Name and Content Requirements for ID Synchronization Files

Descrive i campi, la sintassi e le convenzioni di denominazione richiesti utilizzati per la sincronizzazione ID basata su file. Denomina e organizza il contenuto dei file in base alle seguenti specifiche.

NOTA

Gli stili di testo (monospaced text, corsivo, parentesi [ ] ( ), ecc.) in questo documento indicare gli elementi e le opzioni del codice. Per ulteriori informazioni, consulta le convenzioni di stile per codice ed elementi di testo.

Sintassi ed esempi del nome file

I nomi dei file ID contengono i seguenti elementi obbligatori e facoltativi:

[adobe_id_] [c2c_id_]MASTERDPID_DPID[_DPID]_TIMESTAMP.sync[.SPLIT_NUMBER][.gz]

Parametro Descrizione

adobe_id

Prefisso statico che identifica il file come file di sincronizzazione ID. Usa questo prefisso quando gli ID dispositivo corrispondono ad altri ID dispositivo o ID cliente (DPUUID).

c2c_id

Prefisso statico che identifica il file come file di sincronizzazione ID per le destinazioni basate su persone. Utilizza questo prefisso quando gli ID cliente (DPUUID) corrispondono agli indirizzi e-mail con hash per le destinazioni basate su persone.

MASTERDPID

L’ID del provider di dati master è l’ID principale degli DPID nel nome file. Inoltre, il primo ID utente nel file di dati corrisponde all’ID principale. Gli DPID successivi sono altri identificatori che appartengono al master. La sincronizzazione mappa gli DPID nel nome del file su UUID nel file .

Questo DPID deve contenere solo ID dispositivo, come AAM UUID, GAID, IDFA e così via. Non può contenere DPUUID. In questo modo si può verificare una sincronizzazione errata.

DPID

ID del provider di dati. Questi ID rappresentano entità o origini dati associate al DPID principale. La sincronizzazione mappa gli DPID nel nome del file su UUID nel file .

Il numero di DPID nel nome del file deve corrispondere al numero di UUID nel file di dati. Ad esempio, supponiamo che il nome del file contenga un DPID principale e 3 DPID. Il file di dati deve includere 4 colonne corrispondenti di UUID, formattate come descritto nella sezione del contenuto del file seguente.

timestamp

Timestamp UNIX a 10 cifre in secondi. La marca temporale consente di rendere univoco il nome di ciascun file.

.sync

Indica una sincronizzazione normale e completa.

[.SPLIT_NUMBER]

Un numero intero. Utilizzato quando si suddividono file di grandi dimensioni in più file più piccoli. Questo consente di migliorare i tempi di elaborazione. Il numero indica la parte del file originale che si sta inviando. Di seguito sono riportati alcuni esempi di nome file.

[.gz]

Specifica che il file viene compresso con compressione gzip opzionale.

Esempi di nome file

Gli esempi seguenti mostrano nomi di file formattati correttamente. I nomi dei file potrebbero essere simili.

  • adobe_id_111_222_333_444_1454442149.sync
  • adobe_id_123_898_456_1454442149.sync.1.gz
  • adobe_id_123_898_456_1454442149.sync.2.gz
  • c2c_id_123_898_1454442149.sync.gz
NOTA

Per la denominazione dei file di sincronizzazione ID (prefisso c2c) per le destinazioni basate su persone, consulta Flusso di lavoro A - Personalizzazione basata su tutte le attività online combinate con dati offline o Flusso di lavoro B - Personalizzazione basata su dati solo offline.

Sintassi ed esempi di contenuto file

Il contenuto di un file ID include i seguenti elementi:

UUID <tab>UUID<tab>UUID<tab>UUID

Il file contiene gli ID utente (UUID). In ogni riga, separa gli ID con una scheda . L'esempio seguente mostra un file ID formattato correttamente. Il contenuto potrebbe essere simile.

abc123 def456 ghi789 xyz987

Considerazioni sul contenuto dei file

Quando crei i file in entrata, assicurati che la prima colonna sia compilata solo con ID dispositivo, ad esempio AAM UUID, GAID, IDFA e così via. Per una spiegazione dettagliata degli ID supportati dall'Audience Manager, vedi Indice degli ID in Audience Manager .

IMPORTANTE

Non utilizzare DPUUID nella prima colonna. In questo modo si può verificare una sincronizzazione errata.

Sincronizzazione Corrisponde a DPUUID negli UUID

Lo scopo di un file di sincronizzazione ID è quello di sincronizzare DPUUID dalle tue Origini dati con Audience Manager UUID. La sincronizzazione mappa i DPUUIDs dal master DPID e i relativi DPIDs al Audience Manager UUIDs. Se inserisci gli ID nel nome e nel corpo del file, determina in che modo questi identificatori vengono mappati l'uno sull'altro. Ad esempio, prendete i due file di esempio mostrati qui:

  • File 1: adobe_id_0_12345_1476312152.sync

  • File 2: adobe_id_12345_67890_1476312876.sync


Dato il nome e il contenuto del campione, gli ID vengono mappati in questo modo:

File 1 ( Scarica file di esempio)

DPID 0 = UUID di Adobe Audience Manager DPID 12345
68079982765673198504052656074456196039 XYZ3017D_2kzkTOXkFYIAgwbajoqWRcqkXl-tr6E4njaMR.38
67412682083411995725538770443620307584 XYZ3017BBR4DAFJWfM6D4Gb4lN_T5jk_f7rdEcqNs9wfnA7h70
8915902479676034373311707646026765593 XYZ3017PryPID8tzfhkEE-gE034LI-53Jde0utCYcIwd0A2OlM
66552757407517449462805881945288602094 XYZ3017QvBddD-bLJS28DPxiqUfmIBxE3_55bvQJMLwregJU2M
66184778222667870903738139438735041506 XYZ3017q9r60kuHPOca_Ek-btCN2iu1HyVaUe0rd412TzbyCMw

Passaggio 1: il processo di sincronizzazione ID sincronizza i DPUUIDs da DPID 12345 con Audience Manager UUIDs nella colonna a sinistra. Il DPID "0" nel nome del file rappresenta Audience Manager UUIDs.

File 2 ( Scarica file di esempio)

DPID 12345 DPID 67890
XYZ3017D_2kzkTOXkFYIAgwbajoqWRcqkXl-tr6E4njaMR.38 4598060374
XYZ3017BBR4DAFJWfM6D4Gb4lN_T5jk_f7rdEcqNs9wfnA7h70 4581274262
XYZ3017PryPID8tzfhkEE-gE034LI-53Jde0utCYcIwd0A2OlM 4392434426
XYZ3017QvBddD-bLJS28DPxiqUfmIBxE3_55bvQJMLwregJU2M 2351382994
XYZ3017q9r60kuHPOca_Ek-btCN2iu1HyVaUe0rd412TzbyCMw 4601584763

Passaggio 2: i DPUUIDs di DPID 12345 sono stati sincronizzati nel passaggio 1 con l'Audience Manager UUIDs. Questa sincronizzazione ID sincronizza i DPUUIDs da DPID 67890 con l'Audience Manager UUIDs dal passaggio 1.


Altri requisiti di formato

Gli ID utente non possono:

  • Sono presenti schede nell'ID stesso. Le schede vengono utilizzate solo per separare i singoli ID nel file di dati.
  • Contenere informazioni personali identificabili (PII).
  • Utilizzare la codifica URL. Passa solo gli ID non codificati.

Tutte le righe che terminano con tabulazioni o spazi non verranno elaborate o realizzate. Come regola, assicurati di mantenere la fine delle righe chiara.

In questa pagina

Adobe Summit Banner

A virtual event April 27-28.

Expand your skills and get inspired.

Register for free
Adobe Summit Banner

A virtual event April 27-28.

Expand your skills and get inspired.

Register for free
Adobe Maker Awards Banner

Time to shine!

Apply now for the 2021 Adobe Experience Maker Awards.

Apply now
Adobe Maker Awards Banner

Time to shine!

Apply now for the 2021 Adobe Experience Maker Awards.

Apply now