Modelli

Puoi scegliere di creare un progetto da:

  • Progetto vuoto (predefinito): per le istruzioni consulta Creazione di un progetto di Analysis Workspace.
  • Modello standard: questi modelli vengono creati da Adobe e vengono forniti con il prodotto.
  • Modello personalizzato: questi modelli possono essere creati, condivisi o eliminati da utenti con diritti di amministratore o da non amministratori, a condizione che dispongano dell’autorizzazione Analysis Workspace: Save as Template in Admin Console. Ulteriori informazioni…

Creare modelli personalizzati

Gli utenti con diritti di amministratore possono trasformare qualunque progetto che creano in un modello personalizzato effettuando le seguenti operazioni:

  1. Apri il progetto.

  2. Vai a Project > Save As Template.

    Il progetto viene salvato con il nome corrente, seguito dalla parola (Modello) tra parentesi. Gli amministratori possono cambiare questo nome modificando il modello.

    NOTA

    Per impostazione predefinita, i modelli di progetto sono visibili a tutti gli utenti dell’organizzazione. Puoi utilizzare dei tag per organizzare i modelli. (Vai a Project (Progetto) > Project Info & Settings (Informazioni e impostazioni progetto) per modificare tag e descrizioni.)

Video sulla creazione e gestione di modelli personalizzati:

Gestire modelli personalizzati

Azione Descrizione
Modificare un modello Consente a un amministratore di modificare il modello cambiandone l’origine dati e modificando componenti, visualizzazioni, intervalli di date ecc. Sono disponibili due modi per modificare un modello personalizzato:
  • Visualizza l’elenco dei modelli personalizzati in Analysis Workspace, selezionane uno e fai clic su Modifica modello, oppure
  • In Analytics, vai a Componenti > Progetti, quindi applica il filtro Modelli. Fai clic sul nome del modello da modificare.
Nota: dopo aver modificato un modello, a seconda della situazione, puoi scegliere Salva o Salva con nome. Queste sono le differenze tra le due opzioni:
  • Salva: aggiorna il modello personalizzato per tutti gli utenti. Quando un altro utente crea un progetto basato su questo modello personalizzato, vedrà le modifiche che hai apportato.
  • Salva con nome: crea una copia del modello personalizzato con le modifiche apportate. Per verificare che sia attiva la modalità di modifica, controlla che la voce di menu Condividi > Condividi progetto sia disabilitata.
Cercare nei modelli Nella finestra di dialogo Modelli personalizzati, fai clic su Cerca modelli.
Ordinare i modelli Puoi organizzare i modelli in ordine alfabetico, per rilevanza e per data di creazione. Nella finestra di dialogo Modelli personalizzati, fai clic su Ordina.
Applicare tag a un modello Apri il modello e vai a Progetto > Informazioni e impostazioni progetto. Fai clic su Aggiungi tag.
Modificare la descrizione di un modello Apri il modello e vai a Progetto > Informazioni e impostazioni progetto. Fai doppio clic sulla descrizione e modificala.

Modelli standard

La prima volta che si apre un’Workspace i modelli sono disponibili nella barra a sinistra. I modelli di Analysis Workspace coprono i casi d’uso più comuni. Sono raggruppati in base all’applicazione verticale a cui fanno riferimento e sono compilati con dimensioni, segmenti, metriche e visualizzazioni, a seconda della suite per rapporti selezionata.

Puoi usare questi modelli precompilati così come sono o adattarli alle tue esigenze (ad esempio, aggiungendo o sostituendo metriche o visualizzazioni) e salvarli con un nuovo nome.

Video tutorial sui modelli standard in Analysis Workspace (2:46)

Di seguito sono riportati i modelli disponibili e le domande che ogni modello può rispondere.

Formazione

Questo modello standard illustra la terminologia e i passaggi comuni per la creazione della prima analisi in Workspace. È disponibile come modello standard nel modale Nuovo progetto e sostituisce il progetto di esempio attuale per i nuovi utenti che non hanno altri progetti nel loro elenco.

Ecco un video sul Training Tutorial modello:

Advertising

IMPORTANTE

I modelli pubblicitari sono disponibili solo se la suite di rapporti è abilitata per Advertising Analytics.

  • Motori di ricerca a pagamento: questo modello suddivide le tendenze pubblicitarie, le piattaforme di annunci, le parole chiave, gli account, le campagne e molto altro.

Commerce

  • Magento: Marketing e Commerce: questo modello suddivide la conversione e-commerce in base all’attribuzione del canale di marketing, oltre a fornire informazioni dettagliate in base a parole chiave di ricerca, pagina di destinazione, posizione geografica e altro ancora. Di seguito è riportato un tutorial video sulla Magento: Modello di marketing e commercio.

Raccolta dati

  • Impatto ITP: Scopri in che modo Apple ITP influisce sui tuoi dati e come regolare di conseguenza il reporting.

Media

  • Consumo di contenuti: Chi sono i miei lettori più fedeli?

  • Recency - Frequenza - Fedeltà: Quali contenuti vengono maggiormente consumati e coinvolgono maggiormente gli utenti?

  • Consumo di contenuti multimediali in streaming: Fornisce tendenze e metriche principali del consumo di contenuti multimediali su tutti i dispositivi digitali. Ecco un video sul modello di consumo di contenuti multimediali in streaming:

Mobile

IMPORTANTE

I modelli per dispositivi mobili sono disponibili solo se la suite per rapporti è abilitata per l’analisi delle app per dispositivi mobili.

  • Acquisizione: scopri le prestazioni dei collegamenti per acquisizione mobile.
  • Utilizzo app: quanti utenti, avvii e primi avvii sono stati registrati per l’app, e quanto dura in media una sessione?
  • Percorsi: Quali sono i pattern di utilizzo principali per la l’app?
  • Metriche chiave: controlla le metriche chiave della tua app.
  • Posizione: include una mappa che mostra i dati della posizione.
  • Messaggistica: si focalizza sulle prestazioni di messaggi in-app e push.
  • Prestazioni: quali sono le prestazioni dell’app e dove vengono riscontrati problemi dagli utenti?
  • Fidelizzazione: chi sono i miei utenti più fedeli e cosa fanno?

Vendita al dettaglio

  • Prestazione campagna: quali campagne generano maggior fatturato?
  • Prodotti: quali prodotti hanno prestazioni migliori?

Web

  • Acquisizione: quali fattori generano maggior traffico verso il sito Web?
  • Panoramica sulle prestazioni del sito AEM: Come si comporta il mio sito Adobe Experience Manager?
  • Consumo di contenuti: quali sono le aree del sito più visitate?
  • Fidelizzazione: che tipi di utenti hanno più probabilità di diventare utenti fedeli del sito?
  • Tecnologia: quali tecnologie vengono usate per accedere al sito?

Persone

NOTA

Il modello Persone e la metrica Persone corrispondente sono disponibili per l’uso unicamente nell’ambito di Adobe Experience Cloud Device Co-op.

Questo modello è basato sulla metrica Persone, che è una versione deduplicata della metrica Visitatori univoci. La metrica Persone misura la frequenza con cui i consumatori che utilizzano più dispositivi interagiscono con il tuo marchio. Il modello consente di:

  • Segmentare i dati relativi a USA/Canada rispetto al resto del mondo. Device Co-op attualmente è disponibile solo nel Nord America.
  • Affiancare e confrontare le metriche Persone e Visitatori univoci.
  • Visualizzare il “tasso di compressione”, una metrica calcolata che mostra lo scarto della metrica Persone come percentuale di Visitatori univoci.
  • Confrontare i totali dei diversi tipi di dispositivi utilizzati dalla clientela.
  • Verificare la media dei dispositivi pro capite.
  • Scoprire come raggruppare i segmenti con la metrica Persone.
  • Capire in che modo l’uso di Experience Cloud ID nel tuo ambiente riesca a ottimizzare l’efficacia della metrica Persone.

IQ percorso: Modello di Analytics tra dispositivi

Questo modello consente di visualizzare dati vitali delle prestazioni tra dispositivi. È disponibile solo per i clienti che hanno accesso a Cross-Device Analytics (CDA).

  • Nota speciale per i membri del Co-op Graph: mostra quale parte della suite di rapporti contiene i visitatori nelle aree in cui è supportato il grafico Co-op e le aree in cui non è supportato.
  • Identificazione degli utenti: mostra la frequenza con cui i visitatori del sito vengono identificati utilizzando metodi basati su Cross-Device Analytics.
  • Misurazione della dimensione dell’audience: mostra un confronto tra “Dispositivi univoci” e “Persone”. La proporzione di questi due numeri è nota come “compressione tra dispositivi”, una metrica calcolata visibile in questo pannello. Questa metrica di compressione dipende da un’ampia gamma di fattori:
    • Utilizzo del grafico Co-op o del grafico Private: in generale, le organizzazioni che utilizzano Device Co-op godono di tassi di compressione migliori rispetto alle organizzazioni che utilizzano il grafico Private.
    • Tasso di accesso: più utenti accedono al sito, più Adobe è in grado di identificare e unire i visitatori tra i dispositivi. I siti con un tasso di accesso basso hanno anche tassi di compressione bassi.
    • Copertura di Experience Cloud ID: è possibile unire solo i visitatori con un ECID. Una percentuale inferiore di visitatori del sito che utilizza un ECID è correlata a tassi di compressione più bassi.
    • Utilizzo di più dispositivi: se i visitatori del sito non utilizzano più dispositivi le percentuali di compressione potrebbero essere più basse.
    • Granularità del reporting: la compressione per giorno è generalmente inferiore della compressione per mese o per anno. Le possibilità che una sola persona utilizzi più dispositivi si riducono maggiormente in un singolo giorno che nell’arco di un mese intero. Segmentazione, filtraggio o utilizzo di dimensioni di suddivisione possono mostrare inoltre un tasso di compressione più basso.
  • Segmenti basati sulle persone: contiene un elenco a discesa dei segmenti che consente di visualizzare dati specifici per il dispositivo. Questo pannello incoraggia la sperimentazione con i segmenti per vedere in che modo i rapporti possono essere influenzati dall’inclusione o esclusione di tipi di dispositivi.
  • Analisi del percorso tra dispositivi: fornisce rapporti di flusso e di fallout in base al tipo di dispositivo.
  • Attribuzione tra dispositivi: combina le funzioni di Journey IQ e Attribution IQ.
  • Altri suggerimenti e trucchi: argomenti utili che riguardano CDA e permettono di ottenere il massimo dal suo utilizzo.

In questa pagina