Flusso di lavoro secondario

L’attività Sub-workflow ti consente di attivare l’esecuzione di un altro flusso di lavoro e di recuperare il risultato. Questa attività ti consente di utilizzare flussi di lavoro complessi utilizzando un’interfaccia semplificata.

Puoi chiamare più flussi di lavoro secondari in un unico flusso di lavoro. I flussi di lavoro secondari vengono eseguiti in modo sincrono.

Nell’esempio seguente, un flusso di lavoro primario chiama un flusso di lavoro secondario utilizzando i salti. Per ulteriori informazioni sugli oggetti grafici di tipo Jump, consulta questa sezione.

  1. Crea un flusso di lavoro da utilizzare come flusso di lavoro secondario in un altro flusso di lavoro.

  2. Inserisci un’attività Jump (end point) con priorità 1 all’inizio del flusso di lavoro. Se hai più salti di tipo "end point", Adobe Campaign utilizza il salto "end point" con il numero più basso.

  3. Inserisci un’attività Jump (start point) con priorità 2 alla fine del flusso di lavoro. Se hai più salti di tipo "punto iniziale", Adobe Campaign utilizzerà il salto "punto iniziale" con il numero più alto.

    NOTA

    Se l’attività del flusso di lavoro secondario fa riferimento a un flusso di lavoro con diverse attività Jump, il flusso di lavoro secondario viene eseguito tra il passaggio del tipo di punto finale con il numero più basso e il passaggio del tipo di punto iniziale con il numero più alto.

    Affinché il flusso di lavoro secondario sia eseguito correttamente, è necessario che sia presente un solo salto di tipo "end point" con il numero più basso e un solo salto di tipo "start point" con il numero più alto.

  4. Completa e salva questo "flusso di lavoro secondario".

  5. Crea un flusso di lavoro primario.

  6. Inserisci un’attività Sub-workflow e aprila.

  7. Seleziona il flusso di lavoro da utilizzare dall’elenco a discesa Workflow template .

  8. È inoltre possibile aggiungere uno script di configurazione per modificare il flusso di lavoro a cui si fa riferimento.

  9. Fai clic su Ok. Crea automaticamente una transizione in uscita con l’etichetta dell’attività Jump (start point) dal flusso di lavoro selezionato.

  10. Esegui il flusso di lavoro.

Una volta eseguito, il flusso di lavoro chiamato come flusso di lavoro secondario rimane nello stato Being edited , il che significa quanto segue:

  • Non puoi fare clic con il pulsante destro del mouse sulle transizioni per visualizzare il target.

  • Impossibile visualizzare il conteggio delle popolazioni intermedie.

  • I registri dei flussi di lavoro secondari vengono visualizzati nel flusso di lavoro principale.

NOTA

Se si verifica un errore nel flusso di lavoro secondario, il flusso di lavoro principale viene messo in pausa e viene creata una copia del flusso di lavoro secondario.

Parametri di ingresso (facoltativo)

  • tableName
  • schema

Ogni evento in entrata deve specificare un target definito da questi parametri.

Parametri di output

  • tableName
  • schema
  • recCount

Questo insieme di tre valori identifica la popolazione oggetto della query. tableName è il nome della tabella che registra gli identificatori di destinazione, schema è lo schema del gruppo (in genere nms:recipient) ed recCount è il numero di elementi della tabella.

  • targetSchema: Questo valore è lo schema della tabella di lavoro. Questo parametro è valido per tutte le transizioni con tableName e schema.

In questa pagina