Macro sui modelli in uscita

Ultimo aggiornamento: 2023-05-20

Elenca le macro utilizzabili per creare modelli in uscita. ad esempio macro per nomi di file, macro per intestazioni e macro per contenuti.

Macro per nome file e intestazione file

Nella tabella sono elencate e descritte le macro che è possibile utilizzare nel nome del file e per definire i campi di intestazione. Per esempi di codice, vedi Esempi di macro in uscita.

Macro Descrizione

ASCII_SOH

Carattere ASCII non stampabile. Indica l’inizio di una riga o di una sezione di contenuto. Può anche essere utilizzato per separare le colonne di dati in un file.

DPID

ID provider dati.

MASTER_DPID

ID utente ID provider dati chiave.

NEW_LINE

Consente la creazione di intestazioni su più righe per gli ordini in uscita.

ORDER_ID

ID ordine/destinazione.

PID_ALIAS

Alias per un ID ordine/destinazione.

L’alias viene impostato nell’interfaccia utente di amministrazione.

SPLITNUM

Indica la suddivisione dei file in uscita in più parti. Sostituire la sezione SPLITNUM nel nome del file con il numero di parte preceduto da zeri, assicurando un minimo di tre caratteri per la sezione SPLITNUM.

Non è necessario che la macro SPLITNUM sia circondata da <> caratteri.

Esempio: <SYNC_TYPE>_<ORDER_ID>_<DPID>_<SYNC_MODE>_<TIMESTAMP>SPLITNUM.csv

s3_123456_9999_full_1566906141001.csv

s3_123456_9999_full_1566906141002.csv

s3_123456_9999_full_1566906141003.csv

Le ultime tre cifre (001.002.003) negli esempi precedenti sono gli identificatori SPLITNUM.

SYNC_MODE

Indica il tipo di sincronizzazione e include:

  • full : sincronizzazione completa.
  • iter : sincronizzazione incrementale.

SYNC_TYPE

Indica il metodo di trasferimento dei dati e include:

  • ftp
  • http
  • s3

TAB

Utilizzata come separatore, questa macro inserisce una tabulazione tra i campi.

TIMESTAMP

Timestamp a 10 cifre, UTC, Unix.

Può anche essere formattato come <TIMESTAMP; format="YYYYMMDDhhmmss"> seguenti regole di formattazione Java per data/timestamp.

Macro dei contenuti

Macro utilizzate per formattare il contenuto di un file di dati. Per esempi di codice, vedi Esempi di macro in uscita.

Macro Descrizione

CLOSE_CURLY_BRACKET

Inserisce una parentesi graffa chiusa } carattere.

DP_UUID

Identificatore utente univoco del provider di dati .

Questo è l’ID del partner dati a cui invii i dati in un file in uscita.

DP_UUID_LIST

Restituisce un elenco che contiene più ID per un partner dati. Questa funzione è utile se hai un’organizzazione di grandi dimensioni con più suddivisioni o altri gruppi organizzativi con cui puoi condividere i dati. Questa macro restituisce un elenco degli ID per tali gruppi subordinati.

DPID

ID provider dati.

DPUUIDS

L'output di questa macro mappa l'ID del provider di dati (DPID) agli ID utente univoci correlati (DPUUID). Per controllare l'output di questa macro è necessario disporre di una stringa di formattazione. L’output di esempio sarà simile al seguente:

"dpids=dpid1,dpid2,...dpid n|maxMappings= n|format=json"

Il maxMappings l'impostazione determina il numero di mappature da restituire con la macro. Quando maxMappings=0 , questa macro restituisce tutte le mappature per ogni DPID specificato. I dati sono ordinati per marca temporale (la prima più recente) e restituisce i risultati con la prima marca temporale più grande.

if(SEGMENT_LIST && REMOVED_SEGMENT_LIST)endif

Questa combinazione di macro crea un'istruzione condizionale che elenca i segmenti a cui appartengono gli utenti e da cui sono stati rimossi. Restituisce una stringa vuota se entrambe le condizioni non sono soddisfatte o se non sono presenti dati.

MCID

Adobe Experience Cloud ID.

OPEN_CURLY_BRACKET

Inserisce una parentesi graffa { carattere.

OPT_OUT

Obsoleto. Non utilizzare.

ORDER_ID

ID ordine o destinazione.

OUTPUT_ATTRIBUTE_TYPE

Obsoleto. Non utilizzare.

OUTPUT_ATTRIBUTE_VALUE

Restituisce 1 come valore statico di codifica fissa.

PID

ID partner.

PIDALIAS

Alias per un ID ordine/destinazione.

L’alias viene impostato nell’interfaccia utente di amministrazione.

REMOVED_SEGMENT_LIST

Restituisce un elenco degli eventuali segmenti rimossi.

SEGMENT_LIST

Restituisce un elenco di segmenti in un elenco. Accetta i seguenti argomenti facoltativi:

  • segmentId : ID segmento. Obsoleto. Utilizza sid .
  • csegid : ID segmento cliente. Obsoleto. Utilizza sid .
  • sid : ID segmento
  • type : Restituisce 5 : valore statico e di codifica fissa che identifica i dati come dati del segmento.
  • alias : obsoleto. Non utilizzare.
  • lastUpdateTime : marca temporale Unix che indica l’ultimo aggiornamento dello stato di iscrizione al segmento.
  • lastRealizationTime : marca temporale Unix che indica l’ultima volta che un segmento è stato realizzato.

Inserire queste variabili tra parentesi graffe dopo la macro. Ad esempio, questo codice separa i risultati con una barra "|": <SEGMENT_LIST:{seg|<seg.type>,<seg.sid>}; separator=",">

SET_ATTRIBUTES

Restituisce 1 , come valore statico e di codifica fissa.

SYNC_MODE

Indica il tipo di sincronizzazione e include:

  • full : sincronizzazione completa.
  • iter : sincronizzazione incrementale.

SYNC_TYPE

Indica il metodo di trasferimento dei dati e include:

  • ftp
  • http
  • s3

TAB

Utilizzata come separatore, questa macro inserisce una tabulazione tra i campi.

TRAIT_LIST

Restituisce un elenco di caratteristiche. Accetta i seguenti argomenti facoltativi:

  • type : identifica i tipi di caratteristiche per ID numerico. Restituisce:
    • 10 che identifica una caratteristica di DPM (offline, onboarding da un processo in entrata).
    • 3 che identifica una caratteristica basata su regole (in tempo reale, integrata tramite il DCS).
  • traitId : ID caratteristica.
  • lastRealized : l’ultima volta che la caratteristica è stata realizzata. Timestamp Unix.

Inserire queste variabili tra parentesi graffe dopo la macro. Ad esempio, questo codice separa i risultati con una barra "|": <TRAIT_LIST:{trait|<trait.Id>,<trait.lastRealized>};separator=","

UUID

Audience Manager ID utente.

In questa pagina