Casi d’uso DIL ed esempi di codice

Esempi di codice e descrizioni per casi di utilizzo di DIL specifici.

Invia elementi dati a Audience Manager con DIL

Creare una variabile oggetto che invia informazioni sugli elementi della pagina Audience Manager. Questo è utile per la raccolta dati generale o come alternativa alla raccolta di dati con variabili Analytics.

Descrizione

Il codice seguente illustra come raccogliere i dati della pagina e inviarli al Audience Manager con DIL. Questi esempi utilizzano una variabile per contenere gli elementi di dati in un elenco semplice o in un array. Ricordate, passate le variabili come coppie chiave-valore. Inoltre, prendete nota del prefisso c_ prima della chiave nella coppia chiave-valore. Questo prefisso richiesto identifica le informazioni come dati definiti dall'utente. Nel primo esempio, è necessario aggiungere manualmente c_ alla chiave. Nel secondo esempio, DIL esegue automaticamente questa operazione.

Mantieni costanti le proprietà del valore

Durante il trasferimento dei dati, ricordare di mantenere le proprietà del valore invariate. Ad esempio, in presenza di due chiavi identiche con valori diversi, il valore dell'ultima coppia chiave-valore ha la precedenza sugli oggetti valore precedenti. Ad esempio, passando color:blue e color:red il valore restituito viene impostato su rosso (sovrascrive il blu).

Esempio 1: Invia dati come coppie chiave-valore

In questo esempio di base i dati relativi a colori e prezzi vengono inviati Audience Manager sotto forma di coppie chiave-valore. Il codice potrebbe essere simile al seguente:


var sample_dil = DIL.create({partner:"partner name"}); 
sample_dil.api.signals({ 
   c_color:"blue", 
   c_price:"900" 
}); 
sample_dil.api.submit();

Esempio 2: Invio di dati in un oggetto

Questo esempio avanzato illustra come inviare dati in un oggetto al Audience Manager . Quando si utilizza questo metodo, DIL consente di passare un oggetto come parametro di funzione nel metodo signals(). DIL Il codice potrebbe essere simile al seguente:


var my_object = { 
   color : "blue", 
   price : "900" 
}; 
 
var sample_dil = DIL.create({ partner : "partner name" }); 
//Load the object and append "c_" to all keys in the key-value pairs and send data to AudienceManager. 
sample_dil.api.signals(my_object,"c_").submit();

Esempio 3: Invia dati di pagina in un array

In questo caso, la variabile my_object utilizza un array per contenere i dati. Questo esempio si basa sulle informazioni trasmesse con il metodo consigliato sopra, ma aggiunge un livello aggiuntivo per contenere un tipo di prodotto e un modello. Il codice potrebbe essere simile al seguente:


var my_objects = [{ 
   color : "blue", 
   price : "900" 
}, { 
   type : "acura", 
   model : "tl" 
}]; 
 
var sample_dil = DIL.create({ partner : "partner name" }); 
 
for (var i = 0; i < my_objects.length; i++) 
//Load the object and append "c_" to all the keys in the key-value pairs.  
{ 
    sample_dil.api.signals(my_objects[i], "c_"); 
} 
sample_dil.api.submit();

Acquisisci URL di riferimento

Acquisite e inviate un URL di provenienza a Audience Manager.

NOTA

Questo metodo funziona solo quando gli utenti si spostano tra pagine con protocolli simili (HTTP e HTTPS). Ad esempio, il browser mantiene un URL di provenienza quando si passa da un sito protetto a un altro sito protetto. I browser non conservano l'URL di provenienza quando si passa da un sito sicuro a un altro. Questo comportamento è normale funzionalità del browser e non può essere aggirato da DIL.

Esempio di codice

Il codice potrebbe essere simile al seguente:


var adobe_dil = DIL.create({ partner : "partner name" }); 
adobe_dil.api.signals({ d_referer : document.referrer }).submit();

Acquisisci tipi di motore di ricerca e termini di ricerca parole chiave

Inviate informazioni sul tipo di motore di ricerca e sulle ricerche di parole chiave al Audience Manager .

IMPORTANTE

Questa sezione descrive le funzionalità legacy, che non sono supportate nelle versioni più recenti di DIL.

Motori di ricerca supportati

Per impostazione predefinita, DIL.getSearchReferrer riconosce le ricerche effettuate da questi motori di ricerca (comprese le varianti internazionali):

  • AOL
  • Ask
  • Bing
  • Google
  • Yahoo!

Descrizione

Il codice seguente illustra come ottenere il referente di ricerca per uno qualsiasi dei motori di ricerca supportati. In questo caso, supponiamo che un utente abbia cercato il termine "home" dal Canada Google ( www.google.ca). Questo codice ti aiuterà a catturare quei termini di ricerca e a inviarli Audience Manager.

Codice di base

Il codice di base per ottenere il referente di ricerca (ad esempio da google.com) è simile al seguente:

var search_referrer = DIL.tools.getSearchReferrer();

Esempio di codice del motore di ricerca elencato

In questo caso, supponiamo che un utente abbia cercato il termine "home" da Google Canada ( www.google.ca). Il codice prefissa il parametro c_ richiesto al motore di ricerca ( c_se) e al termine di ricerca ( c_st). c_ è un predefinito richiesto che identifica queste variabili come definite dal cliente per Audience Manager.


var adobe_dil = DIL.create({partner:"partner name"}); 
var search_referrer = DIL.tools.getSearchReferrer(); 
 
if (search_referrer && search_referrer.valid) { 
  adobe_dil.api.signals({ 
    c_se : se.name, 
    c_st : se.keywords 
  }).submit(); 
}

Esempio di codice del motore di ricerca non elencato

In questo caso, supponiamo che un utente abbia cercato il termine "home" da dogpile.com. Poiché Dogpile non è supportato per impostazione predefinita, puoi configurare il DIL per riconoscere questo motore di ricerca e restituire i termini di ricerca al Audience Manager . Il codice potrebbe essere simile al seguente:


var adobe_dil = DIL.create({partner:"partner name"}); 
var search_referrer = DIL.tools.getSearchReferrer(document.referrer, {  
    hostPattern:/dogpile\./, 
    queryParam:"q" 
}); 
 
if (search_referrer && search_referrer.valid) { 
  adobe_dil.api.signals({ 
    c_se : se.name, 
    c_st : se.keywords 
  }).submit(); 
}

Mappa valori chiave su altre chiavi

Associare il valore da una coppia chiave-valore a un'altra chiave.

Descrizione

In una coppia chiave-valore, il prefisso c_ aggiunto alla chiave identifica il segnale come dati definiti dal cliente. I dati definiti dal cliente vengono utilizzati per il targeting sul sito specifico che ha passato i dati in una chiamata all'evento. Tuttavia, a volte tali informazioni sono disponibili per tutte le proprietà dell'account Audience Manager. A tal fine, mappate il valore in una coppia chiave-valore c_ su una chiave a livello di piattaforma. Una chiave a livello di piattaforma ha il prefisso d_ e rende il segnale disponibile per il targeting tra tutte le proprietà dell'account.

Ad esempio, potete raccogliere i dati del codice ZIP da un particolare sito, ma desiderate indirizzarli a tutte le proprietà del vostro Audience Manager . Per rendere disponibile il codice ZIP a livello di piattaforma, potete mappare la chiave del codice ZIP definita dal cliente (ad es. c_zip) a una chiave definita dalla piattaforma come mostrato di seguito.

Esempio di codice

Il codice potrebbe essere simile al seguente:

var adobe_dil = DIL.create({ 
    partner : "adobe", 
    mappings : { 
        c_zip : 'd_zip', 
        d_key2 : 'h_dil_key2' 
    } 
}); 
adobe_dil.api.signals({c_zip : '10010'}).submit(); 
// Request will look like /event?c_zip=10010&d_zip=10010

DIL Traffico in Google Tag Manager (GTM)

Configurate e servite il DIL con un tag GTM.

Questa procedura presuppone che si disponga di un account Google Tag Manager, che si disponga di una buona conoscenza del prodotto e del file di Audience Manager dil.js.

Per eseguire il traffico del file dil.js in GTM:

  1. Create un nuovo contenitore o aprite un contenitore esistente.

  2. Aggiungete un nuovo tag al contenitore.

  3. Aprite il tag per modificarlo e:

    • Denominate il tag .
    • Selezionare Custom HTML Tag dall'elenco a discesa Tag Type.
    • Nel campo HTML, inserite il codice DIL (libreria + codice personalizzato) all'interno dei tag di script <script>DIL code</script>.
    • Clic Save.
  4. Pubblicate il contenitore.

  5. Generate il codice del tag del contenitore e inseritelo nell'inventario.

In questa pagina

Adobe Summit Banner

A virtual event April 27-28.

Expand your skills and get inspired.

Register for free
Adobe Summit Banner

A virtual event April 27-28.

Expand your skills and get inspired.

Register for free