day(<data>)
DayOfYear
Restituisce il numero del giorno dell’anno della data
DayOfYear(<data>)
DaysAgo
Restituisce la data corrispondente alla data corrente meno n giorni
DaysAgo(<numero>)
DaysAgoInt
Restituisce la data (numero intero aaaammgg) corrispondente alla data corrente meno n giorni
DaysAgoInt(<numero>)
DaysDiff
Numero di giorni tra due date
DaysDiff(<data di fine>, <data di inizio>)
DaysOld
Restituisce l’età in giorni di una data
DaysOld(<data>)
GetDate
Restituisce la data di sistema corrente del server
GetDate()
Hour
Restituisce l’ora della data
Hour(<data>)
HoursDiff
Restituisce il numero di ore tra due date
HoursDiff(<data di fine>, <data di inizio>)
Minute
Restituisce i minuti della data
Minute(<data>)
MinutesDiff
Restituisce il numero di minuti tra due date
MinutesDiff(<data di fine>, <data di inizio>)
Month
Restituisce il numero che rappresenta il mese della data
Month(<data>)
MonthsAgo
Restituisce la data corrispondente alla data corrente meno n mesi
MonthsAgo(<numero>)
MonthsDiff
Restituisce il numero di mesi tra due date
MonthsDiff(<data di fine>, <data di inizio>)
MonthsOld
Restituisce l’età in mesi di una data
MonthsOld(<data>)
Second
Restituisce i secondi della data
Second(<data>)
SecondsDiff
Restituisce il numero di secondi tra due date
SecondsDiff(<data di fine>, <data di inizio>)
SubDays
Sottrae un numero di giorni da una data
SubDays(<data>, <numero>)
SubHours
Sottrae un numero di ore da una data
SubHours(<data>, <numero>)
SubMinutes
Sottrae un numero di minuti da una data
SubMinutes(<data>, <numero>)
SubMonths
Sottrae un numero di mesi da una data
SubMonths(<data>, <numero>)
SubSeconds
Sottrae un numero di secondi da una data
SubSeconds(<data>, <numero>)
SubYears
Sottrae un numero di anni da una data
SubYears(<data>, <numero>)
ToDate
Converte una data + ora in una data
ToDate(<data + ora>)
ToDateTime
Converte una stringa in una data + ora
ToDateTime(<stringa>)
TruncDate
Arrotonda una data+ora al secondo più vicino
TruncDate(@lastModified, <numero di secondi>)
TruncDateTZ
Arrotonda una data + ora a una determinata precisione, espressa in secondi
TruncDateTZ(<data>, <numero di secondi>, <fuso orario>)
TruncQuarter
Arrotonda una data al trimestre
TruncQuarter(<data>)
TruncTime
Arrotonda la parte dell’ora al secondo più vicino
TruncTim(e<date>, <number of="" seconds="">)
TruncWeek
Arrotonda una data alla settimana
TruncWeek(<data>)
TruncYear
Arrotonda una data + ora al 1° gennaio dell’anno
TruncYear(<data>)
TruncWeek
Restituisce il numero che rappresenta il giorno della settimana della data
WeekDay(<data>)
Year
Restituisce il numero che rappresenta l’anno della data
Year(<data>)
YearAnd Month
Restituisce il numero che rappresenta l’anno e il mese della data
YearAndMonth(<data>)
YearsDiff
Restituisce il numero di anni tra le due date
YearsDiff(<data di fine>, <data di inizio>)
YearsOld
Restituisce l’età in anni di una data
YearsOld(<data>)
NOTA

Tieni presente che Solo dati prende in considerazione il fuso orario del server, non quello dell'operatore.

Numeriche

Nome
Descrizione
Sintassi
Abs
Restituisce il valore assoluto di un numero
Abs(<numero>)
Ceil
Restituisce il numero intero più piccolo maggiore o uguale a un numero
Ceil(<numero>)
Floor
Restituisce il numero intero più grande maggiore o uguale a un numero
Floor(<numero>)
Greatest
Restituisce il numero maggiore tra due numeri
Greatest(<numero 1>, <numero 2>)
Least
Restituisce il minore tra due numeri
Least(<numero 1>, <numero 2>)
Mod
Restituisce il resto della divisione del numero intero di n1 per n2
Mod(<numero 1>, <numero 2>)
Percent
Restituisce il rapporto tra due numeri espresso come percentuale
Percent(<numero 1>, <numero 2>)
Random
Restituisce il valore casuale
Random()
Round
Arrotonda un numero a n decimali
Round(<numero>, <numero di decimali>)
Sign
Restituisce il segno del numero
Sign(<numero>)
ToDouble
Converte un numero intero in un numero in virgola mobile
ToDouble(<numero>)
ToInt64
Converte un numero in virgola mobile in un numero intero a 64 bit
ToInt64(<numero>)
ToInteger
Converte un numero in virgola mobile in un numero intero
ToInteger(<numero>)
Trunc
Tronca n1 a n2 decimali
Trunc(<n1>, <n2>)
  1. Valuta
Nome
Descrizione
Sintassi
ConvertCurrency
Converte un importo in una valuta di origine in un importo in una valuta di destinazione
ConvertCurrency(<amount>, <source currency="">, <target currency="">, <conversion date="">)
FormatoValuta
Formatta l'importo visualizzato in base alle impostazioni di valuta selezionate
FormatCurrency(<amount>, <currency>)

Geomarketing

Nome
Descrizione
Sintassi
Distance
Restituisce la distanza tra due punti definiti da longitudine e latitudine, espressa in gradi.
Distance(<Longitudine A>, <Latitudine A>, <Longitudine B>, <Latitudine B>)

Altro

Nome
Descrizione
Sintassi
Case
Restituisce il valore 1 se la condizione è true. In caso contrario restituisce il valore 2.
Case(When(<condizione>, <valore 1>), Else(<valore 2>))
ClearBit
Elimina il contrassegno nel valore
ClearBit(<identificatore>, <contrassegno>)
Coalesce
Restituisce il valore 2 se il valore 1 è zero o nullo, altrimenti restituisce il valore 1
Coalesce(<valore 1>, <valore 2>)
Decode
Restituisce il valore 3 se valore 1 = valore 2. Se non restituisce il valore 4.
Decode(<valore 1>, <valore 2>, <valore 3>, <valore 4>)
Else
Restituisce il valore 1 (può essere utilizzato solo come parametro della funzione Case)
Else(<value>, <value>)
GetEmailDomain
Estrae il dominio da un indirizzo e-mail
GetEmailDomain(<valore>)
GetMirrorURL
Recupera l’URL del server della pagina speculare
GetMirrorURL(<valore>)
Iif
Restituisce il valore 1 se l’espressione è vera. In caso contrario, restituisce il valore 2
Iif(<condizione>, <valore 1>, <valore 2>)
IsBitSet
Indica se il contrassegno si trova nel valore
IsBitSet(<identificatore>, <contrassegno>)
IsEmptyString
Restituisce il valore 2 se la stringa 1 è vuota, altrimenti restituisce il valore 3
IsEmptyString(<value>, <value>, <value>)
NoNull
Restituisce la stringa vuota se l’argomento è NULL
NoNull(<valore>)
RowId
Restituisce il numero di riga
RowId
SetBit
Forza il contrassegno nel valore
SetBit(<identificatore>, <contrassegno>)
ToBoolean
Converte un numero in booleano
ToBoolean(<numero>)
When
Restituisce il valore 1 se l’espressione è vera. In caso contrario restituisce il valore 2 (può essere utilizzato solo come parametro della funzione Case)
When(<condizione>, <valore 1>)

Funzioni di Windows

Nome
Descrizione
Sintassi
Desc
Applica un ordinamento decrescente
Desc(<valore 1>)
OrderBy
Ordina il risultato all’interno della partizione
OrderBy(<valore 1>)
PartitionBy
Partiziona il risultato di una query su una tabella
PartitionBy(<valore 1>)
RowNum
Genera un numero di riga basato sulla partizione della tabella e su una sequenza di ordinamento.
RowNum(PartitionBy(<valore 1>), OrderBy(<valore 1>))

In questa pagina