Risposte ai moduli web

Campi di archiviazione della risposta

Le risposte ai moduli possono essere salvate in un campo del database o temporaneamente in una variabile locale. La modalità di archiviazione delle risposte viene scelta durante la creazione del campo. Può essere modificato tramite il collegamento Edit storage… .

Per ciascun campo di input di un modulo sono disponibili le seguenti opzioni di archiviazione:

  • Edit a recipient

    È possibile selezionare un campo del database: le risposte degli utenti verranno memorizzate in questo campo. Per ogni utente, viene salvato solo l’ultimo valore immesso: viene aggiunto al loro profilo: Fare riferimento a Memorizzazione dei dati nel database.

  • Variable

    Se non si desidera memorizzare le informazioni nel database, è possibile utilizzare una variabile. Le variabili locali possono essere dichiarate a monte. Fare riferimento a Memorizzazione di dati in una variabile locale.

Memorizzazione dei dati nel database

Per salvare i dati in un campo esistente del database, fai clic sull'icona Edit expression e selezionala dall'elenco dei campi disponibili.

NOTA

Il documento di riferimento predefinito è lo schema nms:recipient . Per visualizzarlo o sceglierne uno nuovo, selezionare il modulo dall'elenco e fare clic sul pulsante Properties.

Memorizzazione di dati in una variabile locale

È possibile utilizzare variabili locali in modo che, anche se i dati non sono memorizzati nel database, possano essere riutilizzati nella pagina o nelle altre pagine, ad esempio per inserire condizioni sulla visualizzazione di un campo o per personalizzare un messaggio.

Ciò significa che è possibile utilizzare il valore di un campo non salvato per autorizzare la visualizzazione di un gruppo di opzioni sulla pagina. Nella pagina seguente, il tipo di veicolo non è memorizzato nella banca dati:

Viene memorizzato in una variabile che deve essere selezionata al momento della creazione della casella a discesa oppure tramite il collegamento Edit storage… .

Puoi visualizzare le variabili esistenti e crearne di nuove tramite il collegamento Edit variables… . Fai clic sul pulsante Add per creare una nuova variabile.

La variabile aggiunta sarà disponibile nell’elenco delle variabili locali quando vengono creati i campi di input della pagina.

NOTA

Per ciascun modulo è possibile creare variabili a monte. A questo scopo, seleziona il modulo e fai clic sul pulsante Properties . La scheda Variables contiene le variabili locali del modulo.

Esempio di deposito locale con condizionamento

Nell’esempio precedente, il contenitore contenente i dati relativi ai veicoli privati viene visualizzato solo se l’opzione Private è selezionata dall’elenco a discesa, come indicato nella condizione di visibilità:

Se l'utente seleziona un veicolo privato, il modulo Web offre le seguenti opzioni:

Il contenitore contenente i dati relativi ai veicoli commerciali sarà visualizzato se è selezionata l'opzione Professionale, come espresso nella condizione di visibilità:

Ciò significa che, se l’utente seleziona un veicolo commerciale, il modulo offre le seguenti opzioni:

Utilizzo delle informazioni raccolte

Per ciascun modulo, le risposte fornite possono essere riutilizzate nei campi o nelle etichette. Devono essere utilizzate le seguenti sintassi:

  • Per un contenuto memorizzato in un campo del database:

    <%=ctx.recipient.@field name%
    
  • Per un contenuto memorizzato in una variabile locale:

    <%= ctx.vars.variable name %
    
  • Per un contenuto memorizzato in un campo di testo HTML:

    <%== HTML field name %
    
    NOTA

    A differenza degli altri campi per i quali i caratteri <%= vengono sostituiti con caratteri di escape, il contenuto HTML viene salvato così come è utilizzando la sintassi <%==.

Salvataggio delle risposte ai moduli web

Per salvare le informazioni raccolte nelle pagine di un modulo, è necessario inserire una casella di archiviazione nel diagramma.

Esistono due modi per utilizzare questa casella:

  • Se l’accesso al modulo web è effettuato tramite un collegamento inviato in un messaggio e-mail e se l’utente che accede all’applicazione è già nel database, è possibile selezionare l’opzione Update the preloaded record. Per ulteriori informazioni, consulta Consegna di un modulo tramite e-mail.

    In questo caso, Adobe Campaign utilizza la chiave primaria crittografata del profilo utente, un identificatore univoco assegnato a ciascun profilo da Adobe Campaign. Devi configurare le informazioni da precaricare tramite la casella di precaricamento. Per ulteriori informazioni, consulta Precaricamento dei dati del modulo.

    ATTENZIONE

    Questa opzione sostituisce i dati utente, incluso l’indirizzo e-mail, se è presente un campo in cui immetterli. Non può essere utilizzato per creare nuovi profili e richiede l’utilizzo di una casella di precaricamento nel modulo.

  • Per arricchire i dati dei destinatari nel database, modifica la casella di archiviazione e seleziona la chiave di riconciliazione. Per uso interno (in genere un sistema Intranet) o per un modulo utilizzato per creare nuovi profili, è possibile selezionare i campi di riconciliazione. La casella offre tutti i campi del database utilizzati nelle varie pagine dell'applicazione Web:

Per impostazione predefinita, i dati vengono importati nel database tramite un'operazione Update or insertion: se esiste nel database, l’elemento viene aggiornato (ad esempio, la newsletter selezionata o l’indirizzo e-mail inserito). Se non esiste, vengono aggiunte le informazioni.

È tuttavia possibile modificare tale comportamento. A questo scopo, seleziona la radice dell’elemento e seleziona l’operazione da eseguire dall’elenco a discesa:

Puoi selezionare una cartella di ricerca per la riconciliazione e la cartella di creazione per i nuovi profili. Se questi campi sono vuoti, la ricerca e la creazione dei profili avviene nella cartella predefinita dell’operatore.

NOTA

Le operazioni possibili sono: Simple reconciliation, Update or insertion, Insertion, Update, Deletion.
La cartella predefinita dell’operatore è la prima cartella per la quale l’operatore dispone dell’autorizzazione di scrittura.
Fai riferimento a questa sezione.

In questa pagina