CID sostituisce DPID e DPUUID

Aggiorna il codice da utilizzare d_cid o d_cid_ic invece di d_dpid e d_dpuuid. Le variabili DPID e DPUUID continueranno a funzionare, ma è necessario considerarle obsolete. Sono incluse le varianti DPID e DPUUID senza d_ prefix.

DPID e DPUUID: una recensione

Il DPID e il DPUUID sono coppie chiave-valore che contengono un ID provider dati e un ID utente. Queste coppie chiave-valore collegano gli ID provider agli ID utente. Invia dati durante le chiamate evento, per gli eventi di sincronizzazione in entrata e per le chiamate ID. Senza di loro, Audience Manager, e altri servizi o funzionalità, non avrebbero un modo per far corrispondere e sincronizzare gli ID. Queste variabili sono talvolta espresse con o senza l’ d_ come mostrato di seguito. Nota: nel codice, corsivo indica un segnaposto variabile.

Variabile Sintassi

ID provider dati (DPID)

  • d_dpid=data provider ID
  • dpid=data provider ID

ID utente univoco del provider di dati (DPUUID)

  • d_dpuuid=data provider unique user ID
  • dpuuid=data provider unique user ID

Queste coppie chiave-valore continuano a funzionare, ma sono obsolete. Aggiorna il codice per utilizzare CID o CID_IC.

CID e CID_IC: informazioni

Le coppie chiave-valore CID e CID_IC sostituiscono DPID e DPUUID. Forniscono le stesse funzioni del DPID e del DPUUID, ma sono più efficienti perché includono l’ID del provider di dati (o codice di integrazione) e l’ID utente in una singola coppia chiave-valore. In ogni coppia chiave-valore:

  • Il simbolo = separa la chiave dai relativi valori.
  • Il carattere ASCII non stampabile %01 separa i valori.

d_cid e d_cid_ic utilizza la sintassi mostrata di seguito. Nota: nel codice, corsivo indica un segnaposto variabile.

Variabile Sintassi

ID cliente (CID)

d_cid=data provider ID%01user ID

Codice di integrazione ID cliente (CID_IC)

d_cid_ic=integration code%01user ID

Un codice di integrazione è un ID alternativo che puoi utilizzare al posto dell’ID sorgente dati, assegnato da Audience Manager. Consulta Creare un’origine dati se devi configurare un codice di integrazione.

Vedi anche, Variabili URL e sintassi per ID dichiarati.

NOTA

Puoi utilizzare i codici di integrazione per le tue origini dati e per i origini dati condivise, a cui hai accesso. Ad esempio, puoi utilizzare i codici di integrazione quando lavori con origini dati di identificatori mobili. Utilizza i seguenti codici di integrazione, esattamente come specificato di seguito:

  • DSID_20914 per GAID, che rappresenta i dispositivi che eseguono il sistema operativo Android.
  • DSID_20915 per IDFA, che rappresenta i dispositivi che eseguono il sistema operativo iOS.

Esempi

Nella tabella seguente sono riportati alcuni esempi per tipo di evento.

Tipo di evento Esempio

Evento

  • Nuova API: .../event?d_cid=123%01987...
  • Obsoleto: .../event?d_dpid=123&d_dpuuid=987...

Sincronizzazione in entrata (IBS)

  • Nuova API: .../ibs:d_cid=123%01987...
  • Obsoleto: .../ibs:d_dpid=123&d_dpuuid=987

Genera UUID Audience Manager (ID)

  • Nuova API: .../id?d_cid=123%01987...
  • Obsoleto: .../id?d_dpid=123&d_dpuuid=987

Ogni chiamata può includere anche più d_cid e d_cid_ic coppie chiave-valore simili alle seguenti:

...?d_cid=123%01456&d_cid=123%01789&d_cid_ic=543%01333...

Considerazioni importanti per i team di sviluppo

Elemento

Descrizione

Codifica URL

Team di sviluppo deve applica la codifica URL alle seguenti variabili nella coppia chiave-valore CID:

  • user ID (dpuuid)
  • integration code

Nota: devi codificare l’URL dell’ID utente e del codice di integrazione prima di concatenandoli in una stringa. Questo perché il carattere ASCII %01 che separa le due variabili non deve essere acquisito nella codifica URL.

La codifica URL assicura che gli ID utente e i codici di integrazione che contengono caratteri riservati o non sicuri come, ma non limitati a, + o = vengano trasmessi correttamente ai nostri server.

Utilizza il Tabella di codifica ASCII per riferimento.

Utilizzo dei codici di integrazione per le origini dati condivise globali

Puoi utilizzare i codici di integrazione per le tue origini dati e per i origini dati condivise, a cui hai accesso. Ad esempio, puoi utilizzare i codici di integrazione quando lavori con origini dati di identificatori mobili. Utilizza i seguenti codici di integrazione, esattamente come specificato di seguito:

  • DSID_20914 per GAID, che rappresenta i dispositivi che eseguono il sistema operativo Android.
  • DSID_20915 per IDFA, che rappresenta i dispositivi che eseguono il sistema operativo iOS.

In questa pagina