Creazione di un nuovo controllo di audit

NOTA

Gli utenti possono eseguire un solo controllo di audit alla volta. Se si tenta di avviare un controllo di audit con le stesse impostazioni di quello in esecuzione, si verifica un errore. Puoi utilizzare il collegamento presente nel messaggio di errore se desideri annullare il controllo attualmente in esecuzione, in modo da poterne creare uno nuovo.

Se necessario, usa il collegamento nella parte inferiore della pagina per accedere a un account di prova gratuito e completo con ObservePoint.

  1. Nell’elenco Auditor, fai clic su New Audit.

    Viene visualizzata la schermata New Audit.

  2. (Obbligatorio) Denomina il controllo di audit.

    Il nome può essere lungo fino a 250 caratteri.

  3. (Obbligatorio) Specifica l’URL iniziale.

    Il protocollo è richiesto quando si specifica l’URL iniziale. L’URL iniziale è la pagina in cui inizia la ricerca per indicizzazione del controllo di audit. Una volta avviato, Adobe Experience Platform Auditor esamina un massimo di 500 pagine, seguendo i collegamenti che iniziano dall’URL iniziale. Per ulteriori informazioni, consulta Filtri di inclusione e filtri di esclusione. L’URL iniziale può essere lungo fino a 250 caratteri.

    NOTA

    In alcuni casi, potrebbero essere necessarie fino a 48 ore per completare una scansione di 500 pagine.

  4. Specifica uno o più indirizzi e-mail per le notifiche relative al controllo di audit.

    Puoi specificare più e-mail separando ogni indirizzo con una virgola. Il richiedente viene informato per impostazione predefinita. Gli indirizzi e-mail vengono convalidati in tempo reale. Se immetti un indirizzo non valido, le notifiche vengono visualizzate sullo schermo.

    Ogni e-mail non può contenere più di 250 caratteri, inclusa la fine del dominio (ad esempio, .com).

  5. Specifica i filtri di inclusione (Include Filters).

    Questo campo può contenere URL esatti, URL parziali o espressioni regolari. Utilizza questo campo per i criteri a cui desideri che ogni URL corrisponda. Eventuali URL interessati che non corrispondono ai criteri de filtri di inclusione (Include Filters) non vengono inclusi nei risultati del controllo di audit.

    Puoi immettere le directory che desideri che vengano analizzate dal controllo di audit. In alternativa, puoi eseguire controlli su più domini o con autoreferenza, dove è necessario avviare il controllo di audit su un dominio e terminare su un altro. A tal fine, digita i domini che desideri analizzare; per i pattern URL complessi, utilizza un’espressione regolare.

    NOTA

    Se includi una pagina nei filtri, ma tale pagina non è connessa all’URL iniziale, oppure Platform Auditor analizza 500 pagine prima di raggiungere tale pagina, questa non verrà analizzata né inclusa nei risultati del test.

    I filtri includono un massimo di 1.000 caratteri per riga.

    Per ulteriori informazioni, consulta Include List (Elenco di inclusione).

  6. Specifica i filtri di esclusione (Exclude Filters).

    L’elenco di esclusione (Exclude List) impedisce che determinati URL siano sottoposti al controllo di audit. Puoi utilizzare URL esatti, URL parziali o espressioni regolari, esattamente come faresti nell’elenco di inclusione (Include List).

    Una pratica comune consiste nell’escludere un collegamento di logout se il controllo di audit include una sessione utente (ad esempio: /logout, ovvero qualsiasi URL contenente la stringa /logout).

    I filtri di esclusione sono limitati a 1.000 caratteri per riga.

    Per ulteriori informazioni, consulta Exclude List (Elenco di esclusione).

  7. (Facoltativo) Se necessario, puoi verificare i filtri di inclusione ed esclusione e verificare gli URL.

    Immetti i filtri e gli URL, quindi fai clic su Apply per eseguire il test.

  8. Fai clic su Run Report.

In questa pagina